Tisana salvia: proprietà e controindicazioni

Tisana salvia: proprietà e controindicazioni

Tisana alla salvia, proprietà naturali e possibili controindicazioni.

La salvia è una pianta officinale molto conosciuta e apprezzata per le sue proprietà curative. Appartenente alla famiglia delle Labiate, questa erba aromatica è nota anche con il nome scientifico di Salvia officinalis o quello latino Salus salvus, letteralmente “sano e salvo”.

La salvia è tipica dell’area mediterranea e può raggiungere un’altezza da terra di vira 70-80 centimetri. Ha fiori di colorito bluastro tendente al viola e il suo ciclo vitale dura 5 anni; in caso di coltivazione domestica dovrà essere quindi rimossa e si dovrà provvedere alla nuova semina.

Al suo interno si trovano le vitamine B1 e C, oli essenziali contenenti salvina, acido oleanolico, acido ursolico, acidi rosmarinico, glicemico e caffeico. Presenti anche enzimi e flavonoidi, oltre ad alte concentrazioni di tujoni e chetoni.

Salvia
Fonte: Spice plant: sage, (salvia officinalis) | Shutterstock

Infuso alla salvia: proprietà e controindicazioni

Il mal di stomaco è tra i disturbi che è possibile trattare con la tisana alla salvia. Favorendo le secrezioni gastriche aumenta la capacità digestiva, utile sia per la prevenzione o il trattamento dei disturbi di leggera entità come nei casi acuti, in combinazione con alcune gocce di limone.

La tisana di salvia può rivelarsi utile anche in caso di malesseri che interessano il cavo orale come ascessi, faringiti, laringiti e gengiviti. Nel trattamento delle affezioni respiratorie è possibile ricorrere a questa soluzione naturale sfruttandone l’azione balsamica derivata sia dal consumo che dall’inalazione dei vapori durante e dopo l’infusione. Valido anche per alcune tipologie di tosse e mal di gola.

Alcune possibili controindicazioni legate al consumo di salvia sono legate all’elevata presenza di tujoni e chetoni, che possono risultare tossici se assunti in quantità troppo elevate. Bene quindi evitare un consumo di esagerare con il dosaggio al fine di evitare possibili effetti neurotossici.

Salvia
Fonte: Dry sage in wooden scoop and green twigs | Shutterstock

Come preparare l’Infuso alla Salvia

La preparazione di una tisana a base di salvia prevede pochi semplici ingredienti: foglie di salvia essiccate e un pentolino riempito d’acqua. Portato il liquido a ebollizione si inserirà al suo interno un cucchiaino di foglie sminuzzate, da lasciare in infusione per circa 5-10 minuti.

Questa versione si rivela particolarmente efficace contro il mal di stomaco, mentre nel trattamento della sensazione di gonfiore è possibile variare la preparazione inserendo nell’acqua portata a ebollizione 5 foglie.

Dopo un’infusione di circa 10-15 minuti si filtrerà e si consumerà insieme ad alcune gocce di limone e un cucchiaino di miele, da aggiungere una volta che la tisana si sia freddata quel tanto che basta per risultare bevibile.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Smacchiatori naturali per tessuti