Sciopero dei trasporti nazionale 23 ottobre: info e modalità

Sciopero dei trasporti nazionale 23 ottobre: info e modalità

Fonte immagine: iStock

Sciopero dei trasporti nazionale in programma per venerdì 23 ottobre: a rischio mezzi di superficie, treni locali e linee metropolitane.

Sciopero dei trasporti a livello nazionale in programma per venerdì 23 ottobre 2020. L’agitazione sindacale è indetta dalla sigla CUB e interesserà tutte le maggiori città italiane. Coinvolti sia i mezzi di superficie che le linee metropolitane, per una durata totale di 24 ore. Previste come di consueto delle fasce di garanzia a tutela dei viaggiatori.

Sciopero dei trasporti nazionale 23 ottobre: info e modalità

Secondo quanto riportato sul sito Atac.Roma.it le motivazioni dello sciopero nazionale, che interesserà anche altri settori oltre a quello dei trasporti, indetto da CUB sono le seguenti:

  • Investimenti pubblici e questione ecologica;
  • Orario di lavoro; sicurezza sul lavoro;
  • Lavoro nero;
  • Smartworking;
  • Precarietà articolo 18 legge 300/70 e 68/99;
  • Servizio sanitario nazionale;
  • Istruzione;
  • Ricerca e pubblico impiego;
  • Salari, pensioni, occupazione e ammortizzatori sociali;
  • Guerra e corsa agli armamenti;
  • Welfare;
  • Questione abitativa;
  • Reddito universale pubblico e per tutti;
  • Immigrati;
  • Fisco e lotta all’evasione fiscale;
  • Rappresentanza nei luoghi di lavoro, diritto di sciopero;
  • Sostegno alle imprese.

Sciopero dei Trasporti, Milano

A Milano saranno a rischio le linee ATM, le linee AGI e la Funicolare Como-Brunate. Per quanto riguarda i mezzi ATM di superficie lo stop per il personale viaggiante sarà dalle 8:45 alle 15 e dalle 18 al termino del servizio. Sul fronte metropolitana, il personale si asterrà dal lavoro dalle 18 a fine turno.

Sul fronte linee AGI, rischio cancellazioni e ritardi per le linee 201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433 e Smart Bus. Secondo quanto riportato dal sito ufficiale ATM verranno “garantite le corse in partenza dai capolinea dalle 5:30 alle 8:29 e dalle 15:01 alle 18”. Funicolare Como-Brunate, agitazione prevista dalle 8:30 alle 16:30 e dalle 19:30 al termine del servizio.

Roma

Mezzi a rischio anche a Roma, dove si fermeranno i mezzi ATAC diurni e notturni. A cominciare dalla notte tra giovedì 22 e venerdì 23: dopo la mezzanotte non sarà garantita la percorrenza delle linee N. Stop ai trasporti pubblici capitolini nella giornata del 23 ottobre dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio diurno.

Nella notte tra il 23 e il 24 ottobre saranno a rischio le linee metro (A, B e B1) e quelle bus MC-MC3-38-44-61-86-170-246-301-451-664-881-916-980. Anche in presenza di stazioni metroferroviarie aperte, precisa ATAC, i servizi biglietteria, ascensori, scale mobili e montascale potrebbero subire delle interruzioni di servizio.

Sciopero dei trasporti: Torino, Firenze e Napoli

A Torino il servizio urbano e suburbano, la metropolitana e il Centri di Servizi ai Clienti GTT si fermeranno a partire dalle 6 fino alle 9 e dalle 12 alle 15. Per quanto riguarda invece le autolinee extraurbane, linee urbane di Ivrea e Servizio Ferroviario (sfm1 – Canavesana e sfmA – Torino–aeroporto–Ceres), lo stop sarà da inizio servizio alle 8 e dalle 14:30 alle 17:30.

Firenze, il personale viaggiante di ATAF si fermerà venerdì 23 ottobre da inizio servizio alle 6, poi di nuovo dalle 9:15 alle 11:45 e infine dalle 15:15 a fine servizio. Per quanto riguarda il personale a terra e i restanti settori (operai, impiegati e impianti fissi) lo stop sarà pari all’interno orario di lavoro.

A Napoli lo stop del 23 ottobre riguarderà unicamente i mezzi di superficie ANM. Trasporti a rischio fino alle 5, poi ancora dalle 8 alle 17. L’ultima parte dell’agitazione si svolgerà dalle 20 fino al termine del servizio. Metronapoli fa sapere che per il momento la decisione è quella di non aderire allo sciopero.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A