Elefante stressato distrugge nove automobili

Elefante stressato distrugge nove automobili

Fonte immagine: Pixabay

Un elefante stressato ha raggiunto una cittadina cinese, distruggendo nove automobili: pare fosse arrabbiato per l'impossibilità di accoppiarsi.

Un elefante stressato ha raggiunto una piccola cittadina cinese, distruggendo ben nove autovetture. È quanto è accaduto a Meng’a, una località perlopiù rurale della provincia cinese dello Yunnan, lo scorso 24 marzo. Secondo gli esperti, il pachiderma potrebbe aver sfogato la sua frustrazione per l’impossibilità di trovare un partner con cui accoppiarsi: durante la stagione degli amori, infatti, questi animali possono diventare particolarmente pericolosi.

L’incidente è stato testimoniato dagli abitanti della cittadina, i quali si sono armati di smartphone per riprendere le scorribande dell’elefante, condividendo poi il girato sulla piattaforma di social networking cinese Weibo. Secondo le ricostruzioni delle autorità locali, l’esemplare sarebbe stato escluso dal proprio branco da un maschio rivale, sviluppando una certa frustrazione per l’impossibilità di concludere un accoppiamento.

Sebbene l’animale non abbia dimostrato degli atteggiamenti estremamente aggressivi, nel suo passaggio per le strade della cittadina cinese è riuscito a danneggiare e a distruggere ben nove automobili. Ribattezzato Xiang San, il pachiderma è rimasto nel centro urbano per poco più di trenta minuti, per poi dirigersi verso la vicina vegetazione. Secondo alcune testimonianze, l’elefante si sarebbe ripresentato nella zona qualche giorno più tardi, dimostrando però un umore ben più pacifico.

Non è la prima volta che nella provincia dello Yunnan si verificano degli incontri ravvicinati tra gli elefanti e la popolazione: nel 2017, ad esempio, un caso analogo aveva destato le preoccupazioni dei cittadini, così come quelle degli agricoltori. Gli elefanti, infatti, spesso fanno irruzione nei campi coltivati facendo incetta di verdura e ortaggi, rovinando i raccolti. Si tratta della conseguenza della sempre più estesa urbanizzazione, che porta alla riduzione degli habitat naturali per le specie selvatiche: gli animali, nel tentativo di trovare riparo e cibo, si vedono quindi costretti ad avvicinarsi alle abitazioni e alle strutture umane.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!