• GreenStyle
  • Energia
  • Eolico: uccelli, collisioni evitate grazie all’intelligenza artificiale

Eolico: uccelli, collisioni evitate grazie all’intelligenza artificiale

Eolico: uccelli, collisioni evitate grazie all’intelligenza artificiale

Fonte immagine: Pixabay

Eolico, grazie all'intelligenza artificiale è possibile ridurre sensibilmente le collisioni con gli uccelli: lo rivela una nuova ricerca.

L’eolico di nuova generazione preserva gli uccelli, grazie all’intelligenza artificiale. È questo il risultato da un nuovo studio condotto da IdentiFlight, società specializzata nella produzione di videocamere intelligenti, per rendere lo sfruttamento dell’energia del vento sempre più amica della natura.

Grazie all’intelligenza artificiale è infatti possibile monitorare l’arrivo di volatili di piccole e grandi dimensioni, per evitare la collisioni con le pale eoliche. Il sistema ha dato esiti positivi anche con specie che planano ad altissima velocità, come le aquile.

Eolico, uccelli e intelligenza artificiale

Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Applied Ecology, dimostra l’utilità dell’intelligenza artificiale nella prevenzione di impatti con gli uccelli, grazie a un sistema complesso di videocamere e al machine learning. La tecnologia sviluppata permette infatti di anticipare l’arrivo di singoli volatili o interi stormi, per regolare la velocità delle turbine minimizzando il rischio di collisione.

I ricercatori hanno testato il sistema in Wyoming, negli Stati Uniti, dove sorge uno dei parchi eolici più grandi del mondo. L’implementazione delle videocamere e dell’intelligenza artificiale ha permesso di ridurre dell’82% gli impatti di uccelli sulle pale, risultando così particolarmente efficace.

La tecnologia di IdentiFlight si avvale di immagini in altissima risoluzione di rapaci, uccelli protetti e altri volatili. Grazie a un software proprietario, l’intelligenza artificiale elabora la posizione 3D degli animali, la loro velocità e la traiettoria seguita: il tutto in pochissimi secondi. Elaborate queste informazioni, rallenta o blocca le pale delle turbine, affinché lo stormo possa transitare con un ridotto rischio d’impatto. L’intero processo avviene in tempo reale e, a oggi, il database di IdentiFlight comprende 47 milioni di immagini di uccelli diversi. L’efficacia è molto alta, anche se al momento non completa, come spiegano gli stessi ricercatori:

Questa tecnologia ha il potenziale di ridurre il trade-off tra la produzione di energia eolica e la conservazione degli uccelli, in particolare i rapaci. Sebbene l’automatizzazione abbia ridotto le collisioni, non le ha eliminate completamente. Per questa ragione, il sistema non può essere considerato una panacea, ma la sua efficacia può essere ulteriormente aumentata, ad esempio in concerto con altre azioni di mitigazione.

Fonte: ElecTrek

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle