Greenstyle Sostenibilità Consumi Salmonella, allerta per filetti di pollo congelati: avviso RASFF

Salmonella, allerta per filetti di pollo congelati: avviso RASFF

Salmonella, allerta per filetti di pollo congelati: avviso RASFF

Salmonella all’interno di filetti di pollo congelati provenienti dall’Ungheria. Questo uno degli avvisi diffuso dal sistema europeo RASFF per l’allerta su alimenti e mangimi.

Secondo quanto riportato nell’avviso del RASFF i filetti di pollo risultano congelati, salati e con l’aggiunta di acqua. Dalle analisi risultano contaminazioni da Salmonella enterica – ser. Infantis. A segnalare il potenziale rischio è stata l’Italia, notifica data 8 maggio 2020. Il rischio è definito “serio”. L’allerta è presente tra i 64 avvisi (7 del Ministero della Salute italiano) pubblicati durante la settimana numero 19.

All’interno della lista di avvisi anche alcuni riferimenti per i quali non risultano interventi con carattere di urgenza. Un esempio sono alcune carni bovine italiane, ricavate da animali sottoposti a periodi di sospensione non sufficienti a garantire la sicurezza alimentare dei consumatori (rispetto ai medicinali veterinari somministrati).

Diffusi in Italia anche altri prodotti, per i quali non risultano presi provvedimenti d’urgenza: lombate d’agnello congelate (prov. Nuova Zelanda) con tossina di Shiga (Escherichia Coli); ostriche vive (prov. Francia) con norovirus (GII); cosce e ali di pollo refrigerate (prov. Polona) con Salmonella enterica – ser. Enteritidis.

Di fine aprile una precedente allerta diffusa dal RASFF e riguardante prodotti distribuiti in Italia. Si tratta di crema di spinaci surgelata, commercializzata perlopiù in Germania, ma diffusa anche nel Bel Paese, in Austria, Romania e Slovacchia.

Fonte: RASFF

Seguici anche sui canali social