Mangiare carote può aiutare gli uomini a ridurre il rischio di tumore alla prostata. A darne conferma gli scienziati cinesi della Zhejiang University, che affermano inoltre di aver identificato anche la possibile chiave di questo benefico effetto nell’elevato contenuto di carotenoidi.

Una dieta sana nella quale le carote trovano posto per almeno tre volte a settimana sarebbe la soluzione individuata dai ricercatori cinesi per ridurre il rischio di tumore alla prostata.

I risultati dello studio sono stati ottenuti analizzando i dati provenienti da precedenti ricerche. Stando alle conclusioni tratte dal confronto, tra gli uomini che assumevano carote almeno 3 volte a settimana e coloro che invece non seguivano questo regime alimentare, la riduzione del rischio per chi ingeriva un elevato numero di carotenoidi è risultata del 18%.

Come spiegano gli stessi ricercatori, il cui lavoro è stato pubblicato sullo European Journal of Nutrition:

Abbiamo riscontrato una significativa riduzione del rischio di tumore alla prostata associato a un elevato consumo di carote. Potenzialmente numerosi meccanismi possono spiegare l’associazione tra consumo di carote e rischio di tumore prostatico, ma ulteriori studi mirati sono richiesti per confermare i nostri risultati.

Scettico di fronte ai risultati ottenuti dai ricercatori cinesi il Dr. Iain Frame, direttore del settore ricerca del centro Prostate Cancer UK:

Mentre ci sono benefici generali per la salute associati al rispetto di una dieta bilanciata ricca in vegetali, niente suggerisce che un particolare vegetale possa essere migliore di qualsiasi altro.

27 marzo 2014
Fonte:
Lascia un commento