• GreenStyle
  • Salute
  • Colon irritabile: cosa mangiare e dieta per curare l’infiammazione

Colon irritabile: cosa mangiare e dieta per curare l’infiammazione

Colon irritabile: cosa mangiare e dieta per curare l’infiammazione

Il colon irritabile è una infiammazione cronica del colon: seguire alcune indicazioni di dieta è utile per controllare i sintomi come diarrea e gonfiore.

Il colon irritabile è una infiammazione cronica del colon che si manifesta con dolori e gonfiore alla pancia, stitichezza o anche, al contrario, diarrea. Fino a qualche tempo fa si pensava che la sindrome del colon irritabile fosse causata dallo stress. Oggi questo rapporto causa effetto è escluso, ma è noto che lo stress può peggiorare l’intensità dei sintomi o anche riacutizzarli.

Analizziamo tutti i dettagli riguardanti questo fastidioso disturbo, molto diffuso fra la popolazione:

Sintomi di Colon Irritabile

I sintomi di chi soffre di colon irritabile sono molto spesso migliorabili con il solo controllo della dieta. In merito alla scelta degli alimenti sono utili alcune indicazioni generali, ma è importante sapere come, soprattutto in un primo momento, sia molto conveniente tenere un “diario alimentare” per tenere nota di cosa sia mangia, quali alimenti o abbinamenti sembrano peggiorare i sintomi oppure migliorarli.

Colon infiammato: cibi da evitare

Caffè
Caffè via Pixabay

Fra i vari cibi che possono contribuire a peggiorare i sintomi del colon irritabile, si elencano:

  • latte e derivati;
  • dolcificanti, come ad esempio il sorbitolo;
  • frutta che tende a fermentare come cachi, uva bianca e nera, fichi, castagne, ciliegie, anguria, melone e prugne;
  • verdura di difficile o lunga digestione, soprattutto cavolfiori, carciofi, spinaci, cipolla, rucola, cetrioli, sedano;
  • spezie piccanti e non;
  • bevande stimolanti come caffè o te;
  • bibite gasate, contenenti o meno cola e caffeina.

Quando sono solo il latte ed i suoi derivati a peggiorare i sintomi è molto probabile che l’infiammazione al colon sia dovuta all’intolleranza al lattosio: in questo caso potrebbe essere utile mangiare yogurt, che rispetto al latte e al formaggio, contiene fermenti che facilitano proprio la digestione del lattosio.

Colon Irritabile: cosa mangiare

Tè alla menta
Tè alla menta via Pixabay

Tra gli alimenti invece consentiti per trattare la sindrome, si elencano:

  • pesce magro;
  • carne, bianca magra ed anche privata del grasso visibile;
  • uova;
  • verdura, fatta eccezione per quanto potrebbe fermentare come ad esempio i cavolfiori o i legumi con la buccia;
  • frutta, soprattutto la mela per l’elevato contenuto di pectina;
  • pasta, riso ed altri cereali integrali, anche se in alcuni pazienti potrebbero causare un peggioramento dei sintomi.

Oltre a questi cibi, vi sono alcune norme e consuetudini che possono migliorare la sintomatologia del colon irritabile.

  • evitare pasti troppo abbondanti e anche i lunghi periodi di digiuno;
  • bere molto e, oltre che scegliere bene gli alimenti, alimentarsi in modo regolare facendo anche una certa attenzione agli orari;
  • mangiare con calma, preferibilmente seduti a tavola;
  • fare regolare esercizio fisico e se possibile anche una passeggiata dopo il pasto.

Infiammazione al colon: rimedi naturali

In aggiunta alla scelta degli alimenti e agli accorgimenti a tavola è utile, soprattutto nei periodi di peggioramento dei sintomi per stress, ansia o ritmi opprimenti, bere un decotto di radici di malva, anche ogni sera. Questa pianta ha note proprietà anti-infiammatorie e lenitive.

Nel corso della giornata, sempre per tenere sotto controllo i sintomi della sindrome, un altro rimedio naturale efficace è l’infuso di melissa. Quest’ultimo andrebbe bevuto 2 volte al giorno, preferibilmente dopo i pasti principali.

Una recente ricerca americana dell’Università del Michigan, infine, ha dimostrato come 2 grammi di estratto di zenzero al giorno siano efficaci nel ridurre i sintomi e anche i marcatori dell’infiammazione tipicamente rilevabili in chi soffre di colon irritabile.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Come eliminare la ruggine in modo naturale e veloce