Protagonisti della stagione autunnale, i funghi sono un alimento ghiotto e altamente salutare, facilmente declinabili in molte ricette dal gusto intenso e saporito. Poco calorici, sono l’ingrediente ideale per ogni piatto e ricetta, in particolare quelle vegetariane, perché forniscono il giusto apporto di principi nutritivi. Si possono consumare freschi, essiccati, sott’olio ma anche surgelati. Con l’arrivo delle prime piogge di fine estate fanno capolino nei boschi, ma la loro raccolta deve essere affidata a mani esperte e consapevoli. Imbattersi in elementi tossici e non commestibili è una realtà molto diffusa. Per questo la via più facile è l’acquisto, magari in modo consapevole, preferendo prodotti locali e con un impatto ambientale inferiore.

I funghi sono un vero toccasana perché stimolano il buon funzionamento dell’organismo, in particolare il sistema immunitario. Come anticipato, l’apporto calorico è molto basso e sono ricchissimi di acqua, contemplano una minima percentuale di carboidrati e proteine (lisina e triptofano). La qualità maggiore è quella di contenere tantissimi sali minerali che assorbono direttamente dal terreno, per questo la provenienza è importante come il tipo di coltivazione che deve risultare sano e naturale, quindi privo di pesticidi e sostanze tossiche. Sono ricchi di rame, selenio, potassio, fosforo e vitamine del gruppo B. Contrastano il colesterolo, favoriscono una buona ossigenazione del sangue e sono antiossidanti naturali. Ma principalmente sono deliziosi alleati per realizzare ricette vegetariane da servire in tavola facilmente, accontentando anche i palati più esigenti.

Pasta con funghi e aromi al sapore autunnale

Funghi ingredienti ottimali per antipasti, secondi e contorni. Ma in gran parte protagonisti di primi piatti dal sapore intenso e confortante, delicate carezze per il palato in sintonia con la stagione autunnale. Ottimi comprimari con la pasta, riescono a donare al piatto quel tocco in più che può fare la differenza. Solitamente abbinati alle tagliatelle all’uovo, i funghi possono trovare spazio anche nella combinazione con versioni differenti di pasta, magari realizzati con ingredienti integrali e ricchi di fibre, farro, kamut oppure mais e nella variante senza glutine.

Ingredienti

  • 400 grammi di pasta;
  • 300 grammi di funghi;
  • mezza cipolla rossa;
  • 5 pomodorini Pachino;
  • timo, rosmarino, prezzemolo fresco;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • olio d’oliva;
  • sale e pepe q.b.;
  • vino bianco;
  • panna da cucina vegan.

Pulite accuratamente i funghi quindi affettateli, a parte versate in una padella capiente olio, la cipolla affettata finemente e lo spicchio d’aglio. Lasciate rosolare a fuoco lento, aggiungendo un po’ di vino bianco per ammorbidire la cipolla quindi versate i funghi. Quando inizieranno ad ammorbidirsi, unite i pomodorini tagliati a spicchi, il timo e un rametto di rosmarino e sfumate nuovamente con un goccio di vino. A parte cuocete la pasta come di consueto. Aggiungete poca panna da cucina al sugo con i funghi per ammorbidire il tutto ottenendo un sugo vellutato, salate, pepate a piacere ed eliminate l’aglio. Scolate la pasta, unitela al sugo e amalgamate per qualche minuto. Servite con una spolverata di prezzemolo fresco tritato fine e formaggio grattugiato.

Varianti gustose

Una variante interessante potrebbe comprendere un trito sottile di funghi, aglio e cipolla da rosolare in padella con l’aggiunta di radicchio, una foglia di alloro e del coriandolo fresco. Per rendere il tutto più corposo, è possibile mixare una manciata di fagioli bianchi precedentemente lessati e un goccio di panna vegan. Cuocendo con calma a fuoco lento e sfumando con un goccio di vino (o brodo vegetale) si ottiene un sugo più cremoso, si elimina la foglia di alloro frullando il tutto ,per una morbidezza più marcata. Salate e pepate a piacere, magari con un pizzico di noce moscata in più. Ottimo da servire con la pasta corta oppure i ravioli alla zucca, rifinendo con una dose abbondante di formaggio grattugiato anche vegan.

24 novembre 2015
Lascia un commento