Greenstyle Mobilità Bonus Mobilità 2021: tutte le novità in Italia

Bonus Mobilità 2021: tutte le novità in Italia

Bonus Mobilità 2021: tutte le novità in Italia

Fonte immagine: Foto di Pexels da Pixabay

Il Bonus Mobilità è da alcuni anni una realtà importante per quanto riguarda la transizione ecologica. Nello specifico quella fascia che riguarda l’efficienza e la sostenibilità dei trasporti privati.

Confermato anche per il 2021, il Bonus Mobilità rappresenta senz’altro la tipologia di incentivo più consistente e nota. A questo nel corso dell’anno sono state affiancate diverse iniziative sia a carattere regionale che provinciale.

Facciamo il punto della situazione al momento, valutando quello che è stato finora il percorso del sistema incentivante. Da qui si guarderà al futuro del provvedimento e alle misure approvate dai vari enti locali.

Bonus Mobilità

Il 2021 è cominciato con l’apertura di una finestra di rimborso per quegli utenti che non avevano potuto presentare la domanda sul finire del 2020. In base a quanto contenuto nella Legge di Bilancio 2021 sono previsti ulteriori fondi anche per l’anno in corso.

A disposizione dei cittadini aventi diritto saranno incentivi per l’acquisto di auto a ridotte emissioni, scooter elettrici e mezzi della mobilità sostenibile a ingombro limitato (bici, monopattini, segway ecc.).

Bonus Auto 2021, approvato il rifinanziamento

In data 23 luglio è stato approvato dal Senato il Decreto Sostegni bis, che diventa così legge. Tra le altre misure previste anche un nuovo finanziamento per il Bonus Auto, per un ammontare di 350 milioni di euro.

I fondi saranno utilizzabili per acquisti effettuati dal 30 giugno al 31 dicembre 2021. Agli incentivi auto per le vetture nuove si sommeranno quelli per i veicoli usati, purché Euro 6:

  • Auto elettriche e ibride (emissioni da 0 a 60 grammi di CO2 per km) – 60 milioni;
    • Emissioni da 0 a 20 grammi per km, SENZA rottamazione – bonus massimo 6000 euro (4000 Ecobonus + 1000 extrabonus + 1000 sconto del venditore);
    • Da 0 a 20 grammi di CO2 per km, CON rottamazione – bonus massimo 10000 euro (6000 Ecobonus + 2000 extrabonus + 2000 sconto del venditore);
    • Emissioni da 21 a 60 grammi per km, SENZA rottamazione – bonus massimo 3500 euro (1500 Ecobonus + 1000 extrabonus + 1000 sconto del venditore);
    • Da 21 a 60 grammi di CO2 per km, CON rottamazione – bonus massimo 4500 euro (2500 Ecobonus + 1000 extrabonus + 1000 sconto del venditore);
  • Altre autovettura con emissioni tra 61 e 135 g di CO2/km – 200 milioni;
    • Obbligo di rottamazione – Bonus massimo 3500 euro (1500 Ecobonus + 2000 sconto del venditore).

Ulteriori 50 milioni sono stati destinati ai veicoli commerciali, mentre 40 mln all’acquisto di auto usate. In quest’ultimo caso requisito fondamentale sarà la rottamazione di un’auto immatricolata non oltre il 2011. Tale vettura dovrà inoltre appartenere al richiedente o a un familiare convivente, risultante tale dallo stato di famiglia (da almeno 12 mesi).

Il Bonus Auto sarà immediatamente disponibile per l’acquirente, sotto forma di sconto applicato dal venditore.

Traffico auto bici Milano
Fonte: Foto di Igor Saveliev da Pixabay

Bonus Bici e monopattini, si riparte?

In questi giorni stanno circolando nuove indiscrezioni riguardanti un possibile ritorno del Bonus Mobilità sotto forma di incentivi per l’acquisto di biciclette, monopattini e altri mezzi della micromobilità.

Si fa riferimento alla possibilità di usufruire di ulteriori 500 euro a testa per chi sceglie ad esempio bici e monopattini elettrici. A congelare l’entrata in vigore effettiva del nuovo Bonus Bici è attualmente l’assenza di decreti attuativi che liberino le risorse già stanziate all’interno dell’ultima Legge di Bilancio.

Piattaforma Bonus Bici

Il Bonus Bici è stato finora assicurato attraverso l’utilizzo della piattaforma online allestita dal Ministero dell’Ambiente www.buonomobilita.it. Per la registrazione e la richiesta del rimborso sono state richieste finora l’identità digitale SPID, la fattura o scontrino parlante dell’acquisto e infine il codice IBAN del conto corrente sul quale si vorrà far accreditare il rimborso.

Bonus Mobilità regionali e provinciali

Non soltanto incentivi a livello statale, ma anche diverse iniziative per quanto riguarda la mobilità sostenibile a livello regionale e provinciale. Eccone alcuni esempi.

Bonus Auto

A livello regionale uno dei Bonus Mobilità lanciati nel 2021 ha visto protagonista la Lombardia, che il 1 marzo ha lanciato l’iniziativa “Rinnova autovetture e motoveicoli 2021”. Per chi acquista un’auto elettrica a disposizione incentivi fino a 8mila euro.

Si accede all’incentivo lombardo presentando la propria domanda sulla piattaforma Bandionline, che si trova all’interno della categoria Cittadini sul sito regionale (dalla homepage cliccare su “Bandi”, poi su “Infrastrutture e Mobilità”, quindi su “Mobilità e Trasporti Sostenibili”). Il bando ha termine il 31 dicembre 2021 alle 12.

La presentazione della domanda di partecipazione dovrà essere inserita sulla piattaforma Bandionline, presente nella categoria “Cittadini”. Quest’ultima si trova all’interno del bando “Rinnova autovetture e motoveicoli 2021”. I termini per l’inoltro delle richieste sono: a partire dal 1 marzo 2021 alle ore 10, fino al 31 dicembre 2021 (ore 12). Per utilizzare il bonus sono necessari:

  • Identità digitale Spid;
  • Carta d’identità elettronica (Cie);
  • Carta nazionale dei servizi (Cns).

Trascorse 16 ore lavorative per il completamento della registrazione e della profilazione dell’utente si potrà acquistare il mezzo presso il rivenditore presentando il proprio codice fiscale. Il concessionario abilitato inoltrerà la richiesta di bonus in nome e per conto del beneficiario. L’assegnazione avverrà in base all’ordine cronologico di richiesta e fino a esaurimento fondi.

Il Lazio ha stanziato invece 1 milione di euro per l’acquisto di autovetture poco inquinanti, con incentivi che vanno da 1000 a 3500 euro per ciascun veicolo. L’importo varia in funzione delle emissioni dichiarate.

Incentivi auto previsti anche in Veneto, dove si parte da un minimo di 3500 a un massimo di 8000 euro per singolo acquisto. Anche in questo caso la quota di bonus è variabile in funzione del livello di emissioni.

Monopattini elettrici
Fonte: Foto di Kristof Topolewski da Pixabay

Bonus Bici e monopattini, le iniziative locali

Vi sono diverse iniziative a carattere regionale e provinciale in merito all’acquisto di monopattini e biciclette, anche elettrici.

Muvt in Bici a Bari

Insolita iniziativa lanciata a Bari, dove il Bonus Bici assumerà la forma di un rimborso per i chilometri percorsi anziché di uno sconto per l’acquisto. L’iniziativa si chiama “Muvt in bici” e prevede il pagamento di una cifra compresa tra i 2 e i 20 centesimi di euro per km percorso.

Il rimborso ottenuto per km percorso varierà in funzione della tipologia di tratta percorsa e del mezzo utilizzato. Gli importi maggiori verranno ad esempio corrisposti a coloro che percorreranno con una bici tradizionale il tragitto casa-scuola o casa-lavoro. Ecco come funzionerà il meccanismo di rimborso di Muvt in Bici:

  • Biciclette elettriche – È possibile ottenere 10 centesimi di euro per ogni km percorso sulle tratte casa-scuola e casa lavoro; qualsiasi altro tragitto verrà valutato 2 centesimi per chilometro.
  • Bici tradizionali – 20 centesimi per chilometro sulle tratte principali (da e per scuola e lavoro), mentre per le altre l’importo sarà di 4 centesimi/km.

Per ricevere il bonus si dovrà raggiungere una quota rimborso di almeno 20 euro entro la scadenza. Da considerare inoltre che non sarà possibile ottenere più di 1 euro al giorno, per un massimo di 100 euro in 4 mesi.

Tale secondo limite è da considerare in quanto si tratta di un’iniziativa ora attiva, ma che ha durata di 4 mesi appunto (lanciata a inizio 2019 e finora rinnovata). La scadenza attuale è previsto entro il prossimo mese, mentre la successiva entro il 31 dicembre 2021.

Foggi in Bici

“Pagamenti per andare in bici” anche a Foggia, anche se in questo caso si tratta di una fase sperimentale che interesserà soltanto 600 persone. Venti centesimi al chilometro per la tratta casa-scuola/lavoro e 15 per le altre tratte, per un massimo mensile di 30 euro. Non è ancora noto al momento se il provvedimento verrà o meno esteso al resto della popolazione.

Bonus Trento

La Provincia Autonoma di Trento ha lanciato nel 2021 un Bonus Mobilità che assicurava 600 euro ai residenti di Trento, Rovereto, Pergine Valsugana, Riva del Garda e Arco che volessero acquistare una nuova bici, tradizionale o a pedalata assistita. Al momento l’iniziativa risulta sospesa, al fine di valutare la disponibilità dei fondi.

Bonus Mobilità in Piemonte

Il Piemonte ha proposto nei mesi scorsi un proprio Bonus Mobilità regionale. Queste le quattro possibilità offerte dalla giunta piemontese:

  • Sostituzione di un vecchio veicolo con uno nuovo a basso impatto ambientale;
  • Sostituzione di ciclomotori/motocicli con dei nuovi a trazione elettrica;
  • Acquisto di biciclette, biciclette elettriche o biciclette cargo;
  • Rottamazione di ciclomotori/motocicli senza acquisto di nuovi.

Si trattava di bonus fino a 10mila euro, ma il bando è ufficialmente chiuso il 30 giugno 2021. Salvo nuove disposizioni che verranno approvate dalla giunta regionale piemontese.

Bonus Mobilità, gli scooter elettrici

All’interno del Decreto Clima ha trovato posto un Bonus Mobilità a favore degli scooter elettrici. Chi vorrà acquistare un mezzo potrà scegliere due opzioni: con o senza rottamazione di un vecchio scooter Euro 0, 1, 2, 3.

Rottamando un vecchio scooter si potrà usufruire di uno sconto sul prezzo d’acquisto del 40%, con un tetto spesa massimo di 4000 euro. Senza rottamazione la percentuale scende al 30% e il limite di costo a 3000 euro.

Seguici anche sui canali social