La terapia psicosomatica cerca di capire il nesso più profondo tra forma fisica e stato mentale ed emotivo. Secondo la terapia psicosomatica, le nostre emozioni si manifestano sui tessuti del nostro corpo e del nostro volto. L’operatore identificherà, perciò, eventuali blocchi energetici che necessitano di essere rilasciati, utilizzando una serie di tecniche da massaggio. L’esperto, inoltre, fornirà anche consigli concreti da seguire quotidianamente per migliorare la propria vita e guarire dalle ferite del passato.

Livelli del massaggio psicosomatico

Sono molti i livelli su cui la massoterapia psicomatica lavora:

  • Livello spirituale: si incoraggia a lasciar andare il passato che ci condiziona per esprimere meglio la propria anima. La terapia psicosomatica mira a guidare il paziente a una comprensione profonda dei propri doni e delle proprie qualità, utilizzandole quindi nella vita di tutti i giorni;
  • Livello mentale: riconnette la mente alla sensibilità del corpo, permettendo all’emotività di esprimersi, incanalandosi a livello cosciente;
  • Livello emotivo: si insegna a uscire dai blocchi del proprio corpo, abbandonando ogni forma di paura;
  • Livello fisico: può avere un ottimo impatto sui tessuti del corpo, aiutando a perdere peso, a superare i sintomi del dolore cronico, a rilassare i muscoli e a combattere malattie sistemiche.

Cos’è la terapia psicosomatica?

La terapia psicosomatica ha come obiettivo una piena consapevolezza del proprio Sé. Il termine psicosomatica è suddiviso in “mente” e “corpo”, dunque è una terapia che mira al benessere unico delle emozioni e del fisico. L’esperto osserva il corpo per comprendere la psiche: i segni del volto, le contratture muscolari, la crescita delle ossa, lo sviluppo dei tessuti forniscono molte informazioni sul paziente analizzato. Ogni parte del corpo, la sua forma, la sua lunghezza, la sua larghezza e il suo “atteggiamento” sono una proiezione di ciò che si è in quel momento, viso compreso.

Indicazioni e tecniche

La scelta della massoterapia psicosomatica nasce nel momento in cui si intuisce la logica integrazione di mente e corpo, quindi dell’importanza della sintonia di entrambe le parti per guarire. Attualmente si tende sempre di più a superare il dualismo fra questi due elementi, approcciandosi all’individuo in modo completo. Il fisico, secondo le teorie psicosomatiche, è una rappresentazione tridimensionale della mente: a sua volta ne influenza la salute.

La massoterapia psicosomatica mira, tramite il massaggio, a ristabilire il già citato equilibrio tra mente e corpo, andando a ridonare sintonia agli stati emozionali e ai flussi energetici. Le tecniche di massaggio psicosomatico analizzano il soggetto che si ha davanti e, di conseguenza, non sempre sono dolci e delicate.

Tra le tecniche più dolci si annovera il massaggio olopercettivo, che rappresenta sempre un’esperienza particolarmente rilassante e soddisfacente per il paziente. Essendo un approccio estremamente delicato, infatti, non stimola reazioni di difesa. Questa tecnica di trattamento è molto simile alla dolcezza e alla sensualità del massaggio californiano, in quanto lavora anche sulle sfere emozionale, psicologica e affettiva dell’individuo.

21 ottobre 2014
Lascia un commento