Carnevale senza plastica: idee fai da te

Carnevale senza plastica: idee fai da te

Fonte immagine: Pixabay

Carnevale, festeggiarlo senza plastica aiuta l'ambiente: ecco tutte le idee per una celebrazione priva di contaminazioni.

La festa di Carnevale è ormai alle porte e, così come vuole la tradizione, arriva il momento di abbandonare la routine quotidiana per indossare maschere e divertirsi con simpatici scherzi. Anche questa celebrazione può essere però amica dell’ambiente, prestando attenzione ai materiali utilizzati: ad esempio, si può programmare una giornata di festeggiamenti completamente priva di plastica. Ma quali sono le idee di fai da te più indicate per raggiungere questo scopo?

Sono moltissimi i consigli che si possono seguire per organizzare delle celebrazioni di Carnevale completamente prive di plastica, molte delle quali anche avvalendosi del riciclo creativo. Di seguito, qualche consiglio.

Coriandoli e stelle filanti

Coriandoli

Coriandoli e stelle filanti sono due elementi decorativi immancabili per il Carnevale, un simbolo di questa ricorrenza. Sebbene tradizionalmente questi elementi siano realizzati in carta, negli ultimi anni si sono sempre più diffuse le soluzioni in plastica. Sempre più consumatori sono infatti alla ricerca di coriandoli dalle colorazioni metallizzate, poiché riflettono la luce, o anche stelle filanti in leggera plastica per la loro capacità di raggiungere distanze più elevate quando lanciate.

Purtroppo ci si dimentica come la plastica sia uno dei materiali più inquinanti e, impiegandola per coriandoli e affini, si rischia di contaminare l’ambiente. Per questa ragione, per una festa completamente eco-sostenibile è necessario scegliere unicamente soluzioni in carta, meglio se riciclata.

Idea ancora più amica dell’ambiente è quella di creare in casa questa decorazioni, recuperando vecchi quotidiani, riviste e qualsiasi altra carta sottile sia disponibile in casa. Basta armarsi di foracarta e di forbici, per ricavare cerchietti colorati e lunghe strisce. Ancora, si può sposare il recentissimo trend dei coriandoli vegetali.

Decorazioni per la casa

Decorazioni Carnevale

Non è difficile trovare sul mercato le più svariate decorazioni per Carnevale, tuttavia la gran parte contiene plastica, difficile da smaltire e pericolosa per l’ambiente. È quindi più indicato dedicarsi all’autoproduzione, magari recuperando materiali di scarto abbondantemente disponibili nelle proprie abitazioni.

Ad esempio, da cartone e cartoncino si possono ritagliare maschere, personaggi della tradizione e stelline, da colorare con le tempere preferite e appendere sulle pareti in vista della festa. Con la carta velina si possono invece realizzare dei deliziosi e colorati papillon, magari da portare al collo per un costume da pagliaccio, mentre dalla crespa fiorellini, mascherine e molto altro ancora.

Nelle case non mancano inoltre mai grandi quantità di polistirolo, un materiale che viene normalmente usato negli imballaggi. Anche in questo caso, si possono ritagliare maschere o altri personaggi, da dipingere poi a piacere e posizionare all’interno della casa, ad esempio vicino all’uscio oppure lungo le scale.

Per i più pratici con il fai da te, infine, dai vecchi quotidiani si può ottenere una malleabile carta pesta, per realizzare pupazzi e altre decorazioni anche di grande stazza: i bambini ne saranno felicissimi.

Costumi di Carnevale

Costume di carnevale

Una festa di Carnevale che si rispetti deve prevedere un travestimento. Esistono in commercio i più svariati costumi per questa ricorrenza, ma nella maggior parte dei casi si tratta di abiti prodotti industrialmente e realizzati con fibre sintetiche, poiché lucenti e molto economiche. Queste, tuttavia, sono una della prima cause della diffusione della microplastica: ogni lavaggio in lavatrice di indumenti sintetici, infatti, può rilasciare nell’ambiente fino a 700.000 frammenti del pericoloso materiale.

È quindi più utile lanciarsi nel riciclo creativo, recuperando vecchi abiti dismessi presenti negli armadi e lasciarsi andare alla fantasia. Con un po’ di taglia e cuci, nonché manualità e pazienza, si potranno unire diversi scampoli di stoffa colorata per ottenere un bellissimo abito da Arlecchino. Una vecchia gonna colorata può essere abbellita con del morbido e vaporoso tulle per creare uno splendido abito da bicicletta, mentre un gilet e un paio di jeans strappati possono rappresentare l’outfit perfetto per interpretare un temibile bandito. Le possibilità sono le più varie, basta lasciarsi trasportare dalla creatività.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle