Greenstyle Sostenibilità Consumi Riciclo strumenti musicali: come arredare casa o crearne di nuovi

Riciclo strumenti musicali: come arredare casa o crearne di nuovi

Riciclo strumenti musicali: come arredare casa o crearne di nuovi

Fonte immagine: Unsplash

Il riciclo degli strumenti musicali è un’attività che, negli ultimi anni, ha conquistato sempre più appassionati in tutto il mondo. Date le loro forme singolari, questi oggetti sono infatti perfetti per rinnovare l’arredamento domestico con degli elementi originali e appariscenti, unici nel loro genere. Al contempo, recuperando materiali di scarto si possono creare degli strumenti del tutto nuovi, per concedersi ore interminabili di piacevole musica.

Le idee per riutilizzare un vecchio strumento musicale all’interno della casa, oppure per costruirne uno partendo da materiali recuperati, sono davvero le più svariate. E anche se non si fosse dei musicisti, recuperare questi oggetti non è affatto difficile: i mercatini delle pulci ne sono ad esempio molto forniti.

Strumenti musicali: librerie e mensole

Custodia di chitarra

Il progetto più semplice per recuperare vecchi strumenti musicali è sicuramente quello di realizzare librerie e mensole, così da arredare la propria abitazione in modo semplice, economico e creativo.

L’idea più immediata è quella di recuperare dei tamburelli, oppure degli elementi di vecchie batterie ormai non più funzionali, e trasformarli in piccoli piani per libri e souvenir. È sufficiente bucarli lateralmente con il trapano o l’avvitatore, per poi fissarli al muro con delle viti fischer sufficientemente resistenti. Se lo si desidera, si possono dipingere i lati con della vernice acrilica o, ancora, abbellirli con delle immagini da découpage e tanta colla vinilica.

Una vecchia custodia per chitarra, soprattutto se di materiale rigido come legno o cuoio, può invece trasformarsi in una splendida libreria. Il primo passo prevede l’eliminazione del coperchio anteriore, semplicemente svitando le apposite cerniere laterali. Si fissano quindi all’interno dei ripiani in compensato, utilizzando dei supporti a vite laterali a “L”, dopodiché si appende la custodia al muro sempre armandosi di resistenti viti fischer.

Vasi dagli strumenti a fiato

Tromba

Con gli strumenti a fiato, in particolare se dotati di coppa molto ampia, si possono invece ottenere degli originalissimi vasi. Anche da appendere alla parete, per ottenere un perfetto effetto cornucopia, con le proprie varietà vegetali preferite pronte a cadere morbidamente dallo stesso vaso.

Adatte a questo scopo sono le trombe, ma anche sassofoni, corni, tromboni e molto altro. Meglio se realizzati in ottone, facilmente malleabile a seconda delle proprie esigenze. Si inizia stringendo la base della coppa, aiutandosi con delle pinze oppure una piccola pressa per metalli: in questo modo, quando verrà inserita la terra per fiori, rimarrà bloccata all’altezza desiderata senza cadere sul pavimento. A questo punto lo strumento si fissa a parete nella posizione desiderata, aiutandosi con normali ganci a mezzaluna chiusi, come quelli solitamente impiegati per garantire la tenuta di ringhiere e parapetti per finestre.

Lampade dai piatti

Piatto batteria

I piatti musicali, si tratti di elementi da banda oppure recuperati da vecchie batterie, possono essere facilmente trasformati in splendide lampade. Nel dettaglio, questi oggetti sono ideali per ricreare un elegante paralume, senza nemmeno doversi preoccupare del surriscaldamento generato della batteria poiché ricavati in metallo.

Per una lampada da soffitto, è sufficiente approfittare del foro presente sulla sommità del piatto, quello che normalmente ospita l’asta della batteria oppure i manici per il trasporto a mano. Si fa passare all’interno del buco il cavo elettrico e, a questo punto, si applica la parte di sostegno per la lampadina.

Per abat-jour o lampade da tavolo il procedimento è pressoché analogo, basta approfittare dello scheletro già esistenti sulle lampade a propria disposizione ed effettuare sul piatto dei fori in corrispondenza dei punti di contatto, approfittando di un trapano dotato di punta per metalli.

Strumenti fai da te dal riciclo: percussioni

Bongo

Se invece si desidera costruire degli strumenti musicali approfittando del riciclo creativo di altri materiali, le percussioni rappresentano di certo il progetto più semplice e facile da realizzare. Anche qualora si vogliano creare degli strumenti musicali per bambini, così da regalare loro tante ore di sonoro divertimento.

Ad esempio, con una vecchia botte di piccole dimensioni si può ricavare un originalissimo bongo. Il coperchio superiore della botte dovrà essere sostituito con un panno da percussione, disponibile in ogni negozio di prodotti musicali, da fissare a lato con dei chiodini o con dei giri di corda e della colla a caldo. Il legno laterale può essere invece smerigliato e decorato a piacere.

Una vecchia cassa in legno, come quelle da trasporto, può invece diventare un piacevole cajon: si tratta di una percussione di origine peruviana dalla semplice forma rettangolare. Da vecchi vasetti in legno, invece, nascono delle maracas: è sufficiente riempirli con una manciata di riso, chiudere l’estremità aperta con del cartoncino e della colla a caldo, per poi dipingere il tutto con della vernice acrilica ad alta resistenza.

Strumenti fai da te per bambini: la chitarra

Chitarra giocattolo

Infine, un’idea perfetta per uno strumento fai da te dedicato ai bambini: una splendida chitarra da materiali di riciclo. Un giocattolo più che un oggetto dedicato agli audiofili, ma pronto a regalare momenti di grande divertimento ai più piccoli.

Basta recuperare una vecchia scatola, anche delle scarpe, e praticare un foro centrale. Dopodiché, sul lato destro corto del contenitore, si incolla un lungo tubo in cartoncino, che servirà come manico o tastiera della chitarra giocattolo. Le corde possono infine essere riprodotte con dei coloratissimi elastici.

Seguici anche sui canali social