Risparmio energetico: 15 consigli pratici per la casa

Risparmio energetico: 15 consigli pratici per la casa

Fonte immagine: Pixabay

Il risparmio energetico in casa può passare attraverso l'applicazione di alcuni consigli pratici, ecco quali sono e cosa fare.

Quando si parla di risparmio energetico si affronta un tema di stretta attualità. Un argomento che si rivela di primo piano sia per quanto riguarda la lotta ai cambiamenti climatici che in relazione alla riduzione dei costi in bolletta.

Di seguito 15 consigli pratici che possono aiutare a limitare la spesa energetica in casa. A cominciare da quel che concerne il riscaldamento domestico.

Risparmio energetico: 15 consigli pratici per la casa

Risparmio energetico: il riscaldamento domestico

(Torna al menu)

Il primo consiglio è quello di evitare di coprire il termosifone con mobili, tende o altro tipo di barriera, che potrebbe impedire al calore prodotto di diffondersi in maniera adeguata nelle stanze.

Altro consiglio è quello di diminuire di appena un grado la temperatura nella stanza. La percezione del calore non cambierebbe di molto, ma in compenso il risparmio energetico sarebbe di circa il 6%.

Ricordarsi di effettuare controlli periodici all’impianto di riscaldamento è un ottimo modo per massimizzarne l’efficienza energetica. Meglio se di pari passo con una manutenzione ordinaria regolare.

Alla prima accensione stagionale è opportuno sempre verificare l’assenza di eventuali residui d’aria nei termosifoni. Qualora vi fossero tali “bolle d’aria” la capacità di riscaldamento dei sifoni potrebbe risultare limitata.

Luci e lampadine

(Torna al menu)

Le lampadine domestiche dovranno essere sempre a risparmio energetico o LED, scegliendo l’intensità di luce in base dell’effettiva necessità ambientale. Spesso non è necessario illuminare “a giorno” le stanze per ottenere un buon risultato.

Non dimenticare le luci accese quando si lascia una stanza, a meno che non si intenda tornare lì a brevissimo termine. Questo in quanto accendere e spegnere in continuazione del lampadine ne riduce la durata nel tempo.

Frigorifero

(Torna al menu)

La scelta del frigorifero deve rispecchiare quelle che sono le reali necessità della famiglia, soprattutto in relazione alla dimensione del nucleo famigliare. Al momento della scelta bisognerà tenere conto anche di quanto riportato nelle etichette energetiche.

Trovare la giusta posizione del frigorifero è un altro passo importante per ridurre i consumi energetici. L’elettrodomestico andrà collocato lontano da fonti di calore, che ne potrebbero compromettere l’efficienza energetica.

Al momento di inserire cibi e bevande nel frigorifero verificare che non siano troppo caldi. Si rischia di costringere l’apparecchio a uno sforzo importante, con il risultato di sprecare molta energia elettrica. Meglio lasciare alimenti e liquidi a raffreddarsi prima a temperatura ambiente, riponendoli in frigo solo in un secondo tempo.

Evitare poi di aprire troppo spesso lo sportello del frigorifero: ciò farebbe aumentare la temperatura interna, costringendo l’elettrodomestico a consumare energia per riportare la temperatura a livello ottimale.

Risparmio energetico, la lavatrice

(Torna al menu)

Un modo sicuro per risparmiare energia è quello di pulire regolarmente il filtro e di limitare l’utilizzo del detersivo. Si ridurranno i consumi e allo stesso tempo si otterrà anche un minore impatto sull’ambiente.

La lavatrice dovrebbe sempre essere utilizzata a pieno carico. Così facendo si ottimizzeranno i consumi, ancor più se si eviterà la fase del prelavaggio.

Quando sarà il momento di asciugare i panni la soluzione ideale sarebbe quella di lasciarli appresi sul filo o sullo stendino. Evitando di ricorrere all’asciugatrice si eviteranno consumi energetici superflui.

Elettrodomestici e standby

(Torna al menu)

Lo standby da solo può comportare consumi sorprendenti. Meglio collegare tutti gli apparecchi alla stessa “ciabatta”, così da poterli spegnere più comodamente quando non vengono utilizzati per un lungo periodo.

Risparmio energetico, il computer

(Torna al menu)

Computer ed efficienza sono un binomio sempre più inscindibile. Questo passa anche attraverso le impostazioni di risparmio energetico, tra le quali anche lo spegnimento automatico del monitor in caso di inattività prolungata. Spegnimento che può essere impostato direttamente al momento di allontanarsi dal computer, così da ridurre ulteriormente in consumi.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle