Shampoo antigiallo fai da te: come si prepara

Shampoo antigiallo fai da te: come si prepara

Fonte immagine: Istock

Uno shampoo antigiallo è un accessorio che ogni donna dovrebbe possedere: ecco come produrne uno fatto in casa 100% bio ed efficace.

Per eliminare il brutto colore giallognolo sui capelli bisogna utilizzare lo shampoo antigiallo, che libera i capelli da quella fastidiosa patina detergendoli completamente. L’effetto di ingiallimento può essere dovuto a moltissimi fattori: agenti esterni ambientali come la luce solare, lo smog e l’inquinamento, una decolorazione andata male o addirittura i raggi UV. L’estate sta arrivando e spesso i capelli diventano giallognoli proprio al ritorno dalle vacanze al mare, ecco perché è importante sapere come contrastarne l’effetto. Il prodotto si utilizza come un normale prodotto per la detersione dei capelli. E’ necessario fare attenzione a sciacquare bene le mani dopo l’utilizzo. Questo shampoo, infatti, ha una colorazione blu-viola che potrebbe macchiare se non risciacquato immediatamente dalle mani. Per lavare i capelli, è necessario prima massaggiare delicatamente la cute per almeno 5 minuti, facendo poi scendere il prodotto su tutta la lunghezza dei capelli, e dopo risciacquare abbondantemente. Farlo in casa è estremamente complesso, pertanto il consiglio è quello di produrre una basa fatta in casa e poi acquistare un buon antigiallo naturale da applicare dopo. L’antigiallo si trova facilmente online o in tutti i negozi fornitori di parrucchieri.

Shampoo fai da te: ingredienti e preparazione

Shampoo antigiallo fai da te: ingredienti e preparazione
Fonte: Istock

Cosa ci serve per preparare una buona base?

Ingredienti per uno shampoo home made

  • 2 cucchiai abbondanti di miele;
  • 3 cucchiai di acqua minerale a temperatura ambiente;
  • 5 gocce di olio di amla;
  • olio essenziale di lavanda per profumare;

Preparazione shampoo fatto in casa

Il primo passo da fare è procurarsi un grande recipiente in cui mischiare il miele agli oli, diluendo lentamente con l’acqua per ottenere la giusta consistenza; quando l’impacco è pronto conservarne una parte in un contenitore di metallo o di vetro ed una parte applicarlo sul capello. Strofinare bene e risciacquare due volte per detergere bene la chioma, poi passare all’applicazione dell’antigiallo da tenere in posa. Solo alla fine applicare il balsamo sulle punte e risciacquare dopo aver atteso qualche minuto. L’azione dell’olio di amla, unito all’antigiallo e al balsamo renderà i nostri capelli più lucenti e più morbidi, ma soprattutto della colorazione da noi più apprezzata. L’olio essenziale alla lavanda è la ciliegina finale per averli profumati e vaporosi al termine dell’asciugatura. Può essere utile applicare anche un protettore finale se si intende passare la piastra o il ferro per arricciare la chioma.

Shampoo antigiallo: cosa c’è da sapere

Un piccolo trucco: in pochi sanno che gli estratti naturali di Mirtillo, Melograno e Viola, oltre a proteggere i capelli e preservarne il colore. Sono molto utili per chi deve trattare i capelli di colorazione gialla o bianca. Di shampoo con questa azione ne esistono molti e di colorazioni diverse: il viola è complementare al giallo, quindi adatto a contrastarlo, il blu invece è ideale per contrastare i riflessi più aranciati, sempre per complementarietà. Attenzione però: non sono prodotti da usare quotidianamente, una buona routine ne prevederebbe l’applicazione 1 o al massimo 2 volte a settimana, pur non essendo proprio una tinta comunque bisogna tenere presente che influenzano la colorazione perché eliminano i riflessi dorati e trasformano i toni caldi in toni freddi, per cui… non esagerate!

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Scrub mani e corpo fai da te