Mobili fai da te per la casa: idee di riciclo creativo

Mobili fai da te per la casa: idee di riciclo creativo

Fonte immagine: Pexels

Mobili fai da te per la casa, idee di riciclo creativo per ottenere librerie, scaffali, divani, tavoli e separé da vecchi materiali.

Curare l’arredamento e i mobili della propria casa è fondamentale per sentirsi sempre protetti e a proprio agio, magari approfittando di originali idee di riciclo creativo. D’altronde, sul mercato le proposte diventano sempre più standardizzate: dominano infatti quelle catene di arredo low-cost, con mobilia pressoché uguale per ogni cliente e dalla personalità ridotta. Per trasformare il proprio appartamento in un luogo dalla forte identità e dallo stile unico rispetto alle altre abitazioni, perché non approfittare allora di qualche idea fai da te?

Realizzare alcuni mobili fai da te è relativamente semplice, anche per chi non avesse particolare dimestichezza con il bricolage. Basterà scegliere i materiali giusti e armarsi di grande pazienza. Di seguito, qualche consiglio utile.

Mobili fai da te: librerie e scaffali

Scaffale

Il primo passo per recuperare materiali destinati ai rifiuti per arredare l’appartamento è, come facile intuire, costruire librerie e scaffali. Questo perché i materiali di recupero a disposizione sono davvero abbondanti, per il massimo sfogo alla creatività.

Si comincia recuperando delle assi in legno – sia verniciate che grezze, a seconda delle esigenze – da ridipingere, se necessario. Si tagliano quindi due assi a circa 120-150 centimetri d’altezza, per realizzare il lato lungo della libreria, aggiungendone altri due di circa 80 centimetri di lunghezza.

Ottenuti i materiali, si realizza un parallelepipedo verticale, che fungerà da struttura per costruire la piccola e originale libreria. Per farlo, si uniscono i due lati lunghi con quelli corti con delle viti autofilettanti, verificando che la struttura sia sufficientemente stabile. A questo punto si dipinge lo scheletro ottenuto con la vernice acrilica di propria preferenza e, tramite gli appositi gancini per armadi, si realizzato le mensole interne in compensato.

Per realizzare uno scaffale da parete, invece, è sufficiente invece recuperate assi in legno, smerigliarle con la carta vetrata e dipingerle con vernice trasparente. I piani ottenuti possono essere quindi avvitati su supporti da parete in metallo, disponibili nei negozi di bricolage.

Tavolini con il bricolage

Tavolo

I tavolini rappresentano uno dei mobili immancabili nelle case degli italiani, magari da posizionare davanti al divano per adagiare riviste, telecomandi o semplicemente una bottiglia di birra mentre si guarda in TV la propria competizione sportiva preferita.

Per farlo, è sufficiente recuperare una scatola da imballaggio in legno compensato, dotata di lati e angoli rinforzati in metallo. L’altezza massima dovrà essere all’incirca di 20 o 40 centimetri, mentre la lunghezza è sicuramente variabile alle proprie esigenze.

A questo punto si smeriglia il box in legno con della carta vetrata, per evitare le fastidiose schegge, e si dipinge il tutto con della vernice fissante trasparente oppure colorata. Per il piano d’appoggio si può recuperare del vetro spesso, da adagiare semplicemente sula scatola, oppure realizzarlo tramite l’accostamento di assi in legno, magari in modo irregolare, fissando infine il tutto alla base con delle viti autofilettanti.

Poltrone e divani con i pallet

Pallet

In ogni casa che si rispetti non possono mancare comode poltrone e divani, facili da realizzare da zero grazie al riciclo creativo dei pallet. Questi strumenti per l’imballaggio si trovano in quantità davvero abbondanti: le piccole aziende ne hanno sempre a disposizione un surplus, tanto da essere spesso pronte a regalarli.

Per realizzare un divano o una poltrona, è sufficiente tagliare a metà un pallet, così da ottenere due porzioni di dimensioni identiche. Per farlo, è necessario procedere con cautela e le dovute protezioni, evitando così di ferirsi. Una delle porzioni servirà come base, l’altra come poggiaschiena: per unirle in un forma a “L”, si possono usare chiodi o viti autofilettanti. Infine, è sufficiente dipingere con della vernice acrilica trasparente o della propria tonalità preferita.

Area giochi per bambini e animali domestici

Cane e gatto, casa

L’arredamento sostenibile passa anche dalla separazione degli spazi, ad esempio realizzando una piccola area giochi per i più piccoli oppure un vano dove gli animali domestici possano trovare privacy e ristoro.

Il primo passo consiste nel creare dei separé mobili in compensato, da sfruttare per dividere gli spazi quando necessario. Le dimensioni possono essere di circa un metro in altezza, per una larghezza variabile a seconda delle proprie esigenze.

Per mantenere il separé in posizione verticale, serve ricreare con del legno dei funzionali piedi d’appoggio, da avvitare sul compensato alla base, anche con supporti di tipo a “L”. A questo punto, si levano tutte le imperfezioni con della carta vetrata e si colora con la vernice acrilica di propria preferenza. Per un’area dedicata ai più piccoli, si può optare anche per loro decorazioni, ad esempio con composizioni di mani immerse nelle tempera. I più audaci possono anche sostituire i piedini verticali con delle rotelle, affinché il separé possa essere spostato agilmente in altre stanze della casa.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle