Accudire un gatto non è un compito troppo impegnativo, ma vi sono degli accorgimenti da tenere sempre in debita considerazione per evitare che il nostro micio stia male all’interno dell’abitazione. Si è già parlato diffusamente dei pericoli domestici per il gatto, così come delle piante dannose alla sua salute, ma quali sono nello specifico gli oggetti da evitare?

>>Scopri i 10 pericoli domestici per i gatti

La redazione di PawNation ha provveduto a stilare una lista degli strumenti di uso comune che dovrebbero sparire dalle case all’arrivo di un gatto. O, quantomeno, da togliere dalla portata del felino, conservandoli in stanze inaccessibili.

>>Scopri le piante domestiche pericolose per i gatti

  • Piante: non tutti i fiori e le piante ornamentali possono convivere con i gatti, si pensi ai gigli o alla stella di Natale. Riporre i vasi, quindi, in stanze inaccessibili o su mobili molto alti;
  • Elastici: attenzione ad elastici e lacci per capelli lasciati incustoditi. Non solo il gatto potrebbe strangolarvisi durante il gioco, ma spesso può scambiare la gomma per animaletti e ingoiarla, con la conseguenza di un possibile blocco gastroenterico;
  • Tappi per orecchie: capita sempre più di frequente che i gatti ingoino tappi per le orecchie, bloccando così stomaco, intestino e rischiando la morte. Si tratta di un fenomeno frequente perché i felini sono naturalmente attirati dall’odore del cerume e, di conseguenza, scambiano il tappo per un insetto o un animaletto;
  • Animali esotici o insoliti: il gatto è naturalmente predatore di molte specie animali, non è raro che – qualora l’esemplare avesse la possibilità di circolare all’aperto – si ferisca, presenti graffi o morsi. Si immagini, allora, quanto rischiosa potrebbe essere la convivenza in casa: meglio evitare serpenti, furetti e altre specie esotiche;
  • Detersivi e saponi: è buona norma tenere i detergenti lontano dalla portata dei gatti, affinché non si avvelenino bevendone il contenuto. Ma attenzione anche ai saponi in stato solido: il micio potrebbe rosicchiarne alcune parti;
  • Dispositivi elettrici: phon, elettrodomestici, antenne, cavi vari. Meglio evitare il contatto tra gatto e strumenti alimentati a energia elettrica: basta un morso per subire un elettroshock;
  • Oggetti filiformi e strumenti sartoriali: batuffoli di lana, aghi, spille, scampoli di tessuto. Il micio potrebbe ingerire tutti questi materiali, ferendosi in vario modo. La lana può stazionare nello stomaco bloccando la digestione, gli aghi si possono conficcare nel palato o – peggio – causare emorragie dell’esofago.

5 giugno 2013
Fonte:
Lascia un commento