Scarpe da tennis: come sbiancarle senza candeggina

Scarpe da tennis: come sbiancarle senza candeggina

Fonte immagine: Pexels

Scarpe da tennis, come sbiancarle senza usare candeggina: ecco i rimedi naturali per riportare le calzature all'originale bianco.

Le scarpe da tennis sono ormai da decenni tra le calzature più richieste e amate. Si tratti di un modello alto e rinforzato, oppure della classica ed elegante sneaker bassa, queste scarpe rappresentano la perfetta unione tra comodità, design e costi mediamente contenuti. Merito non solo di un plantare e del morbido tessuto con cui sono prodotte, ma anche dagli inserti in gomma che avvolgono dolcemente il piede e attutiscono la camminata. Eppure queste calzature tendono a sporcarsi rapidamente, anche perché il profilo della suola in gomma è spesso bianco. Ma come sbiancarle in modo naturale, senza quindi ricorrere a sostanze aggressive come la candeggina?

Per quanto disinfettante e molto efficace, anche sulle macchie più ostinate, non bisognerebbe mai abusare della candeggina. Può infatti contaminare l’ambiente passando dagli scarichi e, inoltre, essere causa di irritazione, arrossamenti e incidenti domestici. Fortunatamente, per la pulizia delle scarpe esistono numerose alternative.

Bicarbonato

Bicarbonato

Il profilo in gomma delle scarpe da tennis, in particolare delle sneaker, tende a sporcarsi molto velocemente. Poiché spesso di colore bianco, basta una semplice camminata per ritrovarsi con scarpe sporche o scurite dall’inquinamento cittadino. E sebbene in molti amino questo effetto, tra il trasandato e il vintage, per altri è indispensabile avere a disposizione delle calzature sempre linde e brillanti.

Un primo rimedio naturale utile per sbiancare le scarpe è di certo il bicarbonato, testando però la resistenza di tessuti e materiali in una porzione nascosta della scarpa. È sufficiente creare una soluzione a base di bicarbonato e acqua calda, applicarla su un vecchio spazzolino e pulire tutto il profilo in gomma. Dopo aver distribuito il bicarbonato su tutta la superficie, lo si lascia agire almeno per dieci minuti, rimuovendolo poi con dell’acqua calda. In alternativa, è possibile sciogliere due o tre cucchiai di bicarbonato in una grande vaschetta ricolma d’acqua calda, per poi immergere le scarpe da tennis per qualche ora.

Si ricorda, inoltre, come il bicarbonato sia anche perfetto per rimuovere gli odori tipici delle scarpe da tennis: basta depositarne all’interno una manciata di polvere secca e lasciare agire per circa 24 o 76 ore.

Limone

Limone

Anche il limone è un ideale alleato per riportare la gomma delle scarpe al bianco originale. Il metodo più semplice è quello di prendere mezzo limone e passarlo lungo tutta la superficie ingiallita, lasciando in applicazione per una decina di minuti. In alternativa, si può creare un mix di succo di limone e acqua calda, per immergere le calzature per qualche ora.

Al termine dell’applicazione, il ciclo di lavaggio può essere concluso sia a mano che in lavatrice, secondo le proprie esigenze.

Aceto

Aceto

Con la sua lieve acidità, l’aceto è un altro rimedio naturale perfetto per la pulizia delle scarpe. Basta far imbevere una spugnetta in microfibra in una soluzione di acqua e aceto al 50%, da stendere poi sulle aree di proprio interesse per circa una ventina di minuti.

L’aceto peraltro offre una protezione contro virus, batteri e altri ospiti indesiderati, rendendo sia i tessuti che gli inserti in gomma sempre più igienizzati e facile da utilizzare.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle