Greenstyle Casa & Giardino Casa Riciclo Latte scaduto, come utilizzarlo: idee e consigli

Latte scaduto, come utilizzarlo: idee e consigli

Latte scaduto, come utilizzarlo: idee e consigli

Fonte immagine: Pixabay

Può capitare di avere a disposizione del latte scaduto che non si è riusciti a consumare entro la data di scadenza e che non può essere utilizzato per scopi alimentari. Cosa fare? Gettarlo via non è mai la soluzione giusta, infatti sebbene consumare il latte andato a male possa rivelarsi dannoso per la salute, i possibili utilizzi alternativi sono davvero numerosi.

La normativa vigente impone 6 giorni di scadenza per il latte fresco, pertanto è più facile non riuscire a consumarlo per tempo. Avere in dispensa alcuni cartoni di latte a lunga conservazione scaduto, tuttavia, non è un evento raro. Per capire se il latte scaduto da un giorno può ancora essere consumato, ad esempio, è necessario effettuare alcune semplici verifiche.

Innanzitutto, è necessario annusare il liquido per escludere eventuale acidità, procedendo poi con il controllo visivo per individuare eventuali grumi. Riscaldando il liquido, inoltre, è possibile individuare la formazione di cattivi odori o il rilascio di sieri che sono generalmente indice di latte avariato e di latte rancido.

Come utilizzare il latte scaduto

Yogurt e latte

Se bere latte scaduto non è mail una buona idea, è sempre possibile riciclarlo e adoperarlo per la pulizia della casa, per la cura personale o per il giardinaggio. Sia il latte fresco scaduto sia il latte Uht scaduto si rivelano utili, ad esempio:

  • come fertilizzante naturale per le piante: miscelato con l’acqua, il latte scaduto può essere usato per concimare le piante fornendo nutrimento a base di vitamine e minerali;
  • per la pulizia dell’argenteria: se il latte acido fa male alla salute, può invece aiutare a lucidare gli oggetti d’argento semplicemente immergendovi posate, ciotole e altri utensili ossidati dopo aver aggiunto succo di limone;
  • riparare la porcellana: il latte guasto può limare le crepe degli oggetti in porcellana, semplicemente immergendoli nel liquido bollente per circa un’ora;
  • per rinnovare gli oggetti in pelle: borse e scarpe, ma anche divani e poltrone, possono ritrovare energia e vitalità grazie al latte scaduto. È sufficiente utilizzare un panno imbevuto di latte e strofinarlo con delicatezza sulle superfici, facendo asciugare bene prima di ripassare con un panno pulito e asciutto;
  • per smacchiare e sgrassare in modo naturale: per togliere macchie difficili dagli indumenti basta immergerli in una bacinella riempita con acqua e latte per alcune ore, risciacquando e procedendo poi con il lavaggio abituale. Per sgrassare, invece, si può adoperare una miscela a base di latte e farina d’avena.

Rimedi di bellezza con il latte avanzato

Lavare il viso

Le ricette con il latte avanzato efficaci per la cura del viso e del corpo non mancano, basti pensare alla preparazione di maschere astringenti unendo al liquido del succo di limone, oppure preparando un composto a base di latte scaduto, panna liquida e frutta frullata da applicare sulla pelle per idratare a fondo.

Un altro rimedio antico, evergreen e facile da usare, è dato dall’utilizzo del latte direttamente nella vasca da bagno per nutrire e sbiancare la pelle, ma anche come lenitivo in caso di irritazioni provocate dalle punture di insetto e dalle scottature. Applicato sulla zona interessata, aiuta a sfiammare e a ridurre l’eventuale prurito.

Seguici anche sui canali social