Gli Antichi Egizi erano vegetariani, lo rivela uno studio

Gli Antichi Egizi erano vegetariani, lo rivela uno studio

Recenti studi sulle mummie rivelano che gli Antichi Egizi erano vegetariani.

Gli Antichi Egizi erano vegetariani. È quanto suggerisce un recente studio sulle mummie, pubblicato sulla rivista Journal of Archaeological Science. Secondo quanto appurato da un’equipe di ricercatori francesi, gli egiziani mangiavano una grossa quantità di frutta e verdura. Come tutte le popolazioni antiche prettamente sedentarie, anche gli Antichi Egizi si nutrivano perlopiù di vegetali, a differenza delle tribù nomadi che spostandosi di continuo non potevano dedicarsi all’agricoltura ed erano pertanto dedite alla caccia e alla semplice raccolta.

Gli studiosi hanno analizzato gli atomi di carbonio nelle mummie di diversi individui che hanno vissuto in Egitto tra il 3.500 avanti Cristo e il 600 dopo Cristo. Tramite sofisticate analisi degli elementi biologici, i ricercatori sono riusciti a determinare non solo che tipi di cibi consumassero i soggetti presi in esame, ma anche con quale frequenza. In questo modo si è potuto tracciare un quadro più chiaro e completo della loro dieta vegetariana quotidiana.

A differenza di tanti altri studi simili, gli scienziati stavolta si sono concentrati sui denti e sulle ossa, piuttosto che sui capelli, sul collagene e sulle proteine. Inoltre sono state analizzate mummie di periodi differenti, per avere dati su più generazioni. I risultati delle analisi sono a dir poco sorprendenti: anche in periodi di aridità nel bacino del Nilo, la dieta degli Antichi Egizi non variava di molto e si fondava prettamente su frutta e verdura. L’agricoltura proseguiva anche quando il clima diventava troppo arido. A differenza di quanto ci si aspetterebbe per popolazioni che vivono vicino a un corso d’acqua così ampio e ricco, il consumo di pesce non era poi così elevato.

Come ha sottolineato la dottoressa Kate Spence, archeologa esperta dell’Antico Egitto all’Università britannica di Cambridge:

Ci sono tantissime prove nei murales egiziani e nei reperti che dimostrano che il consumo di pesce era elevato in quell’area. Tutto questo rende un po’ sorprendente i risultati dell’analisi degli isotopi che rivelano che il pesce non è stato ampiamente consumato.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

4women4earth: intervista a Max Paiella