Piante semplici da curare: i migliori esemplari per beginners

Piante semplici da curare: i migliori esemplari per beginners

Fonte immagine: Pixabay

Anche chi pensa di non avere il pollice verde può circondarsi di piante e fiori: basta scegliere gli esemplari più facili da gestire.

Tenere alcune piante in casa, in balcone o in giardino genera numerosi vantaggi, dal punto di vista decorativo e non solo. Spesso a frenare il desiderio di allestire un piccolo spazio verde è la scarsa dimestichezza con il mondo delle piante e delle coltivazioni in genere, tuttavia anche i meno esperti in materia possono dedicarsi a queste attività senza temere di non avere il pollice verde. Il segreto per iniziare è cimentarsi nella cura di alcune piante semplici da gestire, esemplari che richiedono pochissime attenzioni sono in grado di ravvivare l’ambiente e portare non pochi benefici.

Aloe vera

L’aloe vera è molto conosciuta per le sue proprietà benefiche e i principi attivi utilizzati per la cura della pelle e non solo. Non è una pianta particolarmente impegnativa, può essere tenuta sia in casa sia all’aperto purché si faccia attenzione alle temperature. Un clima troppo rigido, infatti, rischia di nuocere alla pianta. L’aloe vera è in grado di tollerare anche temperature intorno ai trenta gradi ma patisce le correnti d’aria fredda. La facilità di gestione deriva anche dal fatto che questa pianta non necessita di potature, mentre l’unica attenzione riguarda l’apporto di acqua: è opportuno annaffiarla in modo moderato e a seconda della temperatura esterna, senza mai eccedere per non generare ristagni d’acqua. Il terriccio dovrebbe essere sempre umido, ma non è indicato bagnare le foglie. Il gel contenuto all’interno delle foglie dell’aloe vera può essere utilizzato per diverse necessità, tuttavia è preferibile non adoperare fertilizzanti chimici proprio per non intaccare le potenzialità di questo rimedio naturale particolarmente efficace.

Gerani

Gerani

I gerani fanno bella mostra di sé nella maggior parte dei balconi estivi. Oltre a essere molto decorative e colorate, queste piante sono semplici da curare e da gestire: una delle poche accortezze riguarda la scelta del vaso, che dovrebbe essere abbastanza ampio in modo tale da consentire uno sviluppo adeguato delle radici. Le annaffiature, invece, devono essere limitate al periodo estivo previa verifica delle condizioni del terreno, procedendo con l’apporto di acqua solo nel momento in cui risulta asciutto.

Sansevieria

Sansevieria

Perfetta per arredare gli interni, la sansevieria ricorda la struttura delle piante grasse e ha la straordinaria capacità di purificare l’aria. È importante fornirle acqua solo quando il terreno appare asciutto, evitando di collocarla all’esterno se la temperatura è molto bassa.

Piante aromatiche

Le piante aromatiche sono facili da gestire e si rivelano molto utili in cucina. Perfette da esporre sul balcone o perfino sul davanzale delle finestre, si caratterizzano per una notevole resistenza sebbene ci siano alcune differenze in base alla specie. Tra le più facili da curare si annoverano il basilico, la salvia, il timo e l’origano. Chi ha un po’ di spazio in giardino, inoltre, può optare per una pianta di alloro, scenografica e aromatica.

Consigli utili

Si si appresta ad accogliere in casa una o più piante per la prima volta, dovrebbe sempre tenere a mente alcune regole generali da seguire:

  • evitare di esagerare con le annaffiature, che possono arrecare molti danni qualora si accumuli eccessivo liquido nel sottovaso. Osservando le foglie e toccando con mano il terriccio ci si accorge dell’effettivo fabbisogno d’acqua;
  • non tutte le piante amano ricevere luce solare diretta tutto il giorno, pertanto è sempre meglio informarsi rivolgendosi a un esperto;
  • allo stesso tempo, non bisognerebbe tenere completamente al riparo dalla luce le piante che si hanno in casa, prestando attenzione soprattutto nei lunghi periodi di assenza.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle