• GreenStyle
  • Salute
  • Influenza suina: nuova variante scoperta in Cina, rischio pandemico

Influenza suina: nuova variante scoperta in Cina, rischio pandemico

Influenza suina: nuova variante scoperta in Cina, rischio pandemico

Fonte immagine: artisteer via iStock

Scoperta in Cina una variante del virus dell'influenza suina, chiamata G4: può colpire l'uomo, si teme ora un rischio pandemico.

Una nuova variante dell’influenza suina è stata scoperta in Cina e ora gli esperti temono un nuovo rischio pandemico. È quanto rivela un nuovo studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences, nel confermare un nuovo tipo di H1N1 ribattezzato G4. La ricerca, condotta da diversi atenei universitari cinesi, sottolinea come la variante del virus abbia tutte le caratteristiche adatte per poter contagiare l’uomo.

I ricercatori cinesi monitorano l’andamento dell’influenza suina dopo la pandemia del 2009. Dal 2011 al 2018, regolarmente sono stati raccolti campioni di muco dalle cavità nasali di oltre 30.000 esemplari – distribuiti su 10 province cinesi – per controllare eventuali evoluzioni del virus. Gli esperti sono stati quindi in grado di isolare 179 varianti, una delle quali divenuta dominante tra i suini a partire dal 2016.

Influenza suina: gli esperimenti

Così come spiega il South China Morning Post, gli scienziati hanno notato come questo tipo di H1N1, ribattezzato G4, presenti le caratteristiche adatte per infettare l’uomo. In vitro il virus è capace di intaccare velocemente le cellule umane, mentre esperimenti condotti sui furetti hanno evidenziato lo sviluppo di sintomi come febbre, tosse e naso colante.

I ricercatori cinesi svelano come il passaggio da maiale a uomo sia già avvenuto: il 10.4% dei lavoratori locali negli allevamenti di suini presenterebbe già anticorpi. In Cina, inoltre, il 4.4% della popolazione sarebbe già stato contagiato.

Al momento il virus non sembra aver determinato conseguenze gravi sulla salute e al vaglio vi è la possibilità di adattare il già diffuso vaccino contro l’H1N1 per comprendere anche questa nuova variante. Non si registra quindi fra gli esperti un’eccessiva preoccupazione, tuttavia l’evoluzione della trasmissione ed eventuali mutazioni dovranno essere attentamente monitorate, per scongiurare appunto il rischio pandemico.

Fonte: South China Morning Post

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: nona lezione