La salute del cane inizia dalla ciotola e dalla scelta di cibi adeguati, una decisione importante per il benessere dell’amico di casa. Fido è un animale prevalentemente onnivoro che non richiede grandi sforzi per la sua alimentazione, ma è indispensabile che nella sua dieta non manchino mai i principi nutritivi di base. Ad esempio l’acqua: esattamente come per l’uomo anche il quadrupede di affezione necessita di acqua fresca che ne disseti e idrati il corpo. Infatti il cane è composto da un 70% di acqua. Il cucciolo, in particolare, deve bere con una certa frequenza, perciò è importante fornire a Fido una ciotola sempre fresca da cambiare con costanza.

Come esattamente accade per l’amico umano, anche Fido richiede un quantitativo giornaliero di proteine, grassi sani, vitamine, minerali e carboidrati. Elementi importanti per la salute del corpo, dell’ossatura e dei denti, ma anche del cervello del compagno di casa. Senza eccedere o senza lesinare nelle porzioni, magari seguendo le indicazioni del veterinario per fornire il quantitativo preciso per il suo benessere. Ogni cane esige cibi adatti per la salute, in particolare se segue diete precise legate a intolleranze e allergie. Oppure se è un animale malato e con patologie specifiche, magari anziano o anche cucciolo. Importante non improvvisarsi chef ma fornire a Fido il giusto nutrimento utilizzando prodotti adatti al suo apparato digerente, così da non scatenare intossicazioni o allergie.

Proteine, minerali e grassi: quali cibi

Le proteine di cui si nutre solitamente il cane sono prevalentemente di origine animale, ma essendo un esemplare onnivoro può accedere anche a quelle di origine vegetale. Ovviamente con parsimonia, ad esempio è possibile aggiungere al pasto quantitativi di cereali integrali e germe di grano, semi di girasole, semi di sesamo, quindi pochissimi legumi come piselli, lenticchie e fagioli. Si possono mixare verdure varie come carote e zucchine, ma è importante ricordare che il cane discende dal lupo e, come il cugino, possiede un apparato intestinale e uno stomaco predisposti per il consumo di carne.

Anche i minerali sono importanti e, in particolare, per il benessere di ossa e denti. Solitamente le crocchette contengono quantitativi adatti al fabbisogno del cane e spesso il veterinario consiglia l’utilizzo di integratori. Immancabili quindi i grassi alimentari utili per una cute e il pelo sano, ma anche per un carico energetico. Meglio prediligere gli Omega3 e Omega6 considerati i grassi sani e utili al corpo, reperibili nell’olio di pesce, di soia e di mais. Come sempre è bene non eccedere anche per non favorire un accumulo negativo di grasso e zuccheri.

Vitamine e carboidrati, dove trovarli

Le vitamine sono vitali per il cane, potenziano i meccanismi biochimici all’interno degli organi e nei tessuti dell’animale. Inoltre favoriscono una buona vista, il benessere intestinale, il metabolismo e aumentano le difese immunitarie. La vitamina B1 è presente nella crusca, nei piselli e nelle frattaglie, la D nelle verdure verdi, la E nell’olio di germe di grano e la K nelle verdure a foglia verde, fegato e pesce. La vitamina C presente nei cibi industriali di cui è bene non abusare, per non favorire un accumulo di rame. Per finire, i carboidrati utili per un intestino sano e pulito, da proporre in versione semplice e poco lavorata. Ogni tanto è possibile aggiungere al cibo del fornire riso soffiato, oppure riso molto cotto senza sale e condimenti, pasta precotta per cani e cereali fioccati. Occasionalmente pane tostato solo per aiutare la pulizia dei denti. Da evitate tutti i carboidrati complessi e raffinati che solitamente fanno bella mostra sulla tavola dell’uomo, perché difficilmente assimilabili e tossici per il quadrupede.

17 agosto 2015
Fonte:
Lascia un commento