Fertilizzante liquido fatto in casa: preparalo in pochi step

Fertilizzante liquido fatto in casa: preparalo in pochi step

Fonte immagine: Pixabay

Ricette e istruzioni per preparare in casa un ottimo fertilizzante liquido in grado di favorire la crescita sana e rigogliosa delle piante.

Per favorire la crescita sana e rigogliosa delle piante, in giardino così come nei vasi esposti in balcone, è fondamentale prestare attenzione all’esposizione al sole, all’apporto d’acqua e naturalmente alle singole esigenze di cura che caratterizzano ciascuna specie. Anche utilizzare un fertilizzante efficace, tuttavia, riveste un’importanza determinante per assicurare alle piante tutto il nutrimento di cui hanno bisogno.

Sono essenzialmente tre gli elementi ritenuti determinanti per la crescita delle piante, rispettivamente azoto, potassio e fosforo. Un fertilizzante liquido dovrebbe avere la funzione di integrare questi componenti, favorendone il corretto assorbimento.

Vantaggi del fertilizzante liquido

Rispetto al concime solido, infatti, il fertilizzante liquido vanta alcuni vantaggi: viene assorbito immediatamente dalla pianta e può essere fornito non appena si manifestano alcuni “sintomi” legati alle carenze nutrizionali, inoltre può essere somministrato direttamente sul terreno senza che siano necessarie operazioni di scavo o smottamento. Sebbene in commercio esistano diversi fertilizzanti liquidi già pronti all’uso, è possibile preparare questo tipo di concime direttamente in casa utilizzando solo componenti naturali, generalmente sostanze di scarto. Non esiste solo una ricetta di fertilizzante liquido per le piante. Vediamo alcune “ricette” facili da mettere in pratica e di sicura efficacia.

Macerato di ortica

Le ortiche rappresentano una ricca fonte di nutrimento per le piante e possono diventare l’ingrediente primario di un fertilizzante liquido efficace. Per prepararlo occorrono mezzo chilo di ortiche fresche tagliate a piccoli pezzi e 10 litri di acqua. Dopo aver riempito un secchio d’acqua, è necessario inserire all’interno le ortiche e lasciarle macerare preferibilmente al sole, coprendo il liquido con una retina. Trascorsi alcuni giorni, durante i quali il liquido deve essere mescolato regolarmente, è necessario filtrare il liquido e utilizzarlo sulle piante nelle ore serali.

Bucce di banana e acqua di cottura

Ricchissime di potassio, le bucce di banana sono perfette per realizzare un fertilizzante liquido in totale autonomia. È sufficiente triturare le bucce e metterle a macerare all’interno dell’acqua di cottura delle verdure, solo nel caso in cui provengano da agricoltura biologica o siano coltivate nel proprio orto. È fondamentale, infatti, che non siano presenti pesticidi o sostanze chimiche. Il liquido filtrato può essere usato sul terreno direttamente attraverso uno spray. In generale, l’acqua di cottura delle verdure rappresenta un utilissimo rimedio per rendere più brillante il verde delle foglie, usandola anche semplicemente per irrigare purché sia priva di sale.

Fondi di caffè e acqua

Un’altra ricetta efficace per ottenere in casa un ottimo fertilizzante liquido si basa sull’utilizzo dei fondi di caffè, ricchi di sostanze nutritive tra cui molti minerali come magnesio, azoto e potassio. È sufficiente riempire un secchio di acqua e aggiungere circa due tazze di fondi di caffè lasciati asciugare, utilizzando il liquido solo dopo un paio di giorni. Oltre al caffè, anche altri fondi possono essere impiegati con successo per fertilizzare le piante in modo naturale: fanno parte di questa categoria i residui delle bottiglie di vino o i fondi dei cartoni del latte, ma anche l’interno dei filtri del tè.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle