Greenstyle Sostenibilità Consumi Balsamo per capelli per uomo: guida alla scelta

Balsamo per capelli per uomo: guida alla scelta

Balsamo per capelli per uomo: guida alla scelta

Fonte immagine: Pixabay

Il balsamo per capelli è ormai entrato da tempo anche nella routine di bellezza dell’uomo. Anche nell’universo maschile vi è infatti sempre più l’esigenza di mostrare una chioma curata e folta, morbida da accarezzare e perfettamente disciplinata per garantire il massimo dall’acconciatura. Ma quali elementi prendere in considerazione prima di acquistare un balsamo per capelli per uomo?

Naturalmente, prima di provare qualsiasi prodotto è necessario vagliare il parere del proprio dermatologo di fiducia. Spesso l’eccessiva secchezza della chioma, così come l’arrossamento della cute dello scalpo, può sottolineare la presenza di disturbi ben più profondi. Di seguito, qualche consiglio.

Balsamo per capelli: le funzioni

Lavare i capelli

A differenza dello shampoo, la cui funzione è principalmente quella di pulire a fondo lo scalpo e sgrassare il capello dalla radice alla punta, il balsamo risponde a ben altre necessità. Quest’ultimo rende infatti i capelli più morbidi e lucidi, facili da pettinare e dona note olfattive gradevoli all’intera chioma. In linea generale, il balsamo per capelli risponde alle seguenti esigenze:

  • rendere i capelli più morbidi e lucenti;
  • districare i nodi;
  • regolare la produzione di sebo;
  • appesantire il capello, evitando così le conseguenze dell’elettricità statica.

Quando si parla di capelli maschili, tuttavia, le esigenze possono essere addirittura più specifiche. Innanzitutto, l’uomo è solitamente alla ricerca di una soluzione che permetta di gestire il capello in modo veloce e immediato, senza dover dedicare ore a spazzola e phon. Ammorbidire tutta la chioma con un balsamo rende le operazioni di acconciatura più immediate, per un look ordinato per tutta la giornata. Ancora, la maggior parte degli uomini presenta tagli corti e non sempre facili da gestire, ricorrere a balsami permetterà di mantenere l’acconciatura desiderata senza temere brutte sorprese dall’uso di oggetti molto quotidiani, come cappelli e caschi per le moto. Non ultimo, non bisogna dimenticare come il balsamo abbia precise funzioni nutrienti, poiché aiuta a ricostruire la cheratina nel capello, e protettiva per le cute.

Infine, questo prodotto crea un microfilm su tutta la superficie del capello, proteggendolo da agenti esterni come lo smog, il rischio d’ingiallimento dovuto all’esposizione a fumi e all’umidità eccessiva.

Come sceglierlo

Camomilla

La scelta di un balsamo per capelli maschili non è mai semplice, poiché ogni uomo presenta necessità specifiche in base alla tipologia della sua chioma. Il primo fattore da tenere in considerazione è l’ipersensibilità personale e l’eventuale tendenza a subire reazioni allergiche. Bisognerà quindi prestare attenzione agli ingredienti riportati in etichetta, consultandosi anche con il merito se necessario.

Per l’abbinamento tra tipologia di capello e balsami, le regole appaiono abbastanza semplici:

  • Capelli normali: si possono scegliere balsami a base oleosa, per donare lucentezza e volume alla chioma, velocizzando l’azione del pettine;
  • Capelli secchi: ci si dovrà orientare verso un prodotto idratante, sia per ripristinare l’assorbimento stesso da parte del capello che per combattere la secchezza della cute;
  • Capelli misti o grassi: i balsami specifici sono pensati per assorbire e ridurre l’aspetto oleoso della chioma, spesso agendo in concerto sia sul grasso solitamente accumulato che a livello di cute. Ancora, questo cosmetico permetterà di agire anche sul sebo in eccesso sullo scalpo che, per contro, per ammorbidire le punte secche;
  • Capelli spenti e poco vitali: pul ritornare utile una proposta volumizzante, per rendere la chioma più viva e corposa, ma anche soluzioni lucidanti per ripristinare la brillantezza di tutti i capelli.

In commercio sono disponibili sia proposte di origine sintetica che realizzate con rimedi naturali. Fra i più diffusi si elencano l’olio di jojoba, un concentrato di vitamina E perfetto per riparare la struttura danneggiata del capello, ma anche l’olio di cocco poiché ammorbidisce e i semi di lino poiché lucidanti. Non mancano camomilla e calendula, infine, per ridurre le irritazioni dello scalpo.

Seguici anche sui canali social