Greenstyle Ambiente Animali Facocero: che animale è e differenze col cinghiale

Facocero: che animale è e differenze col cinghiale

Facocero: che animale è e differenze col cinghiale

Il facocero è un mammifero artiodattile che appartiene alla famiglia dei suidi, esattamente come il cinghiale e il maiale. Se ti sembra che assomigli a un cinghiale, in realtà è perché appartengono tutti alla famiglia Suidae. Solo che il cinghiale fa parte del genere Sus e il facocero di quello Phacochoerus. A complicare le cose, poi, c’è un terzo cugino, il potamocero, appartenente però al genere Potamochoerus.

Classificazione scientifica del facocero

Questa è la classificazione scientifica del facocero:

  • Dominio: Eukaryota
  • Regno: Animalia
  • Sottoregno: Eumetazoa
  • Ramo: Bilateria
  • Superphylum: Deuterostomia
  • Phylum: Chordata
  • Subphylum: Vertebrata
  • Infraphylum: Gnathostomata
  • Superclasse: Tetrapoda
  • Classe: Mammalia
  • Sottoclasse: Theria
  • Infraclasse: Eutheria
  • Superordine: Laurasiatheria
  • Ordine: Artiodactyla
  • Sottordine: Suiformes
  • Famiglia: Suidae
  • Sottofamiglia: Suinae
  • Genere: Phacochoerus
  • Specie: P. africanus

Quanti tipi di facoceri esistono?

Esistono due specie di facoceri:

  • Phacochoerus africanus: facocero comune
  • Phacochoerus aethiopicus: facocero del deserto

Ci sono, poi, quattro sottospecie:

  • P. a. africanus
  • P. a. aeliani
  • Phacochoerus. a. massaicus
  • P. a. sundevallii

Differenza fra facocero e cinghiale

Facocero vs cinghiale

Facocero e cinghiale si assomigliano un po’, ma ci sono delle differenze. Prima di tutto appartengono a due generi diversi: il cinghiale (come il maiale) fa parte del genere Sus, mentre il facocero fa parte del genere Phacochoerus.

Inoltre i facoceri hanno zanne decisamente più lunghe rispetto al cinghiale e, forse, assomigliano più ai su citati potamoceri. Infine c’è anche l’habitat, i cinghiali sono diffusi ovunque nel mondo, mentre i facoceri si trovano nella savana e nei boschi dell’Africa.

Dove vive?

Il facocero vive soprattutto nelle savane e nei boschi dell’Africa. Se ti trovi nella savana, ascolta bene, se senti un grugnito, è possibile che si tratti di facoceri. Predilige le aree aperte, ma lo si trova anche a 3.000 metri di altezza sul Kilimangiaro. Il facocero del deserto, invece, vive soprattutto nell’Africa orientale.

Caratteristiche del facocero e cenni di biologia

Facoceri mangiano

Il facocero ha il corpo rivestito da setole, anche se da lontano non si direbbe. Visti da una certa distanza, infatti, si notano solamente i peli della cresta sul dorso, che tende a rizzare quando si sente in pericolo, i peli delle guance e i peli del ciuffo all’estremità della coda, che viene spesso tenuta sollevata. Il colore predominante del mantello è il grigio, mentre la cresta dorsale è di colore marroncino-giallastro.

Il muso, allungato, presenta delle verruche facciali molto evidenti nei maschi, strati di pelle ispessiti e induriti. Anche le zanne sono molto lunghe con i canini molto sviluppati che, nei maschi, misurano fra i 25 e i 63 cm. Il facocero le usa per difendersi dai predatori. Inoltre ha due incisivi sulla mascella e sei sulla mandibola.

Il facocero comune è lungo 90-150 cm, è alto 63,5-85 cm e pesa 45-75 kg per le femmine e 60-150 kg per i maschi. La coda può essere lunga fino a 40 cm.

Il facocero del deserto è assai simile al facocero comune, ma ha alcune importanti differenze:

  • il cranio è più piccolo e largo
  • gli zigomi sono spessi e con incavi
  • presenza di una protuberanza sulla sutura iugalesquamosale
  • ha estese fosse sferiche sulla parte posteriore del cranio
  • non ha incisivi, ma il terzo molare è largo e senza radice

Riproduzione

facocero cucciolo

I facoceri maschi tendono a vivere da soli, ma si uniscono in piccoli gruppi famigliari quando si accoppiano con le femmine. Anche se non sempre: ci sono alcuni gruppi formati solo dalla madre e dai cuccioli.

Prima di accoppiarsi di nuovo, la femmina manda via la precedente cucciolata. Una volta nati, i cuccioli di facocero scelgono una mammella e allattano sempre e solo da questa. Avendo solamente quattro mammelle, le cucciolate di solito sono formate solo da quattro piccoli.

Comportamento e abitudini

I facoceri sono animali abbastanza gregari. Formano dei piccoli gruppetti famigliari, come fanno i cinghiali. Questi gruppi sono composti solitamente da un maschio e da una femmina con annessi cuccioli o da due gruppi di femmine con cuccioli.

Se spaventati, fuggono dal pericolo tenendo la coda dritta. Se messi alle strette dai predatori, non esitano a usare le lunghe zanne per infilzare i malcapitati. Tuttavia i facoceri, tendenzialmente, sono animali tranquilli che non cercano la rissa.

È possibile che scavino delle tane nel terreno in cui riposare o sfruttano quelle di altre specie, soprattutto formichieri, spesso coabitando insieme ad altri animali. Le tane sono importanti per la loro termoregolazione: non hanno molto grasso a difenderli, quindi non sono ben protetti da sole e freddo.

Sono in grado di marcare il territorio grazie alle ghiandole presenti sul muso, lo sfregano per rilasciare i ferormoni con cui marcano la loro zona. Inoltre utilizzano anche le urine per marcare.

Dieta e alimentazione dei facoceri

Il facocero è un animale onnivoro con tendenze erbivore. Solitamente la sua alimentazione si compone di erba, bacche, cortecce e ceppi, bulbi e radici. I facoceri sono capaci di sradicare cespugli e alberi pur di raggiungere le radici. In questa occasione assumono una postura strana: mangiano stando in ginocchio sulle zampe anteriori.

Se l’occasione lo richiede, possono ampliare la loro dieta anche mangiando larve, insetti, carogne e piccoli mammiferi.

Curiosità sui facoceri

Ecco alcune piccole curiosità sul facocero:

  • Non è fra le specie in via d’estinzione, fa parte dell’elenco Minima preoccupazione (LC) in quanto è una specie molto diffusa
  • Essendo il facocero un suino, i musulmani non lo mangiano
  • I facoceri sono predati soprattutto da leoni e iene. Senza dimenticare che sono vittime di bracconaggio (in molti amano mangiare la carne di facocero)
  • I facoceri possono correre a una velocità di 45-60 km/h
  • La durata di vita media di un facocero è di 12-15 anni in cattività, mentre in natura spesso arrivano solo a 2 anni
  • Il facocero cinematografico più famoso di tutti è di sicuro Pumbaa de Il Re Leone. Tuttavia la Disney ama particolarmente i facoceri visto che uno di essi appare anche in Pomi d’ottone e manici di scopa
  • Anche uno dei nemici delle Tartarughe Ninja, Bebop, è un facocero
  • Col nome Warthog, facocero, non solo è indicato il mezzo d’attacco Fairchild-Republic A-10 Thunderbolt II, ma anche le jeep da trasporto dell’esercito nei videogiochi Halo

Posso tenere un facocero come animale domestico?

Non si può detenere un facocero come animale domestico in quanto è una specie selvatica, fra l’altro originaria di un altro continente. E allo stesso modo la legge italiana vieta la detenzione di cinghiali come animali domestici in quanto trattasi di animali selvatici.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare