Greenstyle Alimentazione Alimenti Tè bianco freddo: benefici e controindicazioni da conoscere

Tè bianco freddo: benefici e controindicazioni da conoscere

Il tè bianco, anche freddo, è una bevanda che racchiude benefici di ogni tipo, da quelli per il cuore a quelli per la pelle. Ecco come aiuta la salute.

Tè bianco freddo: benefici e controindicazioni da conoscere

Fonte immagine: Unsplash

Verde, nero oppure oolong? E se invece sorseggiassimo un buon tè bianco freddo? Probabilmente non lo sapevi, ma il tè bianco è considerato uno dei tè più pregiati al mondo, tanto da essere noto anche con il nome di “Tè dell’imperatore”. Ma cosa avrà di tanto diverso, rispetto agli altri tipi di tè?

La varietà di tè bianco deriva dalla pianta Camellia sinensis, un membro della famiglia delle Theaceae, proprio la stessa pianta che da origine agli altri tipi di tè, come il tè nero e il tè verde. A differenziare le molteplici varietà è essenzialmente il processo di lavorazione e il momento in cui vengono raccolte le foglie del tè.

Nel caso del tè bianco, ad esempio, verranno raccolte solamente le foglie più giovani e piccole, quelle ricoperte da un sottile strato di colore bianco-argento (è da qui che deriva il nome di questa bevanda).

Dopo la raccolta – che avviene esclusivamente alle prime luci dell’alba e per soli 2 o 3 giorni, durante la primavera – le foglioline vengono lasciate essiccare al sole, dando vita a un tè unico nel suo genere, una bevanda pregiata, capace di infondere gioia sin dal primo sorso.

Qual è l’origine del tè bianco?

Fonte: Pixabay

Questa varietà di tè viene coltivata sin dai tempi più remoti, in special modo in Cina, nella provincia del Fujian, ma anche in Giappone e in India.

Dall’Asia, la bevanda si è poi diffusa in tutto il mondo, ed oggi è apprezzata non solo per il suo gusto delicato, ma anche e soprattutto per le numerose proprietà benefiche che la contraddistinguono.

Ricca di sostanze antiossidanti (ne contiene fino a 3 volte in più rispetto al tè verde) e di polifenoli, questa varietà di tè può infatti apportare moltissimi benefici alla salute, riducendo il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari e quello di sviluppare dei tumori.

Tè bianco: benefici

Ma esattamente a cosa fa bene  il tè bianco? E quante tazze possiamo berne al giorno? A questa particolare bevanda sono stati attribuiti, nel corso dei secoli, innumerevoli effetti effetti. Scopriamo quali sono i benefici che rendono il tè bianco tanto celebre e apprezzato in tutto il globo.

Tiene alla larga le malattie

L’elevata presenza di sostanze antiossidanti rende il tè bianco uno straordinario alleato contro i danni provocati dai radicali liberi. Una tazza al giorno, quindi, potrebbe davvero “togliere il medico di torno“, riducendo il rischio di sviluppare malattie legate all’invecchiamento, tumori e altre patologie.

Meno rughe e una pelle più sana

Ma non è tutto. Il tè bianco fa bene anche alla pelle, è capace di ridurre la formazione delle rughe e di migliorare la bellezza del tuo viso. Non è un caso che nella lista degli ingredienti di molti prodotti cosmetici si trovi proprio il tè bianco.

La bevanda perfetta per reidratarsi in estate

Fonte: Pixabay

Un buon te bianco freddo in estate può essere l’ideale per reidratare il corpo senza rinunciare al gusto. Se sei una di quelle persone che non amano particolarmente bere acqua, potresti scegliere questa bevanda per ridare energia e idratazione al tuo corpo.

Un amico per il tuo cuore

Il tè bianco fa bene anche al cuore. Si ritiene infatti che questa bevanda possa ridurre il rischio di sviluppare delle malattie cardiovascolari, e che possa regolarizzare anche i livelli del colesterolo cattivo, proteggendo di conseguenza la salute cardiaca.

Migliora la salute dei denti

Bere regolarmente il tè bianco potrebbe rappresentare un ottimo rimedio naturale per migliorare la salute della bocca. Questa bevanda, infatti, è in grado di combattere l’azione dei batteri dannosi e di ridurre il rischio di carie.

Un aiuto in più contro il cancro

Come abbiamo anticipato, i numerosi antiossidanti contenuti in una tazza di tè bianco possono aiutare a prevenire lo sviluppo di tumori, in particolar modo quello del cancro al colon e il cancro allo stomaco.

Ma fa anche dimagrire?

Sembra proprio che sia così. Questa bevanda potrebbe favorire il dimagrimento, in quanto accelera il metabolismo e aiuta a bruciare i grassi più rapidamente.

Tè bianco: controindicazioni

Allo stato attuale, non sono note particolari controindicazioni in merito al consumo del tè bianco. La sola accortezza da tenere a mente riguarda il contenuto di caffeina. Sebbene sia piuttosto basso, è importante evitare di offrire questa bevanda ai bambini.

Tè bianco e caffeina

Ma esattamente quanta caffeina contengono le foglie di tè bianco? Diversamente dal tè nero, il tè bianco contiene livelli di caffeina ridotti, circa 15 mg per 100 ml di bevanda, contro i 20 grammi del tè nero. Come abbiamo detto, però, sebbene i livelli siano più bassi rispetto a quelli contenuti in altri tipi di tè, è comunque saggio evitare di offrire questa bevanda ai più piccoli.

Tè bianco e nichel

Se soffri di allergia al nichel, probabilmente saprai già che questo metallo è estremamente diffuso. Piccole quantità di nichel possono trovarsi anche negli alimenti (considerati quindi “vietati”), come la frutta, la verdura, il tè, i cereali e tanti altri. Se intendi consumare il tè bianco, sarà quindi opportuno chiedere prima consiglio al medico curante.

Quante tazze di tè bianco al giorno?

A questo punto, vista la moltitudine di benefici che può regalare alla salute, non possiamo che domandarci quante tazze di tè bianco si possono bere durante la giornata. Per prenderti cura del tuo benessere, ti basterà bere una tazza di tè al giorno, ma potrai berne anche due, se lo desideri.

Quando bere il tè bianco?

Non c’è un momento della giornata migliore rispetto a un altro per bere il tè bianco. Puoi consumare questa bevanda quando lo desideri, ma ricorda sempre il contenuto di caffeina. Per questo magari evita di sorseggiarlo durante la sera.

Qual è il miglior tè bianco?

Probabilmente avrai notato che in commercio esistono numerose varietà di tè bianco. Ma qual è il migliore? Quale bisogna scegliere?

In generale, chi se ne intende di tè consiglia di scegliere una varietà non aromatizzata. Il gusto del tè bianco infatti è molto leggero e delicato, per cui sarebbe meglio evitare di coprirne il sapore con degli aromi più intensi.

Se non intendi assaporare il tè bianco in “purezza”, potrai scegliere invece dei tè aromatizzati con erbe e frutti benefici per la salute. Nella scelta del tè bianco migliore, ti consigliamo sempre di acquistare un prodotto biologico e fatto essiccare in modo naturale.

Vuoi una una tazza di tè bianco? Ecco come prepararlo

te bianco freddo
Fonte: Pixabay

Se hai acquistato delle foglie di tè bianco in erboristeria, la temperatura dell’acqua per l’infusione dovrà essere pari a 70 gradi. L’ideale è bollirla e lasciarla raffreddare, mentre il tempo di attesa non dovrà superare i 2 minuti.

Se, invece, hai acquistato delle bustine di tè bianco al supermercato o negli shop on line, ad esempio su Amazon, ti basterà seguire le indicazioni riportate sulla confezione. Il tempo di infusione, però, non dovrebbe mai superare i 2 minuti.

Prova anche il tè bianco freddo

In estate l’idea di bere una bevanda calda non ci entusiasma particolarmente. Nonostante possa offrire numerosi benefici, permettendo persino di riequilibrare la temperatura corporea (eh si, sapevi che bere il tè caldo in estate potrebbe aiutarti a combattere l’afa?), quando sudiamo la nostra mente va subito a una bevanda fresca, magari ghiacciata.

E allora, perché non preparare un ottimo drink a base di tè bianco?

Per farlo, sarà sufficiente lasciare in infusione le foglie di tè per uno o due minuti, quindi lascia raffreddare la bevanda e gustala così, o addolciscila con una piccola quantità di miele.

Tè bianco detox

Se sei in vena di ricette creative a base di tè bianco freddo, potresti preparare anche una sorta di bevanda detox. Dopo aver preparato il tè e dopo averlo lasciato raffreddare, taglia a pezzetti della frutta fresca a piacere, aggiungi qualche fogliolina di menta o un rametto fresco di rosmarino. Lascia in infusione per un’oretta, quindi filtra il tutto e goditi la tua bevanda estiva e rigenerante.

Ghiaccioli al tè bianco

Fonte: Pixabay

Per combattere il caldo con gusto, puoi preparare anche degli ottimi ghiaccioli al tè. Per farlo ti basterà preparare del tè bianco freddo, tagliare a pezzetti della frutta (ad esempio una pesca o delle fragole) e delle erbe aromatiche (come ad esempio la menta), e versare il tè negli stampi per ghiaccioli.

A questo punto, aggiungi qualche pezzetto di frutta e le erbette e metti il tutto in congelatore. Attendi per qualche ora, ed ecco pronta uno spuntino rinfrescante da gustare in ogni momento della giornata.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Frutta disidratata: benefici e calorie di questo snack
Alimenti

La frutta disidratata è uno snack salutare e comodo da portare sempre con sé, utile per chi è a dieta e anche molto semplice da preparare. Ma occhio a non sottovalutare l’apporto calorico. Una porzione di cocco essiccato può sforare le 600 calorie.