Greenstyle Alimentazione Ricette Menu di Natale: dall’antipasto al dolce, le 6 ricette più gustose per non sbagliare

Menu di Natale: dall’antipasto al dolce, le 6 ricette più gustose per non sbagliare

Menu di Natale: dall’antipasto al dolce, le 6 ricette più gustose per non sbagliare

Fonte immagine: Pixabay

Le feste sono alle porte ed anche quest’anno siamo tutti alla ricerca di  un menù di Natale con ricette sfiziose da proporre ai nostri ospiti. Soprattutto durante il classico cenone della Vigilia o per il pranzo di Natale. Hai già qualche idea? Preparerai piatti tipici della tradizione o magari sceglierai delle ricette originali e moderne? Porterai in tavola il classico panettone, magari accompagnato da un buon caffè per concludere il pasto, o ti cimenterai nella preparazione di un dolce natalizio più elaborato?

Qualunque cosa tu scelga di preparare, di certo potrebbe tornarti utile qualche idea in più per trarre la giusta ispirazione!

Prima di dare un’occhiata al menù per il pranzo di Natale, diamo uno sguardo ai piatti tradizionali che gli italiani portano in tavola durante questo particolare periodo dell’anno.

Qual è il piatto tipico di Natale in Italia?

In realtà non c’è un solo piatto tipico di Natale. L’Italia è la patria della buona cucina e da Nord a Sud tutti noi abbiamo ricette particolarmente care, tipiche della tradizione regionale. Dei manicaretti che ci piace portare in tavola durante il periodo delle feste.

Ad esempio, i canederli tirolesi sono molto apprezzati in questo periodo dell’anno. Si tratta di gnocchi di pane (preparati con del pane raffermo) che dovresti gustare assolutamente se ti trovi in Trentino-Alto Adige. Più a sud, in Sicilia, Natale è sinonimo di Falsomagro, un rotolo di carne farcita con tritato, mortadella, lardo, uova sode e formaggio.

In Emilia Romagna invece non è Natale senza i tortellini in brodo di cappone alla bolognese, una ricetta tipica che scalda il cuore e mette d’accordo grandi e bambini.

Dopo aver fatto un piccolo viaggio fra le ricette più buone della tradizione, vediamo cosa mangiare il giorno di Natale, per rendere davvero magico il pranzo insieme ai tuoi amici e parenti!

Cosa si mangia il 25 Dicembre? E quale sarà il migliore menù per la vigilia di Natale? Di seguito puoi trovare alcune ricette sfiziose da portare in tavola durante questi giorni di festa.

Partiremo con un antipasto tipico della tradizione siciliana, ovvero l’insalata di arance, e proseguiremo con delle uova alla diavola, seguite da spaghetti con alici o tortellini in brodo, per andare incontro a tutti i gusti, per poi finire con una buona polenta e un dolce perfetto per Natale.

Prendi dunque il tuo grembiule e preparati a scoprire i sapori della tradizione!

Gli antipasti di Natale per stupire i tuoi ospiti

Cominciamo con una buona insalata di arance e con delle uova alla diavola, due ricette facili da preparare, ma anche gustose e invitanti. Vediamo la lista degli ingredienti e il procedimento da seguire.

La ricetta dell’insalata di arance

Insalata di arance
Fonte: Pixabay

L’insalata di arance è un piatto tipico siciliano, e si rivelerà adatto come antipasto per un menù di Natale vegetariano o vegano. A prima vista potrebbe sembrarti un piatto tipicamente estivo, ma in realtà viene consumato in inverno, quando ci sono le arance più buone. Vediamo quali sono gli ingredienti necessari e il procedimento. Una piccola anticipazione: questa insalata di Natale è facilissima da preparare!

Ingredienti

  • Arance tarocco: 1 kg
  • Una cipolla rossa
  • Olive nere: 80 grammi
  • Olio EVO
  • Sale e pepe.

Procedimento

La preparazione dell’insalata di arance è molto semplice. Per prima cosa, bisognerà sbucciare e pulire la cipolla, tagliarla a striscioline e metterla in ammollo per una quindicina di minuti, in modo da addolcirne il gusto.

Nel frattempo potrai sbucciare le arance eliminando la pellicina bianca. Taglia ogni spicchio a metà e mettili da parte. Quindi, elimina il nocciolo dalle olive e unisci queste ultime alle arance. Aggiungi le fettine di cipolla scolate e asciugate, e condisci il tutto con olio EVO, sale e pepe.

Ecco pronta l’insalata di arance. Se lo desideri, potrai insaporirla ulteriormente aggiungendo anche delle fettine di finocchio. Il gusto ti conquisterà.

Uova alla diavola ricetta

Ecco un altro antipasto di Natale facile da preparare, ovvero le uova alla diavola, un piatto a prova di principiante. Vediamo quali sono gli ingredienti e il procedimento.

Ingredienti

  • 5 Uova
  • Tonno sottolio sgocciolato: 100 grammi
  • Olive nere: 25 grammi
  • Prezzemolo
  • Peperoncino piccante: la punta di un cucchiaino
  • Paprika.

Procedimento

Innanzitutto, prepariamo le uova sode. Durante la cottura, potrai dedicarti al ripieno. In una ciotola versa il tonno, le olive tagliate a pezzettini molto piccoli, il prezzemolo, il peperoncino e una spolverata di paprika. Schiaccia tutto per bene usando una forchetta e mescola per amalgamare i sapori.

Quindi, sbuccia le uova e tagliale a metà facendo attenzione a non romperle. Estrai il tuorlo, aggiungilo al tonno e mescola. Aiutandoti con un cucchiaino, riempi nuovamente gli albumi con l’impasto che hai realizzato. Spolvera il tutto con una piccola quantità di paprika, guarnisci con del prezzemolo e gusta.

E passiamo adesso ai primi piatti per Natale. Per il nostro pranzo o per la cena della vigilia, ti proponiamo due ricette tradizionali, ovvero quella dei tortellini in brodo e quella degli spaghetti con le alici. In questo modo, soddisferai il palato di chi desidera un menù di Natale di Pesce e quello degli amanti della carne. Diamo un’occhiata da vicino a queste due ricette.

Tortellini in brodo per Natale

Come abbiamo accennato, i tortellini in brodo sono un piatto tipico dell’Emilia Romagna, ma in realtà vengono preparati in tutte le Regioni a Natale. Vediamo quali sono gli ingredienti necessari e i passaggi per prepararli.

Ingredienti per 4 persone

  • Farina: 350 grammi
  • Uova: 4 grandi
  • Lonza di maiale: 100 grammi
  • Prosciutto crudo: 100 grammi
  • Mortadella: 100 grammi
  • Parmigiano grattugiato: 100 grammi
  • Un cucchiaio di burro
  • Noce moscata
  • Brodo di carne
  • Sale e pepe.

Procedimento

Prepariamo innanzitutto la pasta. Per farlo, versa in una planetaria la farina, 3 uova e il sale, e impasta finché non avrai ottenuto un panetto liscio. La pasta dovrà riposare sotto un canovaccio pulito per almeno 30 minuti.

Nel frattempo ci porteremo avanti con il lavoro, e prepareremo il ripieno. In una padella metti il burro e fai rosolare la carne per alcuni minuti. Quando sarà ben cotta, lasciala raffreddare. Quindi, versala in un mixer insieme ai salumi. Dopo versa il tutto in una ciotola e aggiungi parmigiano, noce moscata e l’uovo, mescolando per bene gli ingredienti.

L’impasto è pronto per essere trasformato in ottimi tortellini! Prendi 150 grammi di pasta e stendila sul tagliere, quindi passala più volte nella sfogliatrice per renderla meno spessa possibile. A questo punto, con una rotella crea dei quadrati di 3 centimetri per lato, versa un cucchiaino di ripieno e chiudi a forma di triangolo. Schiaccia per bene i bordi e crea infine la classica forma del tortellino. Procedi allo stesso modo con il resto della pasta.

Cuoci i tortellini nel brodo di carne per una manciata di minuti, quindi mettili in un piatto e servi.

Spaghetti con alici e mollica

Ed ecco un piatto stuzzicante, tipico della cucina calabrese, perfetto per sorprendere i tuoi ospiti a Natale. Stiamo parlando degli spaghetti con le alici, una ricetta deliziosa e adatta per il pranzo o per la cena di Natale. Diamo un’occhiata agli ingredienti necessari e ai passaggi da eseguire per prepararli!

Ingredienti per 4 persone

  • Spaghetti 400 grammi
  • Peperoncino fresco (un pezzetto)
  • Acciughe sotto sale
  • Aglio
  • Pangrattato 100 g
  • Prezzemolo (un rametto)
  • Sale
  • Olio EVO.

Procedimento

Iniziamo tostando la mollica. In una padella antiaderente versa un filo d’olio e l’aglio schiacciato, fai rosolare e aggiungi il pangrattato. Mescola con un cucchiaio di legno, facendo in modo che la mollica non si bruci. Quando avrà assunto un colore dorato, sarà pronta. In una padella a parte, sempre con un filo d’olio, fai rosolare il peperoncino con mezzo spicchio di aglio. Aggiungi 4 filetti di acciughe sgocciolate e fai cuocere per qualche minuto.

È il momento di preparare la pasta. In una pentola porta a bollore l’acqua, quindi versa gli spaghetti, e quando saranno cotti al dente, scolali e aggiungili nella padella con aglio, olio, peperoncino e alici. Mescola il tutto facendo amalgamare bene i sapori, quindi unisci la mollica e il prezzemolo. Se il piatto dovesse sembrarti troppo asciutto, aggiungi mezzo mestolo dell’acqua di cottura della pasta.

Cosa mangiare di secondo a Natale?

Passiamo ai secondi piatti. Per Natale ti proponiamo un altro piatto tradizionale, e cioè la polenta con baccalà. Pur essendo diffusa in tutta Italia, la Polenta è particolarmente apprezzata nella parte settentrionale dello Stivale, dove viene preparata in tanti modi differenti e con diversi abbinamenti. La ricetta che ti proponiamo sposa il gusto deciso della polenta con quello del baccalà.

Polenta con baccalà: la ricetta per Natale

Polenta con baccalà
Fonte: Pixabay

Prendi il grembiule e preparati a creare una ricetta gustosa per un secondo piatto nutriente e buonissimo. Vediamo quali sono gli ingredienti e il procedimento da seguire.

Ingredienti

  • Baccalà ammollato: 1 Kg
  • Passata di pomodoro: mezzo litro
  • Aglio: 1 spicchio
  • Una cipolla bianca
  • Olio EVO
  • Sale
  • Farina 00: 2 cucchiai
  • Farina gialla per polenta: 250 grammi
  • Acqua: 1 litro.

Procedimento

Come prima cosa bisognerà sciacquare il baccalà sotto l’acqua, quindi asciugalo delicatamente e controlla che non abbia spine. Taglia il pesce a pezzetti di circa 5 centimetri, e infarinali con la farina 00. Versa un filo di olio EVO in padella e fai friggere. A cottura ultimata potrai dedicarti al contorno.

In una padella metti 2 cucchiai di olio, aggiungi l’aglio e la cipolla tagliata a fettine sottili. Fai rosolare fin quando la cipolla non sarà cotta, quindi aggiungi il baccalà e fai cuocere per 20 minuti, girandolo delicatamente di tanto in tanto per farlo dorare da entrambi i lati.

Nel frattempo, in una pentola a parte potrai preparare la polenta. Fai bollire un litro di acqua con un pizzico di sale e versa a pioggia la polenta mescolando in modo che non si formino grumi. Quando la polenta sarà pronta, versala in un piatto e, su di essa, adagia il baccalà aggiungendo un mestolo di sugo. Buon appetito!

Dolci natalizi facili

Per finire, un pranzo di Natale non può dirsi concluso senza un buon dolce natalizio. Di certo i tuoi ospiti avranno portato ottimi panettoni e liquori, ma per chiudere il pasto in bellezza non possiamo farci mancare un tiramisù diverso dal solito.

Il tiramisù sfizioso

Il tiramisù
Fonte: Pixabay

Siamo arrivati alla fine del nostro menu natalizio. Per concludere il pranzo (o la cena), ti proponiamo la ricetta di un tiramisù bianco buonissimo! Questo dolce sarà perfetto anche per i tuoi ospiti vegetariani. Come al solito, diamo un’occhiata agli ingredienti e agli step da seguire.

Ingredienti

  • Savoiardi: 200 grammi
  • Mascarpone: 250 grammi
  • Zucchero: 40 grammi
  • Uova: 2 tuorli e un albume
  • Cioccolato bianco: 90 grammi
  • Latte: 150 ml.

Procedimento

Fai sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria, quindi mettilo da parte e lascialo raffreddare leggermente. Nel frattempo, in una ciotola versa i tuorli e lo zucchero, mescola con la frusta fino a ottenere una consistenza spumosa. Aggiungi il mascarpone a temperatura ambiente e mescola fino a formare una crema. Aggiungi infine il cioccolato bianco fuso, continuando a mescolare.

In una ciotola a parte versa l’albume e montalo a neve, quindi aggiungilo alla crema.

Adesso dedicati ai savoiardi. Bagnali velocemente nel latte e – esattamente come faresti per un tiramisù tradizionale – disponili in una teglia in ordine. Una volta terminato il primo livello, coprili con un mestolo di crema e procedi man mano, strato dopo strato.

È il momento di far riposare il tiramisù in frigo. Coprilo con della pellicola e mettilo al fresco per almeno 5 ore. Dopodiché, potrai decorarlo e servirlo insieme a una buona tazzina di caffè o liquore.

Seguici anche sui canali social