• GreenStyle
  • Pets
  • Thailandia: record di nidi di tartarughe liuto, non accadeva da 20 anni

Thailandia: record di nidi di tartarughe liuto, non accadeva da 20 anni

Thailandia: record di nidi di tartarughe liuto, non accadeva da 20 anni

Fonte immagine: Herve06 via iStock

Decine di tartarughe liuto si sono recate sulle spiagge della Thailandia per depositare le uova: merito della quarantena da coronavirus.

Dopo l’India, lo spettacolo si ripete anche in Thailandia: l’assenza dell’uomo dalle spiagge, date le limitazioni dovute al nuovo coronavirus, sta spingendo le tartarughe a nidificare con ritmi record. Simili livelli non venivano registrati da circa 20 anni e, secondo gli esperti di settore, il grande risultato ottenuto sarebbe proprio da attribuire alla quarantena da COVID-19.

Secondo quanto riportato da Kanokwan​ Homcha-ai, supervisore della Mai Khao Marine Turtle Foundation, decine di tartarughe liuto si sarebbero recate sulle spiagge oggi deserte della Thailandia per deporre le uova. Solo a Phuket sono stati rinvenuti almeno 11 nidi di queste tartarughe – caratterizzate da grandi dimensioni e da un guscio rinforzato, per resistere maggiormente ai predatori: cifre del genere non si registravano nella zona da 20 anni. E non è tutto, poiché quel che è accaduto a Phuket si è ripetuto su decine di altre spiagge. Così ha spiegato l’esperto:

Questo fenomeno potrebbe avere un impatto sulla conservazione degli ambienti marini nel lungo termine. Non solo per le tartarughe, ma anche per altre specie come i delfini e i dugonghi, che vivono normalmente in queste regioni, ma anche per i paguri e altre fonti di cibo per tutti i predatori marini.

Una simile tendenza sta coinvolgendo le principali aree di nidificazione delle tartarughe in tutto il mondo. Secondo David Godfrey – direttore esecutivo di Sea Turtle Conservancy, in Florida – questi mesi di quarantena potrebbero avere degli effetti di lungo termine, migliorando le condizioni del mare almeno per il 2020.

Credo che quest’anno vi sia una forte probabilità di vedere una riduzione nell’impatto delle cause umane sulla nidificazione delle tartarughe, una delle rare conseguenze positive di questa pandemia globale.

Così come già accennato, qualche settimana fa sulle spiagge dell’India sono apparse centinaia di tartarughe marine, pronte a depositare migliaia di uova: si stimano fino a 60 milioni di nuovi nati nei prossimi mesi.

Fonte: CNN

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit: esercizi da fare in casa (lezione 1)