Turismo sostenibile: dormire sotto le stelle, a Cortina si può

Turismo sostenibile: dormire sotto le stelle, a Cortina si può

Fonte immagine: Unsplash

Turismo sostenibile ad alta quota nelle Dolomiti tra la poesia di un rifugio immerso tra le stelle o in tenda in un avamposto della Prima Guerra Mondiale.

A pochi battiti di cuore dal cielo, ecco l’affascinante esperienza di turismo sostenibile che Cortina d’Ampezzo propone ai suoi estimatori e visitatori con la Starlight Room. Una camera di legno e vetro situata a 2300 metri di altezza frutto della felice collaborazione tra il Faloria Mountain Spa Resort di Cortina d’Ampezzo e il Rifugio Col Gallina. Un pacchetto davvero singolare per godere del fascino indiscutibile delle Dolomiti, per un weekend all’insegna della natura e del relax.

Gli appassionati dell’alta quota e della montagna hanno solo l’imbarazzo della scelta grazie all’offerta che le due attività hanno deciso di proporre in tandem. Un meraviglioso quanto rilassante soggiorno presso il Faloria, una due notti davvero magica con tanto di colazione e di ingresso Spa. Per depurarsi dalla tensione della vita metropolitana e recuperare il proprio equilibrio energetico.

Turismo sostenibile sotto il cielo di Cortina

Ma principalmente una notte tra le stelle e in alta quota da vivere con gli amici o con il proprio partner per farsi invadere dalla magia visiva di un cielo unico. Gli ospiti che scelgono questa opzione vengono accompagnati in quota fino a 2300 metri, comodamente scorati da un fuoristrada o da una motoslitta. Ad attenderli una costruzione davvero particolare, la Starlight Room, una stanza mobile di legno e vetro in grado di ruotare su se stessa per 360°.

Niente di meglio per osservare il cielo in ogni sua piega seguendo l’affascinante movimento degli astri, ma il tutto nel pieno rispetto del luogo e della sostenibilità ambientale. La stanza magica è composta da pareti in legno di abete e vetro, gli interni sono arredati con materiali, tessuti e mobili tipici della zona e della tradizione locale.

Gli ospiti possono raggiungere l’alloggio al tramonto e ad attenderli troveranno una cena in pieno stile Cortina d’Ampezzo con degustazione di salumi e formaggi locali, seguita da una zuppa, dall’immancabile dessert e tutto innaffiato da buon vino. La notte magica tra stelle e romanticismo, come tutte le fiabe più belle, si conclude al mattino con un’adorabile colazione presso il vicino Rifugio Col Gallina.

Tende ad alta quota nei luoghi della Prima Guerra Mondiale

Per i più temerari il Faloria Mountain Spa Resor propone anche un pacchetto alternativo, una nottata in tenda ad alta quota presso un avamposto originale della Prima Guerra Mondiale. Il pacchetto è dedicato a gruppi di sei persone che, in compagnia di una guida alpina esperta, lasceranno il Rifugio Col Gallina per avventurarsi nei luoghi che hanno visto italiani e austriaci fronteggiarsi durante il conflitto del ’15-’18.

Un vero percorso nella storia tra ponti sospesi, gallerie nella roccia, vie ferrate e rifugi a picco sulle pareti rocciose fino a raggiungere a 2333 metri la Postazione di Cima Gallina. Dove gli ospiti potranno montare le tende per la notte e degustare una meravigliosa cena con salumi e formaggi e zuppa calda, servita all’interno della postazione restaurata della Grande Guerra.

Con un rientro al rifugio in mattinata per una colazione corroborante, per poi concludere l’esperienza facendo ritorno in hotel. Il prezzo del weekend presso il Faloria Mountain Spa Resort, con annessa Starlight Room, parte da 970 euro a coppia. Mentre quello dell’esperienza in tenda presso l’avamposto della Prima Guerra Mondiale varia in base al numero dei partecipanti.

Fonte: GQ

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Una spiaggia riscaldata per prendere il sole in inverno