La pasta è uno di quegli alimenti considerati nemici della linea ed è di solito quel cibo che tendiamo a eliminare per primo quando ci mettiamo a dieta. È un errore, perché per via dei carboidrati che contiene è necessario non eliminarla completamente perché è una vera e propria fonte di energia per il nostro organismo, e dunque non può mancare in un’alimentazione corretta.

È pure il piatto più amato della tradizione mediterranea perché si può preparare in infiniti modi, con infiniti condimenti, mette di buon umore ed è sempre molto gustosa. Dunque perché privarsene quando vogliamo perdere peso?

Gli amanti della pasta, e in Italia sono davvero tanti, potrebbero ottenere ottimi risultati sia dal punto di vista della linea che da quello dell’umore con la dieta della pasta. È una dieta che fornisce circa 1.400 kcal al giorno e permette di perdere circa un Kg a settimana, a poco più: è un regime alimentare molto completo, che è consigliato seguire per un mese e che comunque può essere ripetuto per un altro mese, qualora si voglia perdere ancora qualche chilo.
Il programma alimentare di questo tipo di dieta prevede un piatto di pasta al giorno, condita con sughi leggeri a base di verdure. È consigliato a cena mangiare piatti a base di proteine, cucinati sempre in modo leggero: è necessario prediligere le cotture semplici, come in padella o al cartoccio o al forno, cerchiamo di utilizzare l’olio di oliva a crudo (non più di 4 cucchiaini al giorno) ed evitiamo assolutamente le fritture.
Beviamo molta acqua, almeno due litri al giorno, e mangiamo verdure a volontà. Inoltre, utilizziamo il dolcificante per addolcire caffè e tè e stimoliamo l’eliminazione delle urine contisane di finocchio, malva, verbena e ortica da bere durante la giornata, preferibilmente non dolcificate.

Ecco proposto qui di seguito un esempio settimanale di dieta della pasta.

Lunedì
Colazione: caffè, tè o caffè d’orzo; frutta fresca di stagione (frutti di bosco, melone, mele, pere, kiwi).
Spuntino: spremuta di agrumi (pompelmo, arancia) Pranzo: pollo o galletto alla griglia oppure cotto nella pentola a pressione e insaporito con spezie e aromi a scelta; verdura bollita (spinaci, verza, bieto, la gialini)
Merenda: spremuta di agrumi. Cena: orecchiette con la rucola; verdure alla griglia (melanzane, zucchine, peperoni)

Martedì
Colazione: fette biscottate con marmellata senza zuccheri aggiunti; tisana di ortica.
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: pesce a scelta (escludendo crostacei e molluschi) cotto al forno con acqua e spezie; verdure al vapore
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: riso integrale con le zucchine; verdure bollite.

Mercoledì
Colazione: caffè, tè o caffè d’orzo; frutta fresca di stagione
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: formaggio fresco magro tipo stracchino, caciotta o ricotta; verdure al vapore
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: insalata di pasta con verdure crude o cotte a dadini; verdure bollite.

Giovedì
Colazione: pane con marmellata senza zucchero aggiunto; tisana di finocchio
Spuntino: spremuta di agrumi
Pranzo: carne di vitellone, manzo o maiale magro alla griglia; verdure bollite
Merenda: spremuta di agrumi
Cena: pasta con piselli; verdure alla griglia.

Venerdì
Colazione: caffè, tè o caffè d’orzo, frutta fresca di stagione
Spuntino: spremuta di agrumi
Pranzo: pesce a scelta (escludendo crostacei e molluschi) alla griglia o al cartoccio con aromi; verdure al vapore
Merenda: un succo di frutta senza zucchero
Cena: zuppa di farro o di orzo con legumi a scelta (fagioli, piselli, lenticchie, ceci) in brodo di dado; verdure alla griglia.

Sabato
Colazione: fette biscottate con marmellata senza zuccheri aggiunti; tisana di malva
Spuntino: succo di frutta senza zucchero
Pranzo: tacchino, pollo o coniglio arrosto o alla griglia; verdure bollite
Merenda: succo di frutta senza zucchero
Cena: penne con i peperoni; verdure al vapore o alla griglia.

Domenica
Colazione: caffè, tè o caffè d’orzo; frutta fresca
Spuntino: spremuta di agrumi o succo di frutta senza zucchero
Pranzo: due uova sode o strapazzate; verdure alla griglia
Merenda: spremuta di agrumi
Cena: una pizza con le verdure grigliate o con i funghi, ma senza la mozzarella; verdure alla griglia.

26 marzo 2013
I vostri commenti
catia, venerdì 5 maggio 2017 alle21:57 ha scritto: rispondi »

qualcuno mi sa dire se questa dieta l'ha provata?...funziona?

Mariliana, mercoledì 1 luglio 2015 alle17:08 ha scritto: rispondi »

Ma il peso della pasta quanto e'

gian marco, martedì 31 marzo 2015 alle16:07 ha scritto: rispondi »

buongiorno, vorrei sapere se è possibile sostituire le verdure bollite, al vapore o grigliate con insalata mista grazie

antonio , martedì 24 marzo 2015 alle20:00 ha scritto: rispondi »

Speriamo funziona

Giovanna, giovedì 15 gennaio 2015 alle12:00 ha scritto: rispondi »

perchè la pasta di sera??? non dovrebbe essere il contrario?? c'è qualche differenza??

Lascia un commento