Greenstyle Sostenibilità Consumi Allerta Listeria nei fiammiferi di speck MD, i lotti coinvolti

Allerta Listeria nei fiammiferi di speck MD, i lotti coinvolti

Allerta Listeria nei fiammiferi di speck MD, i lotti coinvolti

Allerta Listeria monocytogenes per i fiammiferi di speck a marchio La Fattoria. La comunicazione arriva dal Ministero della Salute, che in un avviso sottolinea la necessità di prestare attenzione alle confezioni. Nell’avviso anche le informazioni utili a riconoscere i lotti a rischio e cosa fare in caso di acquisto.

Il prodotto è commercializzato dalla MD Spa, quindi distribuito nei punti vendita della omonima catena di discount. A rischio per la possibile presenza di Listeria monocytogenes le confezioni da 90 grammi di fiammiferi di speck. Il lotto coinvolto dall’allerta microbiologica è il numero 410164.

Secondo quanto riportato nell’allerta del Ministero della Salute il produttore è la Furlotti & C. Srl, con sede dello stabilimento in via F. Santi, 1 – 43014 MEDESANO (PR). La data di scadenza o termine minimo di conservazione risulta essere il 27-04-2021.

In ragione della “sospetta presenza di Listeria monocytogenes” il Ministero della Salute invita i consumatori a non acquistare i prodotti appartenenti al lotto a rischio. In caso di avvenuto acquisto, al fine di tutelarne la sicurezza alimentare, la raccomandazione è quella di non consumare il prodotto, ma di restituirlo presso il punto vendita.

Speck a rischio Listeria monocytogenes, sintomi e patologie

La tossinfezione da Listeria monocytogenes può esporre a diversi pericoli per la salute. Sintomi e patologie derivanti dal contatto con questo batterio (come nel caso del consumo di speck contaminato) vanno dalla gastroenterite acuta febbrile (che solitamente emerge entro poche ore), spiega l’ISS, fino alla gastroenterite invasiva o sistemica.

Le donne in gravidanza devono prestare particolare attenzione alla possibile esposizione alla Listeria, in quanto può portare a esiti particolarmente infausti relativamente alla gestazione. A una “semplice” sindrome simil-influenzale possono affiancarsi conseguenze ai danni del feto come parto prematuro, aborto, morte fetale o misteriosi congenita.

Cautela anche per gli adulti immuni-compromessi e per gli anziani, nei quali i rischi maggiori sono legati a encefaliti, meningiti e gravi setticemie.

Fonte: Ministero della Salute

Seguici anche sui canali social