Greenstyle Sostenibilità Consumi Henné per i capelli: quando usarlo, pro e contro

Henné per i capelli: quando usarlo, pro e contro

Henné per i capelli: quando usarlo, pro e contro

Fonte immagine: Istock

L’hennè è la più famosa tra le erbe tintorie, dal colore verde e l’odore intenso, simile all’argilla, ricavata dalla Lawsonia inermis. Viene usato da secoli in India e in Medio Oriente non solo per colorare i capelli ma anche per renderli più forti e resistenti.

L’henné a differenza delle tinte chimiche, non ha un effetto permanente, pian piano il colore, ad ogni lavaggio, apparirà sempre meno intenso; ecco perché la frequenza di applicazione consigliata è una volta al mese.

Henné per capelli: pro e contro

Non solo tatuaggi, l’henné viene utilizzato anche per tingere i capelli o, a seconda della consistenza, dargli un effetto ramato. Il grande vantaggio è che, al contrario delle tinte chimiche, l’applicazione frequente rende i capelli più forti, invece di rovinarli. Il colore è meno duraturo ma la chioma apparirà ogni giorno più luminosa.

Se le chiome castane e nere possono godere dei caldi riflessi dell’henné, coloro che hanno i capelli biondi devo usare qualche accortezza, per evitare di incorrere in piccole problematiche che potrebbero rovinare la loro preziosa colorazione di capelli.

In generale, però, sono più i vantaggi che gli svantaggi: elimina l’effetto crespo e conferisce un effetto liscio naturale. Inoltre, illumina e regola la produzione di sebo, risultando particolarmente indicato per coloro che hanno i capelli a tendenza grassa. L’henné rende i capelli più spessi perché i suoi pigmenti coloranti legandosi alla cheratina, riempiono le squame dei capelli e, di conseguenza, li rendono più corposi.

Infine l’ultimo aspetto da considerare che forse convincerà gli indecisi: l’effetto della ricrescita è meno netto. Proprio perché sbiadisce, non forma una linea precisa di colore tra i capelli. L’henné non scade, tuttavia nel tempo, per esempio a distanza di un paio d’anni dall’acquisto, può perdere colore quindi occhio prima dell’utilizzo… per il resto, via libera!

Seguici anche sui canali social