Greenstyle Mobilità Eco-turismo Riserva naturale della Marcigliana: cosa sapere su questa area protetta

Riserva naturale della Marcigliana: cosa sapere su questa area protetta

La Riserva naturale della Marcigliana è un fiore all'occhiello della Regione Lazio, un luogo dove storia, natura e cultura si incontrano e si fondono, dando vita a uno spettacolo straordinario.

Riserva naturale della Marcigliana: cosa sapere su questa area protetta

Fonte immagine: iStock

Hai voglia di trascorrere una giornata in mezzo alla natura nei dintorni di Roma? Tra le zone più suggestive e note del nostro Paese rientra senz’altro la Riserva naturale della Marcigliana, un’area protetta che si trova tra i comuni di Roma, Monterotondo, Fonte Nuova, Guidonia e Mentana.

In questo verde spicchio di terra potrai ammirare valli e colline a perdita d’occhio, terreni destinati all’agricoltura e al pascolo del bestiame, e potrai trascorrere una giornata tra boschi di querce, olmi e aceri.

Ma come visitare la Riserva naturale della Marcigliana? Vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito a questa oasi naturale, un angolo di biodiversità e pace custodito proprio nel cuore del Lazio.

Riserva naturale della Marcigliana: cosa vedere?

Con i suoi oltre 4000 ettari di estensione, la Riserva della Marcigliana è un’area naturale situata a nord-est di Roma, un luogo in cui paesaggi selvaggi e campi coltivati si mescolano con valli, boschi, macchia mediterranea, prati e corsi d’acqua.

In questo luogo, storia, cultura e natura si incontrano e si fondono. Qui puoi ammirare i resti di antiche civiltà, come la “Crustumerium“, un’antica città latina, o le torri medievali che un tempo fungevano sia da abitazioni che da punti di controllo.

All’interno della riserva ti attende un suggestivo percorso completamente immerso nella natura, il cosiddetto “Sentiero Natura – Casale Lucernari“, un anello di circa duemila metri dove potrai trovare delle apposite aree per ammirare il paesaggio e gli animali che popolano la riserva. E a questo proposito, quali sorprese nasconde la fauna del posto?

Gli animali della riserva

La riserva romana suscita interesse anche per la sua ricca biodiversità animale. In questo luogo protetto trovano rifugio molte creature la cui esistenza sarebbe altrimenti messa a rischio, a causa della caccia e della progressiva urbanizzazione del territorio.

La Riserva naturale della Marcigliana è oggi casa di numerose creature, come volpi, caprioli, tassi, lepri e donnole. Qui trovano rifugio e ristoro tanti uccelli, come poiane, gheppi e civette, picchi, rondini, upupe e gli uccelli rupicoli, che vivono perlopiù sulle alte torri medievali.

Tra boschi e cespugli vivono insetti, anfibi e rettili, ma puoi notare anche la presenza di altri animali, come il moscardino o nocciolino, un piccolo topolino di colore bruno-rossiccio e dalla lunga coda. Tra gli alberi potresti invece scorgere una famigliola di daini che solitamente frequenta la riserva.

Riserva naturale della Marcigliana: come arrivare?

riserva della marcigliana
Fonte: iStock

Sebbene si tratti di un territorio molto vasto, l’unico ingresso della riserva aperto al pubblico, percorribile sia a piedi che in bicicletta, è quello che si trova in Via di Tor S. Giovanni n. 301, presso il Casale Lucernari, “Casa del Parco”.

Dal Casale Lucernari parte il cosiddetto “Sentiero natura”. Se lo desideri, potrai raggiungere la riserva anche con i mezzi pubblici. L’ingresso è gratuito e aperto a tutti. Durante il percorso potresti anche partecipare a una delle tante attività didattiche organizzate, per conoscere meglio le meraviglie della riserva e comprendere l’importanza di questo prezioso habitat naturale.

Per maggiori informazioni e dettagli, ti consigliamo di consultare il sito ufficiale della riserva Romanatura.roma.it.

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Parchi nazionali italiani: quali sono e dove trovarli
Eco-turismo

L’Italia è un Paese che trabocca di biodiversità e natura. Qui puoi trovare aree protette, ecosistemi intatti da tutelare e preservare per le future generazioni. Ma quali sono e dove si trovano i più bei Parchi nazionali italiani?