Greenstyle Casa & Giardino Orto & giardino Piante Surfinia: coltivazione e cura

Surfinia: coltivazione e cura

Su balconi e terrazzi è il momento di far sbocciare le surfinie, piante molto apprezzate per decorare gli spazi esterni. La nostra guida per coltivarle.

Surfinia: coltivazione e cura

Fonte immagine: Pixabay

Ha un aspetto leggero, fiori variopinti ed è in grado di addobbare a festa qualsiasi balcone, terrazzo o giardino: stiamo parlando della Surfinia, una pianta apparentemente molto delicata, ma dotata di una grande forza e resistenza, una pianta che, un po’ come una pennellata di colore, riesce a rendere festoso qualsiasi angolo della tua casa.

Membro illustre e recentissimo della famiglia delle Solanaceae, che comprende anche le più ben note parenti, le Petunie, la Surfinia, meglio nota come “Petunia Surfinia” non è altro che il frutto del sapiente lavoro di eccellenti ibridatori, i quali hanno dato vita a una varietà di piante a portamento ricadente in grado di lasciarti a bocca aperta.

Oltre che per la moltitudine di colori che le contraddistingue, le piante di Petunia Surfinia ti stupiranno con la loro unica capacità di abbellire il tuo balcone, suscitando ammirazione in tutti coloro che lo vedranno. Non a caso, questa è considerata una delle piante da balcone più apprezzate e acquistate in assoluto.

Ebbene, per te che ami le piante e i colori, in questo articolo vedremo come fare per avere delle belle surfinie, come prendersi cura di questa pianta primaverile e come coltivarla in balcone o in giardino.

Scopriremo anche qual è il significato del fiore e le piccole ma preziose accortezze da osservare.

Surfinia pianta: caratteristiche

Surfinia
Fonte: Pixabay

La Surfinia è rigogliosa, colorata, ideale sia per la coltivazione su terreno che (ancor meglio) per quella in vaso. È una pianta spesso impiegata per realizzare decorazioni floreali, per decorare un gazebo o un balcone. Il fiore ha una forma a imbuto, somiglia un po’ a una piccola tromba ed è caratterizzato da un sottile fusto con portamento ricadente.

La pianta può raggiungere un’altezza di poco meno di 50 centimetri, presenta foglie di un colore verde pallido.

Le principali varietà

Puoi trovare la pianta in commercio nelle sue più splendide varietà e tipologie. A differenziarle è, oltre al colore dei fiori, anche la dimensione. Vediamo quali sono le più belle varietà di Surfinia.

Surfinia nera

Ha un aspetto elegante, sebbene non tutti ne apprezzino il colore, inequivocabilmente nero. La Petunia Surfinia black è la scelta ideale per chi vuole decorare il proprio balcone con un tocco di eccentricità e originalità. Del resto, come resistere al fascino di un elegante fiore nero?

Surfinia bianca

Ben più delicato e candido è il colore della Surfinia bianca. Nonostante abbia un aspetto molto leggiadro, anche questa varietà è molto resistente e necessita di poche ma importanti cure.

Surfinia sky blue

Fiori color lavanda dal delicato profumo, ideali per essere abbinati a surfinie bianche o nere, per un mix all’occorrenza fresco o più elegante e ricercato. Se ami i colori più intensi, potresti scegliere invece la varietà “Blue”, con i suoi splendidi petali rosa-blu.

Surfinia Purple

La Purple è caratterizzata da fiori di un profondo viola con sfumature rosse. Si tratta di una delle varietà più diffuse e apprezzate, così come la surfinia rossa, che ha un colore più vivace e ugualmente accattivante.

Varietà Pastel

Fonte: Pixabay

Un tocco di colore anche con la Surfinia Pastel, i cui fiori sono di un delicato rosa pastello, eleganti e perfetti per decorare un giardino creando splendidi tappeti floreali. Se sei in cerca di un colore più acceso, potresti optare per la Surfinia Hot Pink, caratterizzata da fiori dai colori più vivaci.

Queste sono solo alcune delle varietà della pianta. Chi ama i colori luminosi potrebbe scegliere la surfinia gialla o la varietà “Lime”, con i suoi fiori bianchi con venature gialle.

Inoltre, oggi è possibile trovare anche la surfinia bicolore, caratterizzata da disegni e colori dalla straordinaria bellezza.

Surfinia: cura e manutenzione

La pianta Surfinia si riempie dei suoi bellissimi fiori verso marzo-aprile. La fioritura dura fino a ottobre, per cui potrai godere dei suoi colori per svariati mesi. Nel momento di massima fioritura, sarà utile aggiungere del concime liquido all’acqua che usi per innaffiare le piante, in modo da fornirle nutrimento e sostegno. Versa il concime circa ogni 10 giorni per ottenere il massino effetto.

Surfinia: potatura

Quando potare la surfinia? Generalmente questa operazione dovrebbe essere eseguita durante l’estate (nel mese di luglio), quando la pianta tende a rallentare il processo di fioritura. Una spuntatina (o per meglio dire, una potatura) permetterà alla pianta di massimizzare le forze e produrre nuovi fiori. Inoltre, potare la pianta ti permetterà di conferirle una forma più elegante e armoniosa.

Coltivazione in vaso e in giardino

Fonte: Pixabay

La pianta può essere coltivata con successo sia in vaso che in giardino. Per via del suo portamento ricadente, molti scelgono di posizionare la surfinia in balcone, in modo che i bei fiori possano scendere come una sorta di cascata floreale multicolore. Se intendi coltivare la pianta in vaso, scegli un contenitore abbastanza profondo, poiché le radici hanno bisogno di spazio per svilupparsi in profondità e ancorarsi al terreno.

Il motivo è molto semplice, il nemico giurato della surfinia non è la pioggia, non è il sole cocente, bensì il vento. La pianta ha dunque bisogno di terra e spazio per potersi appigliare. Sempre in merito alla sistemazione del vaso, prima di versare il terriccio ricorda di predisporre uno strato di argilla espansa sulla base, in modo da favorire il drenaggio ed evitare nocivi ristagni d’acqua, che non farebbero che danneggiare l’apparato radicale della pianta.

Coltivazione in giardino

Se è vero che la Surfinia esprime il suo pieno potenziale posizionata in balcone (a breve vedremo dove mettere le surfinie per ottenere i migliori risultati), la pianta si presta anche alla coltivazione su qualsiasi tipo di terreno, meglio se fertile e ben drenato.

Se sceglierai di coltivare la pianta in giardino, potrai sfruttarne le caratteristiche e la sua bellezza per creare dei veri e propri tappeti di fiori o speciali angoli multicolore nel tuo giardino.

Surfinia: moltiplicazione per talea

Come avviene la moltiplicazione della Surfinia? La pianta si propaga per talea, cioè prelevandone una piccola porzione e inserendola in un contenitore, al cui interno avrai sistemato torba e sabbia.

Quando sarà comparso l’apparato radicale, potrai spostare la talea in un apposito vaso. Questa operazione andrebbe eseguita preferibilmente durante la primavera.

Surfinia esposizione

Fonte: Pixabay

Parliamo adesso di illuminazione, temperature e vento. Inaspettatamente, la Surfinia tollera molto bene il freddo. Puoi quindi coltivarla all’aperto senza alcun problema, poiché la pianta resiste bene anche a temperature di circa 2 gradi.

Come conservare le surfinie durante l’inverno?

Se vivi in zone in cui la temperatura scende al di sotto dei due gradi, sarà opportuno mettere al riparo la pianta, spostando il vaso in una zona più adatta.

Come abbiamo accennato, uno dei principali nemici di questa pianta è il vento, per cui è durante la stagione invernale che corre un maggior rischio di rovinarsi.

Per quanto riguarda l’esposizione, la Surfinia ama la luce, per cui potrai posizionarla al sole. La pioggia non sembra rovinare la pianta. Dopo un acquazzone, i fiori potrebbero apparire accasciati e rovinati, ma in poco tempo torneranno al loro colorato splendore.

La surfinia è velenosa?

La surfinia è tossica o velenosa? La risposta è si. Come nel caso della sua stretta parente, la Petunia, anche nel caso della surfinia tutte le parti che compongono la pianta possono essere velenose, sia per noi umani che per i nostri animali domestici.

Un’ingestione accidentale potrebbe causare disturbi del sistema nervoso e del tratto gastrointestinale, per cui se in casa hai animali domestici o bambini piccoli, sarà bene posizionare la pianta in un punto alto, per evitare spiacevoli incidenti.

Quanta acqua dare alla pianta?

Un tasto dolente per chi non sa mai regolare la quantità di acqua da dare alle piante è quello dell’irrigazione. Quanta acqua dare alla surfinia? Come sempre, la risposta dipenderà dalla stagione climatica. In primavera sarà sufficiente annaffiare la pianta 3 volte a settimana, aumentando la frequenza con l’arrivo dell’estate, quando potresti dover bagnare la pianta anche tutti i giorni.

Vale sempre la regola che l’acqua va data quando il terreno è asciutto, in modo da evitare pericolosi ristagni.

Nella cura della pianta, tieni a mente che la Surfinia è spesso vittima degli attacchi di animali come il ragno rosso, afidi e parassiti. Se ciò dovesse accadere, chiedi al tuo fornitore di piante di fiducia qual è il prodotto più adatto per proteggerla.

Significato simbolico

Fonte: Pixabay

In ultimo, se ti hanno da poco regalato una surfinia, devi sapere che il suo significato simbolico è davvero molto bello. La pianta simboleggia infatti l’amore vero e passionale, un amore impossibile da nascondere. La surfinia è inoltre associata al coraggio e alla forza.

Infine, i fiori di Surfinia sono associati alla gioia, al benessere e ai pensieri felici. Del resto, basta dare un’occhiata a una cascata di fiori colorati per ritrovarsi a sorridere dimenticando stress e nervosismo, non sei d’accordo?

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare