Greenstyle Sostenibilità Consumi Le 10 strategie per ridurre la produzione di rifiuti

Le 10 strategie per ridurre la produzione di rifiuti

Dalla pianificazione dei pasti alla scelta dello shampoo giusto, esistono tante idee e strategie originali per ridurre i rifiuti e produrre meno spazzatura. Ma quali saranno le più efficaci?

Le 10 strategie per ridurre la produzione di rifiuti

Fonte immagine: Pexels

Ricicla, riusa, evita gli sprechi: queste sono 3 delle più famose strategie per ridurre i rifiuti quotidiani, ma esistono molti altri metodi “innovativi” e sostenibili per alleggerire il nostro impatto sull’ambiente. In un mondo che diventa ogni giorno più consapevole della necessità di proteggere gli ecosistemi e la natura, la riduzione dei rifiuti rappresenta un obiettivo essenziale e di cruciale importanza.

Sebbene siano già stati compiuti enormi passi in avanti in tal senso, la nostra Terra continua a essere strapiena di tonnellate e tonnellate di spazzatura, in special modo da rifiuti di plastica, che si accumulano nei boschi, nelle foreste e negli oceani, mettendo a rischio la vita in ogni angolo del globo.

Per arginare la situazione, è necessario un piccolo impegno da parte di tutti, aziende, governi, nazioni e singoli cittadini.

La buona notizia è che esistono decine di modi per ridurre i rifiuti, strategie semplici che possono fare un’enorme differenza. Per aiutarti a rendere il nuovo anno più sostenibile, abbiamo deciso di condividere una lista di idee “innovative” per ridurre i rifiuti.

Inizia con quelle che più si adattano alle tue esigenze, e pian piano potrai davvero rendere il mondo un posto più pulito.

10 strategie per ridurre i rifiuti e vivere una vita più sostenibile

comprare sfuso
Fonte: Pexels

Si parla tanto di sostenibilità, di riduzione degli sprechi e di riciclo, ma a conti fatti, quali sono le strategie che possono essere utilizzate quotidianamente per la gestione dei rifiuti?

Insomma, come fare a ridurne la produzione a monte? Vediamo 10 strategie per ridurre i rifiuti e dare una mano al nostro Pianeta.

Evita i contenitori monouso

Dal bicchierino del caffè alla tazza usa e getta, sono dozzine i contenitori monouso che, una volta terminato il loro compito, finiscono nel bidone dell’immondizia. Evita di acquistare e utilizzare contenitori, piatti e posate monouso, e opta per alternative riutilizzabili e lavabili.

Scegli i prodotti sfusi

Molti supermercati e negozi (soprattutto biologici) permettono di acquistare i prodotti direttamente sfusi, così da ridurre lo spreco di plastica e imballaggi. Prediligi questi prodotti, potrai conservarli nei sacchetti di tela o nei barattoli di vetro.

Scegli il fruttivendolo di fiducia

Se devi acquistare frutta e verdure (te lo consigliamo caldamente) prediligi prodotti locali, e acquistali presso il fruttivendolo di fiducia.

In questo modo ridurrai gli imballaggi e anche le emissioni inquinanti, in quanto i prodotti non devono viaggiare da un capo all’altro del mondo per arrivare nel tuo piatto.

Non dimenticare la busta riutilizzabile

Il consiglio di usare buste per la spesa riutilizzabili è a dir poco scontato. Lo sappiamo tutti che convengono, sia per il portafogli che per il pianeta. Ma diciamo la verità: quante volte ti capita di dimenticare la busta a casa e di ricordartene solo quando sei in fila alla cassa del supermercato?

Ecco, il consiglio che ti diamo qui è di non dimenticare la busta riutilizzabile quando vai a fare la spesa.

sacchetti di tela
Fonte: Pexels

Usa la compostiera

Scarti di verdure, frutta e rifiuti organici possono diventare ottimi “ingredienti” per la tua compostiera. In pochi mesi avrai creato un ottimo compost fertilizzante per tuo giardino. E avrai anche ridotto la quantità di rifiuti!

Compra usato

Acquistare e vendere vestiti e oggetti usati è un ottimo modo per risparmiare denaro e salvare tanti ottimi prodotti dalla pattumiera.

Riduci il consumo di carta

In questa nostra epoca digitalizzata è facilissimo ridurre il consumo di carta: scontrini e fatture elettroniche, e-book e servizi digitali consentono di limitare concretamente lo spreco di carta e, di conseguenza, di ridurre anche la produzione di rifiuti.

Ricicla e riusa per ridurre i rifiuti

Prima di gettare quel contenitore di plastica nella spazzatura, fermati un attimo a pensare: magari potresti trasformarlo in un portapenne, oppure potresti riciclare delle lattine trasformandole in un acchiappa-sogni, o dei rotoli di carta igienica in un gioco per il tuo gatto. I materiali non mancano, serve solo un po’ di fantasia e di creatività.

Organizza i pasti della settimana

Per evitare di far rovinare il cibo in frigo, adotta la buona abitudine di organizzare i pasti della settimana. In questo modo, non solo semplificherai la preparazione dei piatti, ma eviterai di gettare montagne di cibo nella spazzatura.

Igiene e cura personale

Anziché acquistare flaconi di sapone e shampoo, opta per il sapone solido, sicuramente molto meno inquinante e altrettanto efficace. E dato che siamo in argomento “cura del corpo”, anziché acquistare assorbenti e tamponi per il ciclo potresti optare per la coppetta o la biancheria intima mestruale riutilizzabile.

Bene, abbiamo visto cosa possiamo fare quotidianamente per ridurre i rifiuti di plastica (e non solo), e più in generale come migliorare la nostra gestione dei rifiuti. Ci auguriamo che questi suggerimenti possano aiutarti ad adottare uno stile di vita più sostenibile e contribuire a proteggere il Pianeta, per un futuro più “verde” per tutti.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Cos’è il borace e perché non dovrebbe mancare nelle case green
Consumi

Il borace è un rimedio naturale utilissimo per le pulizie domestiche ecologiche, ma cos’è esattamente? E come usarlo? Puoi utilizzare la polvere di borace in lavatrice, per pulire i pavimenti, lavare il bagno e rimuovere macchie di ruggine. Ecco quali sono gli usi del borace e le precauzioni da conoscere prima di utilizzarlo.