Seabin contro la plastica, riparte l’iniziativa Coop

Seabin contro la plastica, riparte l’iniziativa Coop

Lotta alla plastica e alle microplastiche, Coop e LifeGate rinnovano l'impegno per le acque italiane installando nuovi Seabin nel 2021.

Si rinnova la collaborazione tra Coop e LifeGate, che per il secondo anno consecutivo posizioneranno i cestelli Seabin in corrispondenza di fiumi, mari e laghi italiani. La campagna di Coop per l’ambiente porterà all’installazione di 34 Seabin nel 2021, rilanciando così la lotta alla plastica e alle microplastiche.

Protagonista indiscusso della campagna Coop per l’ambienteUn mare di idee per le nostre acque” sarà proprio il Seabin, il cestino galleggiante che catturerà i rifiuti in plastica presenti nelle acque italiane. Grazie allo speciale cestino sarà possibile rimuovere circa 500 kg di rifiuti all’anno.

Novità di quest’anno la collaborazione con la barca a vela “Anywave“, la prima imbarcazione di questo tipo che può vantare a bordo la figura di Responsabile ecologico “RECO” e un decalogo ambientale su come comportarsi in navigazione e in fase di attracco. La barca seguirà il percorso dei Seabin e toccherà alcune delle tappe previste da Coop (Livorno, Sanremo, Brindisi, Portofino, Ancona, Trieste e Venezia). Offrirà inoltre un supporto educativo permettendo le visite di soci, scuole e consumatori.

Seabin

Posizionamento di un Seabin alla Darsena di Milano nel 2020

Seabin: come funziona

Seabin è un cestello unico nel suo genere. Galleggia a pelo d’acqua, catturando i rifiuti presenti nelle aree circostanti. L’acqua incamerata viene poi restituita a mari, fiumi e laghi dopo essere stata filtrata. Restituzione possibile grazie a una piccola pompa, capace di gestire fino a 25.000 litri all’ora.

È previsto un funzionamento per sette giorni su sette, 24 ore su 24, garantito eseguendo con regolarità le operazioni di pulizia e svuotamento. Se ciò si verifica Seabin raccoglie, in media, per il 70% rifiuti composti da materiali nemici dell’ambiente (plastica, microplastiche, latta e lattine, ma anche cotton fioc, materiali assorbenti igienici e mozziconi di sigaretta). Tra gli oggetti identificati figurano soprattutto bottiglie, imballaggi alimentari, bicchieri, tappi, sacchetti, cannucce e cucchiaini.

Un ulteriore 20% è caratterizzato da massa organica umida contaminata. In sostanza legno, rami, alghe e foglie nei quali risultano intrappolati perlopiù frammenti di polistirolo e plastica. Appena il 10% del materiale raccolto è risultato essere massa organica umida non contaminata.

Un mare di idee per le nostre acque Coop: si parte da vicino Trieste

L’avventura 2021 partirà da Portopiccolo, vicino Trieste. Obiettivo dichiarato quello di giungere a una raccolta annua di circa 23 tonnellate di rifiuti, grazie anche ai Seabin installanti nel 2020, equivalenti al peso di circa 1.500.000 bottiglie. Ha commentato Maura Latini, amministratrice delegata Coop Italia intervenuta all’evento di Portopiccolo:

Un obiettivo non di poco conto. Se mettessimo in fila 1 milione e mezzo di bottiglie percorreremo circa 300 km di strada, pari alla distanza tra Milano e Firenze.

Con il rilancio della campagna Coop ribadisce il suo impegno e dimostra di essere in prima linea per la salvaguardia del nostro ecosistema. Nell’edizione 2021 abbiamo aumentato il numero di Seabin da posizionare e abbiamo raccolto altre adesioni di chi come noi è convinto non sia più il tempo di aspettare per intervenire con azioni positivi sul nostro ecosistema.

Tra i compagni di viaggio, in veste di testimonial, anche l’esploratore e divulgatore ambientale Alex Bellini e il navigatore in solitaria Ambrogio Beccaria. Altri ancora si aggiungeranno nelle prossime settimane. Primo tra i partner commerciali Findus, da tempo impegnata lungo un percorso di sostenibilità ambientale. Ha concluso Enrico Quarello, direttore Politiche sociali e relazioni territoriali di Coop Alleanza 3.0:

L’installazione del Seabin nel mare di Sistiana e la partecipazione e la promozione della campagna “Un mare di idee per le nostre acque” è coerente con l’idea di sviluppo armonico a cui Coop Alleanza 3.0 ispira il suo Piano di sostenibilità, un insieme di impegni per il prossimo triennio in linea con i 17 Global Goal previsti dall’Agenda ONU 2030.

La Cooperativa guarda così al futuro, prestando la massima attenzione alla difesa dell’ambiente, e genera valore per le persone di oggi e quelle di domani coinvolgendo i soci e i consumatori in iniziative per promuovere stili di vita e di consumo più sostenibili e anche collaborando con le istituzioni pubbliche e le associazioni sul tema della salvaguardia ambientale.

In collaborazione con Coop

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle