Greenstyle Sostenibilità Detersivi ecologici: di cosa sono fatti e guida per acquistarli

Detersivi ecologici: di cosa sono fatti e guida per acquistarli

Scegliere detersivi ecologici, biodegradabili e naturali significa dare una mano al Pianeta e proteggere l'ambiente, anche quando laviamo il bucato o i pavimenti. Ma quali sono i detersivi naturali, e come scegliere quelli più sostenibili?

Detersivi ecologici: di cosa sono fatti e guida per acquistarli

Fonte immagine: iStock

Da diversi anni, il numero di aziende che propongono detersivi ecologici, biodegradabili e “green” è cresciuto a dismisura. In commercio possiamo trovare decine di marche differenti, quasi tutte caratterizzate da simboli o colori che richiamano alla mente il concetto di “sostenibilità ambientale“. Una fogliolina verde qui, un packaging marrone o verde pastello là, e parole chiave come “100% naturale”, “ecologico”, “riciclabile” e così via.

Riuscire a scegliere i detersivi ecologici migliori, in quest’abbondanza di saponi e flaconi, non è sempre facile.

Cosa bisogna guardare per scegliere il detersivo più adatto alle proprie esigenze? Da bravi consumatori attenti quali siamo, possiamo prendere in considerazione più elementi per compiere una scelta ragionata e utile per proteggere l’ambiente.

In questo articolo scopriremo quali sono i detersivi che non inquinano e come scegliere prodotti davvero sostenibili per pulire la nostra casa.

Perché scegliere detersivi ecologici?

detersivi casa
Fonte: iStock

Quando si parla di detersivi e saponi, il primo problema da considerare è senz’altro l’impatto che questi prodotti potrebbero avere sull’ambiente e sulla nostra salute.

Un largo uso di prodotti chimici, detersivi e spray potrebbe favorire lo sviluppo di allergie e malattie respiratorie. In molti casi, alcuni prodotti possono scatenare reazioni cutanee, oppure irritazioni agli occhi o alla gola.

Inoltre, quando vanno a finire negli scarichi, questi prodotti possono inquinare la falda acquifera e, in molti casi, i terreni nei quali spesso vengono riversati.

Un altro problema è legato allo smaltimento dei contenitori, spesso di plastica riciclabile ma difficili da eliminare completamente.

Scegliere un prodotto ecologico, magari una semplice ricarica, incide positivamente e determina un minore impatto sull’ambiente.

Quali sono i detersivi ecologici in commercio?

Come dicevamo, ormai è facile riuscire a trovare detersivi che non inquinino l’ambiente e che non danneggino la salute. Perlopiù si tratta di prodotti a base di ingredienti naturali, semplici e di origine vegetale, come:

  • Acido citrico
  • Bicarbonato di sodio
  • Sapone di Marsiglia
  • Oli essenziali e vegetali.

Gli eco-saponi sono spesso disponibili in versioni altamente “concentrate”, da diluire con acqua al momento dell’utilizzo, in modo da evitare l’utilizzo di packaging ingombranti.

Di solito, i detersivi ecologici non sono testati sugli animali, contengono solo ingredienti di origine biologica, e sono spesso contenuti in confezioni biodegradabili o realizzate con parti completamente riciclate e/o riciclabili.

Un’alternativa ai prodotti confezionati del supermercato, è rappresentata senz’altro dai detersivi ecologici alla spina. Puoi trovarli facilmente nei negozi bio o nelle grandi catene di supermercati.

Spesso questi saponi provengono da una filiera corta. Per ridurre l’impatto ambientale, infatti, è sempre consigliabile optare per prodotti ecologici locali, in modo da diminuire le emissioni di gas serra legate al trasporto.

detersivi ecologici
Fonte: iStock

Come scegliere i migliori detersivi che non inquinano?

Tirando le somme, quali elementi dovremmo tenere in considerazione nella scelta dei migliori detersivi sostenibili?

Di seguito abbiamo stilato una comoda lista di fattori chiave da tenere in considerazione:

  1. Lista degli ingredienti: opta per detersivi a base di ingredienti completamente naturali, biodegradabili e ipoallergenici.
  2. Certificazioni: per scegliere i prodotti più in linea con i nostri valori, possiamo consultare le eventuali certificazioni di sostenibilità. Controlla che il prodotto che desideri acquistare sia certificato da enti riconosciuti, e che riporti il marchi come “Bio”, “Ecolabel”, “ICEA”, “cruelty free” e altre garanzie di sostenibilità ambientale.
  3. Imballaggio: scegli saponi confezionati in packaging amici dell’ambiente, biodegradabili e privi di plastiche o microplastiche. Se presente, la plastica dovrebbe essere riciclata.
  4. Cerca informazioni sull’azienda produttrice: per non cadere nel tranello del greenwashing, dai un’occhiata al sito web dell’azienda, e cerca informazioni da fonti attendibili e oggettive in merito all’impegno di quest’ultima per la salvaguardia dell’ambiente.

Infine, se hai tempo e voglia, potresti provare a creare dei detersivi ecologici per la casa con le tue mani.

Utilizzando ingredienti naturali come aceto, bicarbonato di sodio, acido citrico, sapone di Castiglia, alcol denaturato e sapone di Marsiglia, potrai creare il tuo kit multiuso, per avere una casa sempre pulita e un mondo più “verde”.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Lavare i piatti senza detersivo: trucchi e consigli ecosostenibili
Consumi

I prodotti che normalmente troviamo in commercio possono essere realizzati anche in casa con ingredienti naturali e senza detersivo. Anche lavare semplicemente i piatti può diventare un modo per iniziare ad avere uno stile di vita green, più sostenibile e più consapevole. Possiamo usare degli ingredienti naturali che tutti abbiamo in casa e che ci consentiranno di avere stoviglie sempre pulite, brillanti e igienizzate. Senza inquinare l’ambiente.