Greenstyle Sostenibilità Risparmio Guida definitiva su come risparmiare energia elettrica

Guida definitiva su come risparmiare energia elettrica

Guida definitiva su come risparmiare energia elettrica

Fonte immagine: Pixabay

Le bollette che aumentano stanno preoccupando un po’ tutte le famiglie. Perché all’improvviso accendere una luce in casa potrebbe rappresentare un costo che non tutti possono permettersi. C’è addirittura chi ha ricevuto bollette triplicate rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I costi della materia prima sono aumentati, ma anche gli sprechi. Oggi vogliamo fornirti le indicazioni più utili su come risparmiare energia elettrica.

Nella nostra guida definitiva vogliamo svelarti tutti quei trucchi e quei segreti che consentono non solo di pagare meno la prossima volta che sarà emessa una bolletta dell’energia elettrica, a casa o al lavoro. Ma anche di evitare di sprecare una risorsa, rendendo il tuo impatto sull’ambiente decisamente minore.

Sei pronto a scoprire come risparmiare energia elettrica giorno dopo giorno in casa e come insegnare a chi abita con te a fare lo stesso?

Come risparmiare energia elettrica ogni giorno

È fondamentale risparmiare energia elettrica ogni giorno. In primo luogo per abbattere i costi di una bolletta che diventa di volta in volta sempre più pesante. Ma anche per proteggere il pianeta. Produrre e consumare energia ha un prezzo elevato anche in termini di sostenibilità, per questo non dovremmo mai sprecare corrente elettrica e prestare attenzione a ogni nostro comportamento, a casa, al lavoro e in ogni luogo.

Per prima cosa è bene valutare il proprio contratto. Così da capire se si può rimodulare o se è il caso di cambiare compagnia. Magari scegliendo un’azienda che rifornisce le nostre case con energia pulita, proveniente da fonti rinnovabili.

E poi bisognerebbe smetterla con tutte quelle azioni e quei gesti che non fanno altro che sprecare corrente. A volte nemmeno ci rendiamo conto di quanto paghiamo per energia che in realtà non stiamo usando. Imparare a risparmiare energia elettrica ogni giorno e insegnare ai bambini a scuola, magari durante le lezioni di educazione civica, l’importanza di comportamenti consapevoli è fondamentale.

Come consumare meno elettricità in casa?

A casa sono molte le azioni a cui prestare attenzione per iniziare fin da subito a consumare meno elettricità in casa. Nel dettaglio quello che possiamo fare si riassume in questi 8 punti:

  1. Scegliere elettrodomestici di ultima generazione a risparmio energetico.
  2. Utilizzare gli elettrodomestici solo quando effettivamente serve e mai a carico semi vuoto.
  3. Staccare le spine quando non si utilizzano i dispositivi elettronici.
  4. Spegnere le luci quando si esce da una stanza.
  5. Acquistare dispositivi smart che ci aiutano a contenere i consumi di energia.
  6. Capire bene come funziona la tariffazione del proprio contratto di fornitura.
  7. Dotarsi di pannelli solari e impianti fotovoltaici quando possibile, per produrre energia pulita direttamente in casa (i costi di installazione si possono ammortizzare in poco tempo).
  8. Acquistare dei misuratori di energia elettrica per abitazioni per capire quanto consumiamo ogni giorno.

Ma vediamo più attentamente cosa fare e cosa non fare per evitare bollette salate.

Come risparmiare energia elettrica in casa
Fonte: Pixabay

Come risparmiare energia elettrica in casa

Come risparmiare energia elettrica con le fasce orarie

Alla stipula di un contratto con un fornitore di energia elettrica dovresti leggere attentamente le condizioni prima di firmare. Molte forniture, infatti, prevedono diverse fasce orarie, con differenti costi dell’energia consumata. Si tratta di giorni e orari della settimana in cui si può risparmiare di più sulla bolletta, azionando gli elettrodomestici in questi momenti e non in altri di maggiore consumo, per i quali è prevista una tariffa superiore.

Di solito le fasce orarie più care per consumare energia elettrica sono quelle diurne. In questo momento della giornata il consumo di elettricità è elevato, perché aziende, fabbriche e negozi lavorano. Di notte, invece, la domanda è minore, così come lo è nei giorni festivi. Questo influisce sui prezzi dell’energia elettrica e conoscere orari e giorni della settimana in cui il costo è inferiore aiuta a risparmiare un po’ in bolletta.

Ma naturalmente dipende da che tipo di fornitura hai e quali sono le condizioni: leggendo il contratto o chiamando il numero verde del servizio clienti del tuo fornitore di energia elettrica potrai saperne di più e quindi iniziare a risparmiare rimodulando le tue abitudini in casa.

Quali sono gli orari per risparmiare energia elettrica?

Le fasce orarie per la fornitura dell’energia elettrica sono 3:

  • F1, dalle 8 alle 19 dei giorni festivi il prezzo dell’energia elettrica è il più alto in assoluto, perché questo orario è considerato di punta.
  • F2, dalle 19 alle 8 dei giorni feriali, l’energia elettrica costa di meno rispetto alla tariffa F1.
  • F3, durante i weekend e i giorni festivi il costo è ancora più basso.

Oltre alla tariffa luce bioraria, che utilizza le fasce orarie sopra descritte, esistono anche contratti in cui è prevista la tariffa monoraria, con un prezzo uguale tutto il giorno, che ogni fornitore stabilisce.

Come risparmiare energia elettrica con lo scaldabagno

Se in casa hai uno scaldabagno elettrico devi sapere che l’energia utilizzata da questo indispensabile apparecchio potrebbe rappresentare il 18% della bolletta finale. Per risparmiare energia con lo scaldabagno dobbiamo valutare molti fattori in fase di acquisto, manutenzione e utilizzo:

  • Preferisci sempre uno scaldabagno elettrico istantaneo, senza serbatoio, e non ad accumulo con serbatoio, molto più efficiente dal punto di vista energetico.
  • Opta per un apparecchio delle dimensioni giuste per le tue esigenze e la tua abitazione, considerando quante persone vivono in casa.
  • Scegli scaldabagni di ultima generazione con un’efficienza energetica maggiore. Se in casa ne hai uno vecchio, potresti cambiarlo con uno più recente.
  • Isolare il serbatoio dell’acqua calda è un ottimo sistema per abbattere i costi energetici derivanti dal suo utilizzo.
  • Tieni il termostato del serbatoio a una temperatura più bassa: 120 gradi bastano.
  • Non sprecare l’acqua calda usando aeratori del rubinetto e soffioni a basso flusso.
  • Ricordati di eseguire sempre una corretta e puntuale manutenzione del tuo impianto.
  • Non tenerlo sempre acceso. Quando non ti serve, spegnilo oppure sfrutta il timer se il modello di scaldabagno della tua casa ne ha uno.

Come risparmiare energia elettrica con il condizionatore

In estate un condizionatore in casa ci aiuta a respirare e vivere meglio nelle giornate più calde e afose. Spesso non riusciamo a rinunciare alla sua compagnia, l’importante è saperlo usare. Quando accendiamo il condizionatore, infatti, è bene che tutte le finestre di casa siano chiuse, così da non disperdere l’aria fresca. Opta sempre per la modalità deumidificatore, così da proteggere l’ambiente e anche il conto in banca.

Se non sei in casa spegni il condizionatore, per poi accenderlo quando rientri. Rinfresca velocemente gli ambienti, inutile sprecare energia. Infine, non scegliere temperature troppo basse. ne va anche della tua salute.

Quando si risparmia a fare la lavatrice?

La lavatrice è un elettrodomestico che ci ha salvato letteralmente la vita, ma consuma energia, anche tanta. Dobbiamo prestare attenzione a prendere alcuni piccoli accorgimenti. Per risparmiare su ogni lavatrice azionata devi ricordarti di:

  • usare una temperatura bassa, 30° e 40° sono più che sufficienti per la maggior parte dei nostri indumenti
  • riempire la lavatrice sempre a pieno carico
  • eliminare il prelavaggio se non è necessario
  • prevedere una centrifuga più leggera

Se devi adoperare la lavatrice, infine, occhio a quando accendere l’elettrodomestico. Se il tuo fornitore di energia elettrica prevede delle fasce orarie di prezzo (leggi sopra), devi azionare gli elettrodomestici nelle ore a costo più basso.

Come risparmiare con l’asciugatrice

Se devi asciugare i panni puoi fare molto per risparmiare la corrente elettrica consumata. Usa l’asciugatrice solo quando è necessario: se fuori ci sono sole e vento, a meno che tu non abbia un balcone, stendi sempre i panni all’aria aperta, azionando l’elettrodomestico solo quando è freddo, piove ed è umido.

In più, ricordati di mettere dentro solo panni che sono stati centrifugati in lavatrice, così da rendere il processo di asciugatura più veloce. Non impostare programmi a massima temperatura, scegli sempre gradi in meno.

Quando si risparmia a fare la lavastoviglie?

La lavastoviglie ci aiuta a mettere tutto in ordine dopo colazione, pranzo e cena lavando posate, piatti, bicchieri, pentole e tutti gli accessori per la cucina al nostro posto. A quale costo però? Come ogni altro elettrodomestico ha bisogno di elettricità per funzionare. Per risparmiare un po’ in bolletta senza rinunciare al suo prezioso aiuto, ecco i consigli da seguire:

  • Scegli lavastoviglie a basso consumo.
  • Prima di caricare la lavastoviglie togli i residui di cibo, così da usare lavaggi con temperature più basse e cicli più veloci.
  • Prediligi i lavaggi veloci a freddo.
  • Riempi sempre a pieno carico la lavastoviglie, non azionarla se è mezza vuota.
  • Pulisci sempre il filtro della lavastoviglie, così da garantire una lunga durata e un’efficienza migliore per il tuo elettrodomestico.
  • Evita l’asciugatura con aria calda. Se apri lo sportello il ciclo di lavaggio dura 15 minuti in meno e tu risparmi il 45% di energia.

Come evitare di sprecare energia con computer, modem e videogame

La tecnologia in casa è sempre più presente. Non solo con elettrodomestici utili a tenere tutto pulito, a preparare i pasti o a garantire benessere tra le mura domestiche. Spesso lavoriamo a casa con computer e altri device o ci rilassiamo davanti alla tv o giocando con i figli ai videogame.

Per evitare di sprecare energia con tutti questi dispositivi elettronici, i consigli sono tanti:

  • Stacca la batteria del computer e usa il cavo di collegamento solo quando utilizzi il pc, così da non sprecare energia caricando il computer portatile di continuo.
  • Imposta sul computer l’opzione dedicata al risparmio energetico, verificando tutte le impostazioni.
  • Disattiva lo screensaver, perché consuma energia.
  • Spegni il computer se non lo usi per qualche ora.
  • Stacca la connessione a internet se non ti serve.
  • Usa una presa multipla con pulsante di accensione e spegnimento così da staccare computer, stampanti e modem con un semplice gesto ed evitare lo spreco degli apparecchi in stand by.
  • Tutte le lucine rosse degli apparecchi in stand by devono essere spente.
  • Non lasciare collegati alla corrente telefonini, console e altri apparecchi se non stanno più caricando. E ricordati anche di scollegare i cavi.

Lo sapevi, poi, che i computer portatili hanno un consumo energetico inferiore rispetto ai computer fissi?

Come risparmiare energia in cucina

Tanti i consigli degli esperti anche per risparmiare energia elettrica in cucina. Se abbiamo già visto cosa fare con la lavastoviglie, ecco altri accorgimenti che dobbiamo prendere:

  • Scegli modelli a basso consumo di frigoriferi e freezer. Il frigo è l’elettrodomestico che consuma di più, in quanto funziona senza sosta. Opta per modelli con classi energetiche migliori.
  • Non aprire e chiudere di continuo il frigorifero.
  • Scongela sempre i cibi nel frigo, non solo per la sicurezza degli alimenti che consumi, ma anche per aiutare la temperatura a mantenersi bassa.
  • Non posizionare mai il frigorifero vicino a una fonte di calore.
  • Il freezer deve essere riempito il più possibile perché a carico pieno consuma di meno.
  • Se usi il forno elettrico non aprirlo di continuo e preferisci la cottura ventilata.
  • Evita usando il forno la funzione di preriscaldamento.
  • Pulisci il forno dopo ogni utilizzo, perché i residui di cibo aumentano il consumo di energia quando è acceso.
  • Il forno a microonde è utile in un’ottica di risparmio, perché consuma la metà rispetto ai forni tradizionali e i tempi di cottura sono ridotti.
Dispositivo per risparmiare energia elettrica
Fonte: Pixabay

Dispositivo per risparmiare energia elettrica

Lo sapevi, poi, che in commercio ci sono dei dispositivi utili da tenere in casa per risparmiare ogni giorno energia elettrica? Si tratta di apparecchi facili da installare che misurano i consumi elettrici effettivi e vanno ad agire direttamente sugli elettrodomestici che consumano di più.

Devi sapere, infatti, che in casa ci sono apparecchi che di solito sono in grado di usare più corrente rispetto agli altri come lavatrice, phon, stufa, frigorifero e anche la macchina del caffè. Tramite i misuratori di corrente wireless possiamo monitorare ogni giorno i nostri elettrodomestici e capire quando è ora di cambiarli con alternative più performanti.

I dispositivi che possiamo acquistare per le abitazioni domestiche, per risparmiare un po’, sono anche le prese intelligenti, le lampadine smart, valvole termostatiche, stabilizzatori di corrente, luci led wireless. Ma anche i dispositivi che si possono collegare tramite app al telefonino o governare attraverso assistenti vocali, come Alexa.

Come risparmiare energia 10 trucchi da non dimenticare

Oltre ai suggerimenti che ti abbiamo dato in precedenza, ecco altri 10 trucchi per risparmiare energia che devi assolutamente conoscere:

  1. Stacca sempre le spine dalle prese di corrente e non lasciare mai i dispositivi elettronici in stand by, perché fino al 75% del consumo totale di elettricità potrebbe derivare proprio dall’energia consumata “a nostra insaputa”. Prova a inserire le spine in una presa multipla con interruttore, così da spegnerlo quando non ti serve.
  2. Ricordati sempre di dotarti di elettrodomestici di ultima generazione, a basso consumo. La dicitura che devi trovare è Classe A+++, Classe A++ e Classe A+.
  3. Sostituisci le vecchie lampadine con quelle a basso consumo. E quando puoi sfrutta la luce del sole.
  4. Utilizza con consapevolezza gli elettrodomestici, evitando di lasciarli accesi o collegati quando non serve.
  5. Associa alle prese elettriche un contatore di energia.
  6. Usa programmi ECO nei tuoi elettrodomestici per risparmiare energia.
  7. Stira solo il necessario: è anche un’ottima scusa per non dover fare un’attività che la maggior parte delle persone odia.
  8. Insegna a tutti i componenti di casa, bambini compresi, come si risparmiare energia. Devi farlo non solo per non spendere cifre esorbitanti in bolletta, ma anche per proteggere la Terra.
  9. Installa pannelli solari, impianti fotovoltaici e cappotti termici intorno alla casa per migliorarne l’efficienza energetica a 360 gradi.
  10. Se il tuo gestore di energia non ti soddisfa, prova a cambiare gestore chiedendo prima dei preventivi e leggendo le recensioni dei consumatori che già si sono affidati a tali aziende.

Ci vuole poco per risparmiare su questa voce di spesa che sta diventando insostenibile per molte famiglie italiane.

Seguici anche sui canali social