Polietilene traspirante, la nuova frontiera green della moda

Polietilene traspirante, la nuova frontiera green della moda

Fonte immagine: Unsplash

Il polietilene diventa un tessuto dalle capacità incredibilmente traspiranti e dai costi contenuti, un prodotto sostenibile ed ecologico.

Plastica al servizio della moda, nuova vita per il polietilene che da semplice involucro per alimenti presto diventerà tessuto traspirante per gli abiti.

Il materiale noto per le sue qualità idrorepellenti è diventato materia di studio e ricerca per un team internazionale del MIT, che ne ha vagliato le potenzialità. Ottenendo una nuova tipologia di tessuto del tutto ecologica, traspirante, ma anche leggera e particolarmente economica.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista tematica Nature Sustainability, a riconferma della validità del progetto e del materiale finale ottenuto. Queste le parole di Svetlana Boriskina, a capo dello studio:

Il tessuto in PE presentato in questo studio è prodotto da fibre filate e tessute con le macchine tipiche dell’industria tessile, e non necessita di rivestimenti chimici. […] Non esistono sul mercato tessuti in polietilene ed è proprio questo che rende il nostro prodotto interessante, perché ci permette di introdurre il PE nel mercato tessile.

Polietilene traspirante, tessuto leggero ed ecologico

Lo studio ha fatto emergere come i tessuti PE monomaterici possano trasformarsi in un’alternativa molto valida per una moda sostenibile, non solo per la leggerezza, ma anche per la capacità di riciclo e i costi contenuti. La lavorazione del PE grezzo in polvere ha favorito un’operazione di fusione che ha generato una minima ossidazione, il PE è diventato leggermente idrofilo e questo ha agevolato la lavorazione e l’ottenimento di un filato.

Un tessuto che si è rivelato maggiormente traspirante, leggero, ma anche più ecologico del cotone, anche per l’assenza di acqua durante la fase di colorazione. Minori consumi, minore inquinamento, un lavaggio a freddo di pochi minuti a soli 10 gradi e la possibilità di riciclare lo stesso abito a fine ciclo vitale. Il team attende solo l’interesse di qualche multinazionale così da lanciare questo tessuto innovativo sul mercato.

Fonte: Focus

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle