Gatto Egiziano (Egyptian Mau): carattere e pedigree

Gatto Egiziano (Egyptian Mau): carattere e pedigree

Fonte immagine: Unsplash

L'Egyptian Mau è un gatto di origini antiche dall'incredibile eleganza, amante del movimento e dell'attività: ecco carattere e pedigree.

Il gatto Egiziano, noto anche come Egyptian Mau oppure Mau Egiziano, è un felino dall’indiscutibile fascino ed eleganza. La sua è un’indole discreta ma affettuosa: nonostante la timidezza apparente, è un gatto molto fedele e coccolone che può vantare origini antiche sin dai tempi delle piramidi. Insieme all’Abissino è un felino di chiare origini egiziane: nella storia i due si sono spartiti il ruolo di gatto più amato dagli dei e dallo stesso popolo egizio.

Caratteristiche

Il gatto Egiziano possiede una corporatura medio piccola e può pesare dai tre ai cinque chili: il corpo è snello e longilineo con pelo corto, morbido e setoso, mentre la colorazione vira dal silver al bronzo, dal pewter fino allo smoke. Sono presenti bande di colore diverse con disegno a scaglie di pesce, in aperto contrasto cromatico con la tonalità del pelo: la testa è piccola e tonda con orecchie appuntite, quindi con occhi a mandorla dal verde intenso. Sulla fronte è presente un disegno che ricorda una “M,” che prosegue su collo e sulla schiena. Fisicamente appare tonico e atletico, con zampe sinuose che presentano un lembo di pelle molle, in particolare nella zona tra il fianco e le ginocchia delle zampe posteriori.

Personalità

Egyptian Mau
liz west via Wikipedia

Gatto dall’indole attenta e curiosa, è in grado di tenere tutto sotto controllo: non è un animale morboso ma affettuoso e gentile. All’inizio può risultare timido e scostante, ma è parte integrante del suo carattere e della sua indole indipendente, che gli permette di regolarsi anche con il cibo nutrendosi senza appesantire il corpo ed ingrassare. Molto atletico, è un animale attivo e bisognoso di muoversi, saltare e arrampicare, ma non disdegna il relax con l’amico umano a cui si lega profondamente seguendolo anche con lo sguardo. Non ama molto l’aggressività e l’intrusione da parte di altri gatti e persone estranee, per questo bisogna rapportarsi con rispetto.

Cure e Pedigree

Il gatto Egyptian Mau non richiede cure particolari, ama farsi spazzolare e possiede un appetito formidabile, ma è in grado di autoregolarsi in fatto di porzioni e quantitativi. Accoglie con entusiasmo la vita in appartamento ma patisce un po’ i cambi di stagione, mentre la gravidanza delle femmine risulta un po’ particolare, perché partorisce un po’ dopo la scadenza consueta e allatta i piccoli molto a lungo. Nonostante sia particolarmente diffuso in America, in Egitto e in Europa, stenta a decollare in Italia, dove la richiesta è ancora un po’ blanda come il numero degli allevamenti. Risulta un esemplare abbastanza raro e il costo si può aggirare intorno ai 1.500-1.800€.

Origini

Egyptian Mau
Malcolm Ginderivative via Wikipedia

Il gatto era molto amato anche nell’antichità, tanto da trovare spazio in alcuni dipinti presenti in tombe egizie del 1567 a.C. Tutelato da leggi severe, veniva venerato perché rappresentazione delle divinità più amate o fedele amico delle stesse, insieme all’Abissino ha sempre trovato un posto di rilievo nella vita dei faraoni dell’epoca. Si pensava che la “M” presente sulla sua fronte fosse la rappresentazione decorativa di uno scarabeo, per questo era considerato magico ed il preferito dalla dea Chepea. Protettore di granai e cibarie, è sempre stato amato e viziato da tutta la popolazione, trovando diffusione anche in Europa fino alla seconda Guerra Mondiale, che minò la sua esistenza. Deve la sua sopravvivenza all’interessamento della principessa russa Natalie Troubetskoy che ne importò alcuni esemplari a Roma, facendoli accoppiare con la sua gatta proseguendo così la stirpe, quindi diffondendoli anche in USA, dove si trasferì in un secondo momento.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cucciolo di cane allevato da una gatta