Greenstyle Sostenibilità Consumi Fiori secchi per decorare la casa, idee economiche e green

Fiori secchi per decorare la casa, idee economiche e green

Fiori secchi per decorare la casa, idee economiche e green

Fonte immagine: Unsplash

Fiori secchi per decorare la casa, un’idea in apparenza bizzarra, ma che da tempo pare aver trovato posto nello styling quotidiano delle abitazioni. In passato considerati solo come tristi elementi decorativi per commemorazioni o come emblema di un ricordo appassito, da conservare nell’armadio o nel diario, oggi sono simbolo di continuità e di risparmio. Non possono di certo sostituire la freschezza di un mazzo di fiori freschi, ma possono sicuramente competere grazie al loro look eternamente immutabile e quasi gotico.

Volgere l’interesse verso i fiori secchi non solo è una scelta economicamente più vantaggiosa, ma anche maggiormente sostenibile. Un risparmio innegabile visto il numero inferiore di articoli da acquistare e la loro longevità, rispetto ai bouquet di fiori freschi tristemente deteriorabili. Inoltre acquistare fiori secchi riduce lo spreco legato a questa gestualità consolidata, ovvero elementi vivi, freschi, bellissimi, ma dalla durata molto breve.

Fiori secchi, un nuovo stile per la casa

Grazie alle attuali tecniche di conservazione, come la stabilizzazione, molti dei fiori secchi presenti in commercio riescono a preservare il loro fascino e il colore. Nel caso della stabilizzazione il trattamento rende i fiori statici bloccandoli nel tempo, conservando così un aspetto quasi del tutto naturale. Riuscendo a vivere e splendere senza bisogno di luce e acqua, ed è proprio questo che rende unici i fiori secchi: la loro indipendenza. Una caratteristica interessante per chi non ha il pollice verde, ma ama circondarsi di colori vivaci.

Sono tanti i fiori che seccano in modo naturale senza perdere il loro fascino, trasformandosi in eterni bouquet decorativi. È proprio questo loro aspetto così inconsueto a renderli particolari, quel look immutabile, ma non privo di vivacità a garantirgli un posto all’interno della casa.

Trasformandoli in parti attive di ghirlande e coroncine decor oppure primeggiando all’interno di cornici in vetro, fino a trovare posto come elementi decorativi per lo styling casalingo e per lo stesso food. Senza dimenticare le cerimonie ufficiali come il matrimonio dove, da tempo, hanno conquistato il palco d’onore trovando posto anche all’interno del bouquet della sposa.

Fonte: AD- Clever

Seguici anche sui canali social