Salgemma: caratteristiche, benefici, dove si compra

Salgemma: caratteristiche, benefici, dove si compra

Fonte immagine: Pixabay

Cos’è il salgemma, dove reperirlo e come utilizzarlo per ottenere effetti benefici per la salute e il benessere interiore: tutti i dettagli.

Il salgemma è un minerale puro composto essenzialmente da cloruro di sodio, ottenuto grazie a un lungo e delicato processo di estrazione da grotte e miniere dove l’acqua salata di mari che evapora origina veri e propri banchi. Chiamato anche “sale di roccia”, “sale di miniera” o “sale di cava”, è noto anche con il nome halite, che deriva dall’unione dei termini greci che indicano la pietra e il sale. In italiano, quindi, salgemma deriva dalle parole “sale” e “gemma”: quest’ultima parola denota una delle caratteristiche fondamentali di questo elemento, che si presenta proprio cristallino e granulare.

Il salgemma è una variante del sale priva di elementi chimici e di agenti contaminanti, tuttavia contiene numerosi componenti tra cui calcio, potassio, ferro, zinco, magnesio e rame. Lo troviamo in natura prevalentemente cristallizzato e generalmente incolore, sebbene la sua tonalità possa virare verso il bianco, l’azzurro, il rosa ma anche il grigio.

Caratteristiche e usi

Sale rosa

A distinguere il salgemma dal sale da cucina è prima di tutto l’assenza di iodio, caratteristica che tuttavia non rende il primo meno pregiato del secondo. Il salgemma, infatti, come anticipato sopra include varie sostanze minerali preziose per la salute e il benessere dell’organismo, inoltre prima di arrivare sulle tavole viene sottoposto a processi di frantumazione e macinazione che tuttavia non alterano questi componenti. Se il sale marino grezzo viene ricavato dalle saline e spesso sottoposto a procedure chimiche per ottenere cloruro di sodio, sacrificando oligominerali preziosi, il salgemma al contrario è frutto di depositi marini molto antichi e può vantare qualità notevoli e diverse a seconda del giacimento da cui proviene.

Il salgemma viene usato sia per usi alimentari sia per finalità industriali. È possibile reperirlo nei supermercati molto forniti, nelle erboristerie, in alcuni negozi che vendono prodotti alimentari biologici e naturali e naturalmente anche online. Come il sale marino comune, il salgemma si può acquistare nelle varianti fino, medio e grosso.

Benefici a tavola

Dal consumo del salgemma derivano numerosi vantaggi ed effetti benefici, tuttavia è importante distinguere tra l’uso prettamente alimentare e altri possibili utilizzi. Usato come condimento alimentare in modo moderato, ad esempio, il salgemma è utile per:

  • migliorare la digestione e stimolare il metabolismo;
  • migliorare la salute dell’apparato circolatorio;
  • favorire l’appetito;
  • limitare l’acidità di stomaco;
  • migliorar le funzionalità intestinali;
  • favorire l’assorbimento dell’acqua;
  • ridurre il fabbisogno di insulina nei soggetti diabetici;
  • limitare il rischio di sviluppare osteoporosi.

Altri vantaggi

Salgemma

Il salgemma è protagonista di numerosi rimedi naturali volti ad alleviare o prevenire piccoli disturbi. Le lampade realizzate usando questo minerale, ad esempio, possono avere effetti benefici per l’asma, la bronchite ma anche per contrastare stati d’ansia e di stress. Questo minerale viene spesso usato nell’ambito della cristalloterapia, considerato dotato di energia positiva e molto efficace per donare equilibrio e armonia interiore. È per questo che esistono diversi oggetti e monili realizzati a base di salgemma. Un trattamento molto diffuso, inoltre, si basa sulla respirazione dei cristalli di salgemma all’interno di vere e proprie “grotte di sale”, ambienti realizzati ad hoc anche per curare diversi disturbi di natura respiratoria, allergica e dermatologica.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi del bicarbonato