Il rosmarino è un arbusto dal fusto legnoso, con radici profonde, fibrose e foglie sottili, lineari e resistenti. Appartiene alla famiglia delle Lamiaceae e si può definire una pianta molto tenace, vista la sua predisposizione a crescere lungo dirupi, luoghi impervi e sopra terreni faticosi. La sua predisposizione alla resistenza gli permette di sopravvivere sia in posti molto assolati, che in luoghi collinari e in prossimità di laghi prealpini. è un arbusto che sia adatta e per questo la sua è una diffusione massiccia, senza discriminazione alcuna.

>> Leggi le ricette con la menta

Esteriormente solido, come è nella sua natura, possiede un colore verde scuro e un profumo, al tocco, molto intenso. Si può utilizzare sia come pianta decorativa per il giardino, oppure per il terrazzo, che principalmente come pianta aromatica per le ricette in cucina. Vista la sua caparbietà è facile reperirlo quasi tutto l’anno, tranne nei mesi più freddi. Valido alleato per la realizzazione di piatti di ogni tipo, si può conservare in dispensa come spezia una volta essiccato.

Essiccazione e conservazione

Se avete la fortuna di possedere una pianta di rosmarino potete conservarne le foglie essiccandole o congelandole. Vi basterà tagliare i rametti con le foglie dal tronco centrale, aiutandovi con le forbici o le cesoie. Prelevare quindi le foglie tirandole verso il basso, così da gettare il rametto ed eliminare la parte dura finale. Il rosmarino va quindi lavato e lasciato asciugare sopra un panno pulito. Un metodo per essiccare la spezia, utile per le ricette casalinghe, consiste nel versare le foglie all’interno di un sacchetto del pane, lasciandolo chiuso all’aperto in una zona parzialmente soleggiata.

In alternativa potete legare direttamente i rametti con lo spago, magari a coppie o mazzi di tre. Lasciandoli asciugare a testa in giù in un locale buio per quattro settimane, ad esempio un vecchio armadio oppure uno stanzino non umido. Quando sarà pronto prelevate le foglie, quindi conservatele in un vasetto di vetro pulito. Saranno sempre pronte all’occorrenza, in alternativa potrete creare un battuto con sale e pepe. Oppure, se invece preferite, congelare le foglioline del rosmarino conservandole in surgelatore.

>> Scopri come usare la vaniglia in ricette gustose

Ricette con il rosmarino

Il rosmarino è una spezia dall’aroma molto intenso, il suo è un gusto con molto carattere che definisce lo stile di ogni piatto. Così particolare da trovare posto anche nella storia, ad esempio si dice che Napoleone si cospargesse di colonia al rosmarino. Forse per nostalgia della Corsica, dove cresce in abbondanza, o forse perché convinto stimolasse la concentrazione nella progettazione delle azioni di guerra. In cucina trova la sua collocazione più classica in compagnia delle patate, o sulla focaccia semplice. Ma anche con la zucca e le polpette. Sono ricette semplici, facili, immediate, ma che acquisiscono sostanza proprio grazie alla spezia.

Patate al rosmarino: ingredienti

  • 5 patate;
  • olio q.b;
  • sale;
  • aglio;
  • rosmarino.

Lavate le patate mantenendo la buccia, quindi immergetele in una pentola con acqua e lasciatele bollire per 20 minuti. Appena cotte scolatele, tagliatele a tocchetti e versatele in una padella, dove avrete fatto scaldare un po’ d’olio EVO. Aggiungete il rosmarino e l’aglio a spicchi, fate dorare e saltare per ottenere una piccola crosta croccante. Servite calde salando prima di impattare. In alternativa è possibile cucinare le patate novelle, precedentemente spellate e lavate. Versatele in una teglia con olio EVO, rosmarino e aglio tagliato a spicchi quindi infornate per un’ora. Giratele per controllare la cottura, quindi salate prima di impiattare.

>>Segui le ricette con il timo

Un’alternativa è la classica focaccia semplice, vi basterà comprare una sfoglia già pronta o l’impasto dal panettiere. Ricoprite la teglia con la carta da forno, o nel caso dell’impasto, versate l’olio e impastate il tutto direttamente sulla piastra. Spianandola avrete mescolato il tutto, rendendo il composto più oleoso e meno asciutto. Preparate un trito di rosmarino, sale grosso e capperi, che verserete in modo uniforme sulla pasta stesa. Inumidite velocemente il tutto con poche gocce d’acqua, quindi cuocete per 15 minuti in un forno preriscaldato a 200°.

Miele e rosmarino: ingredienti

Una ricetta veloce e immediata vede la combinazione tra la dolcezza del miele e la fierezza del rosmarino. Dall’unione nasce un prodotto aromatico adatto per insaporire formaggi, verdure ma anche il classico pollo. Preparare il tutto è facile e garantisce un ottimo risultato.

  • mezza tazza di miele;
  • 1 cucchiaio di burro non salato magari biologico alla soia;
  • rosmarino;
  • sale;
  • a piacere un pizzico di pepe.

Versate il tutto in un pentolino capiente e portate a ebollizione a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto per amalgamare. Lasciate in posa per 30 minuti, a fiamma spenta, quindi condite il cibo oppure conservate il tutto in frigorifero in un barattolo di vetro.

>> Usa il basilico per delle ricette originali

Infine, per i più temerari, il rosmarino può trasformarsi nell’ingrediente sorpresa di bibite rinfrescanti e drink. Dalla miscelazione più semplice a quella più elaborata, la piantina aromatica trova spazio di movimento per garantire una buona riuscita. La ricetta più veloce prevede 1,5 chilogrammi di anguria pulita, e priva di noccioli, il succo di tre limoni e due rametti di rosmarino. Frullate il tutto così da creare una crema molto liquida, quindi servite con ghiaccio tritato, un rametto di rosmarino per guarnire e, a piacere, un cucchiaino di zucchero di canna. Mentre se amate le pozioni e i drink più elaborati vi suggeriamo un cocktail a base di pesca.

Drink alla pesca e rosmarino: ingredienti

  • 4 pesche grandi;
  • 2 cucchiai di zucchero di canna;
  • 3 cucchiai di succo di lime;
  • poca vodka;
  • 1 cucchiaio di miele;
  • 1 bicchiere di gazzosa;
  • 2 rametti di rosmarino;
  • 4 fette di pesca per guarnire.

Lavate e pulite le pesche dal nocciolo, tagliatele a fette e frullatele con lo zucchero e una parte del lime poi filtrate il tutto con un colino a maglia sottile, così da ottenere solo il nettare. In un cocktail shaker pieno di ghiaccio versate la vodka, il lime avanzato, il nettare di pesca, il miele, il rosmarino, quindi agitate accuratamente. Servite in un bicchiere con una parte di gazzosa, una spruzzata d’acqua a piacere, un rametto di rosmarino e le fette di pesca come guarnizione.

8 aprile 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Paola Mazzanti, giovedì 12 febbraio 2015 alle0:02 ha scritto: rispondi »

E' un piacere leggervi giornalmente, mi rendete la vita, in cucina, piu' creativa

Lascia un commento