Il fatto che il vizio del fumo sia nocivo per la salute non è di certo una novità, ma si è soliti concentrarsi unicamente su una sola e temibile patologia: quella del cancro ai polmoni. Eppure non sono i tumori a dover preoccupare, ma anche una lunga serie di altre malattie da non prendere sotto gamba. Stando all’ultimo report Surgeon General pubblicato negli Stati Uniti, sarebbero addirittura 40 le malattie di cui la sigaretta è responsabile.

Nato cinquant’anni fa, il rapporto raccoglie le principali minacce alla salute dei cittadini a stelle e strisce ed è elaborato dal Surgeon General, ovvero il principale esperto di salute del governo. Cause e patologie che entrano a far parte di questo report servono poi per orientare le decisioni federali in termini di informazione e salute pubblica, ma molto è cambiato rispetto agli anni ’60. Con un’industria del tabacco decisamente radicata nella vita economica degli States, in un periodo dove i rischi del fumo venivano altamente sottostimati, il Surgeon General dovette includere soltanto una patologia – il tumore – e pubblicare il report di domenica per minimizzare le polemiche. Oggi tutto è cambiato.

Nella versione 2014 di questo prezioso documento, si scopre come le sigarette danneggino l’intero organismo. Si parte dal cervello con un aumento del rischio di ictus, si passa quindi agli occhi con il glaucoma e la degenerazione maculare e si prosegue fino alla bocca, dove il fumo aumenta in gravidanza le chance che il figlio sia affetto da labbro leporino. Non è però tutto: le bionde facilitano il diabete, l’artrite reumatoide, rendono le ossa dell’anca più inclini alle fatture e molto altro ancora. 40 gravi malattie che si traducono non solo in danni sociali con l’aumento di morti premature, ma anche in costi insostenibili quantificabili in 150 miliardi di dollari l’anno. E se negli USA la sanità rimane comunque un settore fortemente privatizzato, si ipotizzi quanto possa costare nei paesi europei, dove il benessere del cittadino è garantito dal pubblico.

Non solo brutte notizie, tuttavia: il documento riporta anche i successi raggiunti nel ridurre la dipendenza da fumo dei cittadini, con una riduzione dal 60% di fumatori al 18% attuali. È un risultato che si deve principalmente alle campagne di sensibilizzazione, che stanno di anno in anno rendendo il vizio un comportamento non propriamente accettabile dal punto di vista sociale, così come tutt’altro che alla moda. Nonostante questo, però, 400.000 persone ogni anno perdono la vita per problemi legati al fumo e oltre 5,6 bambini in futuro avranno problemi proprio per l’esposizione a questa cattiva abitudine.

18 gennaio 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Fausto Orazi, mercoledì 20 luglio 2016 alle3:36 ha scritto: rispondi »

Il fumo è pericoloso, nessuno lo nega. Ma il mangiar carne è più pericoloso sia per il cancro che per le malattie vascolari. Sono dati dell'Istituto per la cura dei tumori di Milano diretto dal Prof. Veronesi. Sappiamo benissimo che ogni report è pubblicato in base all'uso pubblicitario che se ne vuole fare, e far presente che il mangiar carne è pericoloso e contro l'etica universale darebbe fastidio a moltissimi, in specie ai religiosi dei tre credi biblici. Per loro ammazzare innocenti animali è cosa concessa all'uomo da dio in persona. Il misericordioso dio lo è solo per gli animali a due zampe, i peggiori.

romeo, domenica 19 gennaio 2014 alle19:48 ha scritto: rispondi »

Il fumo è la più stupida mortale e costosa trappola che l'uomo si sia mai costruito! Inoltre ha un vantaggio inestimabile: prima o poi porta ad un infarto cardiaco che abbrevia la vita del fumatore tanto da risparmiargli di morire di cancro ai polmoni! Smettere di fumare è la più saggia ed intelligente delle decisioni che una persona possa prendere per se stessa e per gli altri, se non sai come farlo vai qui adesso è più facile!

carolus, sabato 18 gennaio 2014 alle11:21 ha scritto: rispondi »

L'attacco contro i fumatori è diventato da tempo una crociata e non ne discuto l'importanza. Noto però che nulla si fa contro l'alcool e l'uso di droghe, come se alcool e droghe non siano nefasti almeno quanto il fumo di sigaretta. Non c'è film in cui non si vedano persone sempre col bicchiere in mano, in quasi tutti gli incidenti stradali è coinvolto il conducente con % di alcool o droghe elevatissime. Ma non si vedono campagne contro queste due piaghe anzi, c'è anche chi vorrebbe liberalizzare l'uso delle canne !

antonio, sabato 18 gennaio 2014 alle10:18 ha scritto: rispondi »

ho letto e mi ha veramente colpito l'incidenza su organi del corpo grazie

Lascia un commento