Per chi possiede un cane d’affezione la pratica della scampagnata o della visita dal veterinario contempla quasi sempre l’utilizzo dell’auto. Senza dimenticare viaggi, vacanze o semplici uscite a cena. Nonostante teli e tessuti di protezione, può capitare che i peli aderiscano ai sedili della vettura, oppure che qualche zampata di fango o sporcizia leda la pulizia della stessa. Fino a piccoli inconvenienti di natura fisiologica, dalla bava all’urina e altro ancora, che possono succedere e capitare all’improvviso. Ovviamente eliminare l’odore e lo sporco può risultare necessario e importante, così da rendere l’aiuto vivibile anche per gli altri passeggeri.

La pratica della pulizia dovrebbe trasformarsi in un appuntamento settimanale oppure mensile, a seconda delle necessità e delle condizioni dell’auto. Così da abbattere polvere e peli, ma anche eventuali presenze di parassiti e batteri magari recuperati per caso passeggiando in un campo incolto. L’auto è comunque un mezzo di trasporto frequentato da tutti i membri della famiglia e non, ma anche per la salute del cane stesso è importante che risulti in buone condizioni. Pulirla è facile, basta solo un po’ di costanza e spirito positivo.

Come pulire l’aiuto: trucchi e consigli

Come pulire l’automobile

Rimuovere il pelo dai sedili potrebbe risultare ostico, per questo l’utilizzo di un panno umido da sfregare sugli stessi potrebbe favorire l’eliminazione. Oppure, in alternativa, un nastro di carta adesiva da passare sulle parti incriminate, così da far aderire più pelo possibile fino all’uso abbondante dell’aspirapolvere da azionare anche nelle zone più nascoste. In caso di saliva e bava è bene tenere a portata di mano salviette e fazzoletti umidi, da passare immediatamente sulla parte sporca. Se la saliva fosse ormai secca, la si può rimuovere con un detergente per tessuti. Per prevenire colature e piccole cascate dal muso, in particolare nei cani ansiosi, è importante eliminare l’angoscia trasformando il viaggio in auto in un momento positivo. Via libera a crocchette e premi, quindi a stop intermedi per sgambare e spezzare l’agitazione.

Nel caso la passeggiata diventasse un percorso accidentato tra fango, acqua, pioggia e foglie, da portare in auto come ricordo, forse un telo potrebbe salvare la tappezzeria. Una volta liberata l’auto dall’invasore a quattro zampe è importante che la stessa non asciughi al chiuso di un box con i finestrini sigillati. Potrebbe risultare utile inserire nell’auto un contenitore con il bicarbonato, così da assorbire tutti i cattivi odori e l’umidità. Ma anche spray appositi o prodotti per la pulizia dei tessuti. Per quanto possibile è bene far arieggiare l’abitacolo per eliminare l’odore tipico del pelo del cane, anche se pulito e lindo.

Per annullare o ridimensionare i cattivi odori è utile ricorrere al classico deodorante d’auto, oppure creare una fragranza del tutto naturale. La via più facile è quella di spargere qualche goccia di essenza naturale, magari alla lavanda, oppure creare un mix al profumo di agrumi inserendo in un sacchettino di stoffa alcune scorze di arancia essiccate in forno per circa 40 minuti. Quindi mescolare con sale grosso e bicarbonato appendendo il sacchettino allo specchietto dell’auto, in questo modo il mezzo potrà beneficiare di un profumo sano e antisettico.

13 aprile 2015
I vostri commenti
laura, mercoledì 15 aprile 2015 alle9:05 ha scritto: rispondi »

salve.Gli spray e i 'classici' prodotti per la pulizia dei tessuti o la deodorazione di ambienti , sono brutalmente testati sugli animali stessi sperimentati come da test REACH purtroppo ancora in vigore per tutte le sostanze chimiche e/o farmacologiche presenti anche nella cosmetica e nei detersivi. Direi che almeno per la pulizia dell'auto sono proprio da evitare .

Lascia un commento