Il metodo Pilates è un insieme di tecniche di allenamento molto apprezzato. Si tratta di esercizi per lo sviluppo e il perfezionamento del corpo, elaborati durante il ‘900 da Joseph Hubertus Pilates, tedesco di origini greche nato a Monchengladbach, cittadina nei dintorni di Düsseldorf.

Le tecniche che vengono incluse nel cosiddetto metodo Pilates sono molteplici, delle quali 34 sono quelle definite come “base”. Gli esercizi sviluppati da Joseph Hubertus Pilates possono essere eseguite con dei macchinari da lui stesso ideati, utilizzando alcuni attrezzi o a corpo libero.

Cos’è il Pilates Matwork

Il Pilates Matwork è uno specifico programma di esercizi che viene svolto a corpo libero su un tappetino. Va ad agire sui muscoli posturali, con l’obiettivo di favorire un maggiore bilanciamento del corpo e aumentare il supporto della muscolatura alla colonna vertebrale.

Non si tratta di un sistema alternativo al consueto metodo Pilates, ma che va a integrare gli esercizi svolti mediante l’utilizzo di macchinari o di attrezzi. Veniva impiegato dal ginnasta, nonché artista circense, per integrare l’attività praticata presso il suo studio con un allenamento domestico e aumentare la consapevolezza del proprio equilibrio fisico.

È una tipologia di esercizio che può rappresentare un’ottima soluzione per garantire una certa autonomia di allenamento al di fuori delle palestre. Va tuttavia sottolineato che una sua pratica autonoma deve essere subordinata alla frequentazione di un apposito corso che sfrutti i macchinari o gli attrezzi, così da fornire gli strumenti utili a mantenere una corretta postura durante l’esercitazione.

Joseph Hubertus Pilates

L’ideatore del metodo Pilates nacque come detto in Germania, dove cambiò il suo cognome da Pilatu a Pilates. La spinta verso l’allenamento fisico e lo sviluppo del proprio corpo arrivò paradossalmente proprio dal suo fisico gracile, che lo aveva già esposto a febbre reumatica, asma e rachitismo.

Elaborò nel corso del periodo bellico (Prima Guerra Mondiale) un complesso di tecniche ed esercizi per il potenziamento del corpo e il recupero dagli infortuni, che continuò a perfezionare negli anni anche mediante l’invenzione di appositi macchinari.

Alcuni decenni dopo codifico tale sistema all’interno del volume “Return to life through contrology“. La sempre maggiore fama riscossa dal suo metodo gli fece guadagnare una notevole fama nel mondo della danza, a cominciare dal sostegno di Rudolph von Laban. Il celebre ballerino incluse alcuni esercizi sviluppati da Pilates all’interno del suo sistema di registrazione scritto del balletto.

29 marzo 2016
Lascia un commento