Il flan è un piccolo budino che può presentarsi sia in versione dolce che in quella salata. Morbido e dall’aspetto compatto, spesso è servito in mini cocottine di porcellana, metallo e terracotta, che ne delimitano il formato. Si cuoce in forno conservando la sua sofficità per un antipasto particolare, oppure per piccole seconde portate tutte dal gusto differente. Lo sformatino potrebbe ingolosire anche i più piccoli proprio grazie alla porzione ridotta e spesso dal colore vivace. Solitamente si estrae dal contenitore a fine cottura, quindi si impiatta impreziosito da verdure golose come contorno e salse invitanti come elemento di rifinitura. Le ricette sono varie e tutte facili da realizzare, ma una proposta vegetariana non scontenta e asseconda un’alimentazione più leggera.

Flan con spinaci e formaggio fuso

Per iniziare è possibile realizzare un flan vegetariano goloso con spinaci e formaggio fuso: per prepararlo basta procurare 300 grammi di spinaci freschi, 200 ml di latte di soia, capperi sott’aceto, 3 uova, 200 grammi di ricotta morbida, farina, olio d’oliva, sale e pepe, 160 grammi di caprino. Bollite in acqua gli spinaci freschi precedentemente puliti, scalateli e quindi frullateli con 100 ml di latte di soia, una presa di sale e una manciata di capperi sott’aceto. In una ciotola capiente sbattete uova, ricotta, 5 cucchiai di farina, una spolverata abbondante di pepe nero e la crema ottenuta con gli spinaci. Potete sostituire la farina con quella di ceci, oppure integrale o di mais. Mescolate il tutto per amalgamare il composto, preparate le cocottine inumidendole con olio d’oliva, burro oppure burro di soia. Suddividete l’impasto e disponete i contenitori in una teglia capiente con all’interno due dita d’acqua. Disponete in forno a 180° per circa 45 minuti, a parte preparate la crema mescolando in un pentolino il formaggio caprino con 100 ml di latte di soia, una presa di sale, a piacere un pizzico di paprika o di peperoncino. Lasciare bollire mescolando e addensate aggiungendo un cucchiaio di farina. Quando saranno pronti gli sformati toglieteli dai contenitori, versate sul piatto di portata un mestolo di crema che tirerete con il cucchiaio. Appoggiate sopra i flan e rifinite con un cucchiaio di crema su ognuno.

Flan al cavolfiore

Per assecondare le proposte della spesa di stagione, si può servire un flan molto sostanzioso al cavolfiore ma dall’impatto calorico limitato, procurandovi 600 grammi di cavolfiore, una carota, 300 grammi di formaggio morbido, un pezzetto di formaggio brie, formaggio grattugiato, besciamella vegetale, sale, pepe, noce moscata, pistacchi tostati e olio d’oliva. Lavate, pulite il cavolfiore e sbucciate la carota, tagliateli a pezzi e lasciateli bollire in acqua salata con una foglia di alloro. Quando saranno morbidi scolate e frullate il tutto con il formaggio morbido, il brie, tre cucchiai di formaggio grattugiato, 3/4 di besciamella e sale. Il composto dovrà risultare omogeneo ma non troppo liquido, in caso contrario aggiungete del pangrattato. Dividete l’impasto nelle cocottine precedentemente inumidite con olio d’oliva, rifinite con la besciamella avanzata, pepe, noce moscata e una spolverata generosa di formaggio grattugiato. Lasciate cuocere a 180° fino a quando non si sarà formata una crosticina dorata, sforante servite caldo con un filo d’olio e un trito di pistacchi versati a pioggia.

Altre idee

Il flan è facile da preparare, basta seguire il gusto e la fantasia personale mescolando e unendo sapori e profumi per un risultato sempre nuovo. Ad esempio erbette e gorgonzola, oppure flan di farina di mais con funghi, ma anche patate e verdure, legumi e peperoni. Un’idea facile e gluten-free per un flan di piselli e zucchine, da cuocere in acqua e frullare con aglio, erba cipollina, un pizzico di timo, panna di soia, sale, noce moscata e pepe. Si cuoce in forno nelle cocottine, quindi si serve con una spolverata di noci o mandorle tritate fini.

12 gennaio 2015
Lascia un commento