Relazioni a distanza: come gestire la lontananza duratura

Relazioni a distanza: come gestire la lontananza duratura

Fonte immagine: iStock

Gestire delle relazioni a distanza può richiedere impegno e capacità di adattamento, ecco alcuni consigli utili per farle funzionare al meglio.

Quando si parla di relazioni a distanza spesso il discorso cade inevitabilmente sulle difficoltà alle quali si va incontro. Inutile nascondersi, esistono e possono incidere sul buon esito del rapporto. Tuttavia in molti casi si tratta di problemi che possono essere affrontati e risolti, purché ci sia un atteggiamento positivo e la disponibilità a impegnarsi seriamente per far funzionare le cose.

Ovviamente in questi casi il riferimento è a quelle coppie che sono costrette a vivere in luoghi differenti per un tempo prolungato. Possono essere alcuni mesi oppure persino anni. I motivi possono essere i più diversi, da una relazione nata online tra persone che vivono in città distanti fino al partner che si trasferisce dopo aver accettato una proposta di lavoro. Più recentemente, tra le cause si sono inseriti anche il Coronavirus e le conseguenti misure a contenimento della pandemia.

Relazioni a distanza: come gestire la lontananza duratura

Ragazza al computer
Fonte: Foto di Pexels da Pixabay

Relazioni a distanza, come affrontarle

La prima regola d’oro in caso di rapporto a distanza è quella di avere una buona comunicazione. Raccontarsi le esperienze della giornata, anche quelle più strettamente legate alla quotidianità. Aiuterà a far sentire l’altro/a maggiormente coinvolto/a e parte della vostra vita. Non dimenticate di essere vicendevoli in tal senso, non esagerate con il vostro racconto personale senza dare altrettanto spazio alla vostra metà. Ogni strumento può rivelarsi valido, dalla tradizionale conversazione telefonica fino alle più moderne videochiamate Skype o Whatsapp.

Non è strettamente necessario sentirsi in maniera prolungata ogni giorno. L’importante però è non dare mai l’impressione di dimenticarsi completamente della persona amata. Alle volte anche un messaggio scritto con un semplice “Buongiorno” e un augurio di “Buona notte” possono fare al caso vostro. Rispetto agli anni passati ora è possibile arricchire tale invio con una propria foto o un mini video, così da ridurre ulteriormente le distanze.

Utile in molti casi cercare di risparmiare qualcosa nei momenti in cui ci si trova distanti. Potrebbero tornare utili qualora si presentasse un’occasione imprevista per incontrarsi. Questo consiglio rientra nel più generale suggerimento di non limitare l’orizzonte del rapporto. Quando si ha a che fare con una relazione a distanza occorre guardare al futuro, programmando insieme un’eventuale vacanza o le cose da fare una volta che ci si sarà riuniti. Sarà d’aiuto nell’evitare di perdere il necessario ottimismo e la fiducia nel buon esito del rapporto.

Un altro modo per gestire un rapporto a distanza è quello di avere cura della propria vita privata. Coltivare degli interessi e avere un gruppo di amici vicino e solidale può fare, in alcuni casi, la differenza. Interessi di cui sarà possibile parlare con il/la partner. Ad esempio un tipo di attività sportiva, con la possibilità di coinvolgere la propria persona amata nelle piccole vittorie ottenute durante la pratica.

Durante questo tipo di relazione potrà capitare di sentire particolarmente la mancanza “fisica” dell’altro. Importante quindi cercare di cogliere ogni possibile occasione di colmare le distanze, se necessario anche incontrandosi più o meno a metà strada. Potrebbe persino trasformarsi in una piccola vacanza improvvisata.

Donna uomo mani cuore
Fonte: Foto di Free-Photos da Pixabay

Problemi pratici e possibili soluzioni

In caso di relazioni che iniziano già a distanza possono verificarsi alcune incomprensioni, dovute principalmente alla scarsa conoscenza tra i due. Cercare di comprendere le ragione altrui può aiutare a capire le origini di tali problemi e condurre verso un esito non traumatico della conversazione. Importante anche non cercare di risolvere a tutti i costi le problematiche al telefono o comunque a distanza: in alcuni casi potrebbe rivelarsi opportuno rinviare le discussioni più complesse al successivo incontro.

La fiducia deve essere un presupposto fondamentale del rapporto, così come la fedeltà (intellettuale e fisica). Cercate sempre di essere sinceri con il/la partner, così da evitare il rischio di cadere in contraddizione in una successiva conversazione. Qualora capitasse l’effetto verrebbe ingigantito dalla distanza, minacciando in maniera seria il rapporto. Un rapporto a distanza richiede un certo tipo di impegno, se non siete disposti a rimanere fedeli anche a distanza probabilmente sarebbe meglio per entrambi porre fine alla relazione.

Il rischio di sentirsi messi da parte è sempre in agguato. Coinvolgersi nell’affrontare i problemi personali può contribuire a creare un certo tipo di complicità, molto utile quando si vive in luoghi diversi.

Un discorso indirettamente legato a un alto potenziale problema: un momento difficile da vivere mentre il partner è lontano. È chiaramente una sfida per il rapporto, ma se gestita correttamente può rivelarsi persino utile a compiere un salto di qualità nella relazione. Si tratterà di saper essere “presente” anche a distanza, fornendo consigli e supportando la persona amata fino al superamento del periodo di crisi. Potrebbe in alcuni casi rivelarsi una di quelle occasioni per cui spendere i “risparmi” di cui si è parlato in precedenza.

Gelosia. Pur nel tentativo di fidarsi quanto più possibile del partner è possibile che questo sentimento irrazionale faccia capolino. In questi casi può rivelarsi utile fargli visita per alcuni giorni e familiarizzare con quella che è la sua quotidianità. Il vedere con i propri occhi determinati luoghi e situazioni potrebbe fugare ogni dubbio eventualmente generato da una comunicazione non ancora ottimale.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A