• GreenStyle
  • Mobilità
  • Car Sharing: con le auto elettriche sarà ancora più sostenibile ed efficiente

Car Sharing: con le auto elettriche sarà ancora più sostenibile ed efficiente

Car Sharing: con le auto elettriche sarà ancora più sostenibile ed efficiente

Fonte immagine: iStock

Il car sharing elettrico potrebbe essere la soluzione ideale per rendere l'aria delle nostre città più respirabile, riducendo sensibilmente il traffico.

La mobilità cittadina si evolve, bisogna evitare il traffico congestionato che condiziona le metropoli in questo momento storico; inoltre è sempre più imprescindibile la necessità di avere un parco auto circolante pulito e al passo con i tempi per ridurre la concentrazione di inquinanti dannosi per la salute, e fonte di blocchi del traffico che limitano la libertà di coloro che vivono o frequentano i grandi centri abitati per lavoro o turismo.

Il car sharing elettrico è la soluzione per vivere al meglio la città

Una risposta arriva dal car sharing, che consente di utilizzare l’auto senza possederla, pagandone solamente l’effettivo utilizzo. Ma non è unicamente una questione di spese, che tra imposte varie comunque influiscono sul bilancio di ogni automobilista, si tratta di ridurre l’inquinamento e la produzione di polveri sottili mediante l’utilizzo di auto elettriche che, grazie all’assenza della combustione, non emettono sostanze dannose per la salute durante la marcia. In diverse città d’Europa le proposte non mancano e ci si può spostare nei grandi centri urbani a qualsiasi ora del giorno e della notte a costi vantaggiosi. Sfruttando il mezzo di comunicazione più diffuso, lo smartphone, è possibile avere il quadro delle auto disponibili nelle varie zone dei centri urbani, prenotarle e guidarle. Tra i tanti vantaggi c’è quello relativo al parcheggio, che non solo non si paga, ma rimane sempre disponibile, il motivo è semplice: più persone utilizzano la stessa auto in momenti differenti. Dopo tutto, per quanto tempo lasciamo la nostra auto ferma in città tra uno spostamento e l’altro?

L’esempio del quartiere Werksviertel a Monaco per cambiare il modo d’intendere la mobilità cittadina

Divulgazione, consapevolezza, e volontà di vivere in modo alternativo, rappresentano gli elementi base di ogni cambiamento. Per questo Audi propone nel quartiere Werksviertel di Monaco, un’area all’avanguardia e improntata alla sostenibilità, il servizio “Audi on demand”, che consente di noleggiare una vettura della Casa di Ingolstadt per un periodo che va da 1 a 28 giorni. Per il pagamento si utilizza l’app MOBIKO, dove le aziende possono stabilire un budget per i propri collaboratori che avranno la possibilità di guidare una vettura dei Quattro Anelli nel tempo libero. Oltre a toccare con mano un nuovo modo di affrontare la mobilità, è indispensabile nutrire la coscienza e divulgare i benefici apportati dall’auto elettrica, per questo è stato realizzato anche un pop-up store in un edificio denominato WERK 3. Infatti, solo attraverso un’esperienza completa e immersiva ci sarà una maggiore predisposizione ad un futuro nel quale l’importanza di utilizzare un’auto si sostituirà alla necessità di possederla.

Utilizzare energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili rappresenta un ulteriore passo avanti per azzerare l’inquinamento nelle città

Il massimo della sostenibilità è alimentare le vetture dedicate al car sharing con energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, una soluzione proposta da Volkswagen a Berlino con il servizio WeShare, che vede impegnate 1.500 e-Golf, 500 e-up! e che, da metà anno, si avvarrà anche delle nuovissime ID.3. Con un costo medio di 0,29 euro al minuto, sfrutta un’app dedicata per trovare le vetture, e per utilizzarlo bisogna rispondere ad alcuni requisiti base. Si tratta di un progetto vincente che nel corso dell’anno verrà replicato anche ad Amburgo e a Praga con auto del Brand Skoda.

In collaborazione con MoDo – Volkswagen Group Italia

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Car sharing V2G Nissan, intervista a Bruno Mattucci