Greenstyle Sostenibilità Consumi Quanto consuma una lavastoviglie in acqua ed energia elettrica

Quanto consuma una lavastoviglie in acqua ed energia elettrica

La lavastoviglie è un elettrodomestico energivoro, ma può anche diventare una grande alleata se usata nel modo giusto: per capire quanto consuma una lavastoviglie, bisogna considerare la classe energetica, la modalità di lavaggio e il costo dell'energia elettrica e dell'acqua.

Quanto consuma una lavastoviglie in acqua ed energia elettrica

Fonte immagine: Pixabay

Quanto consuma una lavastoviglie e quanto conviene in termini di risparmio e peso sulla bolletta, rispetto al lavaggio dei piatti a mano? Capita spesso di sentir dire che questo elettrodomestico – ormai immancabile nelle case degli italiani – può rappresentare di gran lunga la soluzione migliore rispetto al classico lavaggio dei piatti con spugna, olio di gomito e detersivo.

Ma è davvero così? Dal punto di vista della tutela dell’ambiente, la lavastoviglie comporta minori consumi di acqua rispetto al metodo manuale, e anche un minor consumo di sapone. Ma che dire dei costi dell’energia elettrica?

Qual è il consumo medio della lavastoviglie in kilowatt (kW)? Per rispondere a questa domanda, bisogna tenere in considerazione diversi parametri.

In questo articolo vedremo quanto costa 1 ora di lavastoviglie in termini di energia elettrica e consumo di acqua, apprenderemo dei semplici accorgimenti che permettono di ottimizzare concretamente i consumi, sia quando utilizziamo la lavapiatti, da molti considerata irrinunciabile, sia quando laviamo i piatti a mano.

Quanto incide la lavastoviglie sulla bolletta?

Fonte: Pixabay

Se dovessi cercare su internet la lista degli elettrodomestici che consumano di più, la lavastoviglie rientrerebbe di certo fra i primi 10 “abitanti” della nostra casa maggiormente energivori.

Ciononostante, se utilizzata in modo intelligente, questa alleata è in grado di abbattere i costi relativi al lavaggio quotidiano di piatti, posate e bicchieri.

In termini di kilowatt, si stima che una lavastoviglie consumi in media circa 2.5 kWh (kilowattora).

Si tratta però di una stima piuttosto generica. Le lavastoviglie moderne, quelle di nuova generazione, possono infatti consumare fino a 1,2 kWh, e per un lavaggio completo possono richiedere un consumo di 1,8 kWh.

Quanto consuma una lavastoviglie in kW?

Puoi stimare un consumo medio della tua nuova lavastoviglie dando uno sguardo alla classificazione energetica riportata sulla scheda prodotto. La classe energetica di una lavastoviglie, o di un qualsiasi altro tipo di elettrodomestico, è classificata da A a G, dove A indica i prodotti che permettono di ottimizzare i consumi, mentre G include gli elettrodomestici che comportano un più elevato consumo di energia.

A questo punto, potresti individuare il costo del kWh analizzando la tua bolletta. Tale costo può dipendere dal tipo di contratto e/o dalla fascia oraria e dall’effettivo costo dell’energia elettrica, che negli ultimi anni purtroppo è aumentato in modo consistente.

Alla luce di ciò, i consumi di una lavastoviglie classe A saranno quindi più vantaggiosi rispetto a quelli di un prodotto classe più bassa, poiché cambieranno i consumi.

Nella fase di acquisto, il costo iniziale di un elettrodomestico classe A potrebbe rappresentare un deterrente, in quanto solitamente tende ad avere un prezzo più alto, ma in situazioni di questo tipo è importante ragionare a lungo termine, e – avendone la possibilità – scegliere un prodotto che sia in grado di garantire bassi consumi e, di conseguenza, incidere meno sulla bolletta.

Quanto consuma una lavastoviglie in euro?

Secondo le stime, tenendo in considerazione i fattori che abbiamo appena esaminato, il consumo annuo di una lavastoviglie classe energetica A da 12 coperti, può andare dai 60 ai 90 euro l’anno, a condizione che si parli di un lavaggio in modalità Eco.

I costi, però, possono variare molto in base alle variabili menzionate, come frequenza di utilizzo, modalità di lavaggio, classe energetica, costo dell’energia elettrica.

Quanta acqua consuma la lavastoviglie?

Per poter stabilire quanto consuma in euro la lavastoviglie, oltre al consumo di energia bisognerà tenere in considerazione anche quello dell’acqua.

Le lavastoviglie più attempate possono arrivare a consumare anche 45 litri di acqua per un lavaggio completo. Oggi, fortunatamente, questi tipi di elettrodomestici sono molto migliorati, e in termini di consumo idrico, il costo di un lavaggio rapido modalità “Eco” può essere inferiore rispetto a quello del lavaggio dei piatti a mano, arrivando a consumare circa circa 9,5-14 litri di acqua per ciclo di lavaggio.

Tale consumo dipenderà, poi, da 3 fattori:

  1. Grandezza della lavastoviglie: un elettrodomestico più grande potrebbe comportare consumi maggiori
  2. Programma impostato per ciascun ciclo di lavaggio: un ciclo economico, breve ed “eco” comporta consumi minori
  3. Frequenza di utilizzo, ossia se in casa usate la lavastoviglie tutti i giorni o solo un paio di volte a settimana.

Come consumare meno con la lavastoviglie?

Quanto consuma una lavastoviglie
Fonte: Pixabay

Per ridurre i costi della lavastoviglie, non è necessario staccare la spina e tornare al caro vecchio lavaggio dei piatti a mano, peraltro considerato meno conveniente rispetto al lavaggio in lavastoviglie.

Sarebbe sufficiente adottare alcuni comportamenti consapevoli, come:

  • Evitare il prelavaggio dei piatti, ma pulirli rapidamente con una spugna prima di metterli in lavastoviglie
  • Scegliere lavaggi eco e più brevi, con temperature più basse
  • Azionare la lavastoviglie solo a pieno carico, facendo attenzione a non riempirla in modo eccessivo, poiché in tal caso piatti e bicchieri potrebbero non risultare adeguatamente puliti
  • Evitare la fase di asciugatura: per quanto possa essere piacevole trovare dei piatti caldi e asciutti, questa fase consuma molto. Meglio interromperla e, semplicemente, aprire lo sportello della lavastoviglie per far asciugare i piatti all’aria
  • Provvedere a una regolare manutenzione dell’elettrodomestico, pulendo il filtro e utilizzando il sale e altri prodotti per eliminare grasso e calcare.

Quanto si risparmia non usando la lavastoviglie?

Fonte: Pixabay

Come abbiamo anticipato, se il tuo obiettivo è quello di abbattere i costi della bolletta della luce e di quella dell’acqua, mandare in pensione la lavastoviglie non è la soluzione.

Dal punto di vista dei consumi, se usato in modo smart, questo elettrodomestico può risultare ben più vantaggioso rispetto al lavaggio a mano. Anche in questo caso, però, vanno fatte le opportune distinzioni, in quanto molto dipende dal modo in cui laviamo i piatti.

Ad esempio, alcune persone lavano i piatti senza chiudere il rubinetto per tutta la durata del lavaggio, mentre altre riempiono uno dei due lavelli per lasciare i piatti in ammollo, aprendo il rubinetto solamente al momento del risciacquo finale.

Nel primo caso, il consumo di acqua è di gran lunga superiore rispetto alla seconda modalità. Tuttavia, anche in questo caso, utilizzando la lavastoviglie classe A in modo intelligente, a pieno carico e con modalità eco senza asciugatura o pre-lavaggio, il maggiore vantaggio potrebbe arrivare proprio scegliendo questo metodo piuttosto che il classico metodo manuale.

 

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Quanto consumano gli elettrodomestici di casa
Consumi

Gli elettrodomestici sono apparecchi utilissimi ma hanno un impatto notevole sulla bolletta. In un periodo di crisi energetica e di forti rincari dei prezzi di luce e gas, sapere quanto consumano è molto importante per far quadrare i conti. Dal forno alla lavatrice, dal frigorifero all’impianto di riscaldamento, scopriamo quanto consumano gli elettrodomestici di casa e come utilizzarli in modo intelligente per risparmiare, riducendo sprechi e costi.